Questo sito utilizza dei cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione l'utente accetta il loro utilizzo. Ulteriori informazioni

Unioncamere del Veneto


 
Percorso: Homepage / News / Scheda News

Europa: consultazione gruppo PMI sui ritardi di pagamento

13 settembre 2021 |  Compilazione entro il 12 ottobre 2021

La Commissione Europea invita le PMI a partecipare ad una Consultazione pubblica che mira a raccogliere le opinioni delle piccole e medie imprese nel quadro di uno "Studio sulla promozione di una cultura dei pagamenti responsabile nell'UE: migliorare l'efficacia della direttiva 2011/7/UE sui ritardi di pagamento".
Lo studio, avviato dalla DG GROW della Commissione europea, mira a individuare misure volte a prevenire i ritardi di pagamento e ad attenuarne gli effetti.

Scopo della consultazione è raccogliere informazioni su quattro aspetti, in particolare: 

1) le principali caratteristiche delle condizioni di pagamento stabilite dalle imprese;

2) l'esperienza delle imprese in materia di prassi di pagamento inique;

3) la gestione, da parte delle imprese, delle controversie relative ai ritardi di pagamento;

4) il parere delle imprese circa possibili misure normative per lottare contro i ritardi di pagamento.


Lo scopo di questa consultazione è raccogliere i pareri dalle piccole e medie imprese circa possibili misure normative per lottare contro i ritardi di pagamento e, benché sia rivolta alle piccole e medie imprese (PMI) attive in tutti i settori, riguarda esclusivamente le condizioni di pagamento nelle transazioni tra imprese (B2B).

Di conseguenza sono esclusi dalla consultazione i commercianti al dettaglio e le imprese che lavorano principalmente e direttamente con i consumatori e/o con le amministrazioni pubbliche.

Di seguito il link al questionario per partecipare alla consultazione.
Ogni operatore interessato avrà la possibilità di rispondere al questionario proposto dalla Commissione, dando un contributo concreto. Il questionario dovrà essere compilato entro e non oltre il 12 ottobre 2021.

 

Le informazioni inviate saranno trattate con la massima riservatezza.
I partecipanti non saranno identificati sulla base delle risposte fornite.