Pronto il primo prototipo dati nazionale sui rifiuti conferiti in discarica

[online 14.08.2022] A seguito delle attività del Gruppo di lavoro nell’ambito dell’Azione A4 – Fondo Perequativo 2019/2020, Programma “Sostenibilità ambientale” – Unioncamere e le Camere di Commercio, con il coordinamento di Unioncamere del Veneto, hanno realizzato il primo prototipo dati a livello nazionale sul tema dei rifiuti conferiti in discarica.

Consultando il prototipo è possibile visualizzare su scala nazionale da dove provengono i rifiuti, a quali codici corrispondono, dove si trovano le discariche in cui vengono destinati, di quali categorie si tratta, fino al massimo livello di dettaglio della classificazione europea. I dati, provenienti da MUD e Registro Imprese, sono stati elaborati da Ecocerved.

Altri prototipi a settembre

Nel mese di settembre saranno resi disponibili gli altri 2 prototipi: “Filiera delle apparecchiature elettriche ed elettroniche: analisi integrata dei dati” e “Le PMI e i rifiuti nella prospettiva del nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti”, e verrà organizzato un evento pubblico di presentazione.

Alcuni dati di scenario

Negli ultimi 10 anni, la quantità di rifiuti complessivamente avviata in discarica in Italia supera i 200 milioni di tonnellate (Mt); nel corso del tempo si è registrata una graduale diminuzione delle quantità conferite ogni anno, arrivando a 15,7 Mt nel 2020 (-40% rispetto al 2011). Focalizzandosi sull’ultimo anno, oltre il 90% dei rifiuti è di tipo non pericoloso e circa 1/3 del totale è di origine urbana e viene conferito in discarica, con codice 19, a seguito di operazioni di trattamento.

In Italia si contano oltre 300 discariche nel Paese e l’attività è particolarmente concentrata nelle regioni del Sud e delle Isole, dove viene avviato oltre il 30% della quantità a livello nazionale.