DGR del Veneto n. 448 del 4 aprile 2014 – FARE RETE PER COMPETERE

DGR del Veneto n. 448 del 4 aprile 2014 – FARE RETE PER COMPETERE

DGR del Veneto n. 448 del 4 aprile 2014 – FARE RETE PER COMPETERE 

FONDO SOCIALE EUROPEO POR 2007/2013 – OBIETTIVO COMPETITIVITA’ REGIONALE E OCCUPAZIONE – Dipartimento Formazione Istruzione e Lavoro.

 

UCV è partner operativo in 3 dei 7 progetti approvati dalla Delibera Regionale n. 448, nello specifico quelli che riguardano il territorio di Treviso-Belluno “Imprese responsabili, imprese più innovative e più competitive”, Venezia “Responsabilmente competitive, socialmente innovative”, e Vicenza “Csr in rete: modello per lo sviluppo sostenibile delle pmi vicentine”. UCV è inoltre partner di rete nel progetto “Dalla responsabilità sociale all’innovazione sociale: imprese e territorio per la creazione di valore” riguardante il territorio di Padova.

Tutti i progetti svilupperanno azioni di sistema che si pongono l’obiettivo di:

– creare un nuovo modello che integri i principi della Responsabilità Sociale d’Impresa con le nuove logiche di innovazione sociale (con particolare attenzione alle PMI);

– trasferire le buone pratiche di responsabilità sociale nel contesto delle PMI Venete;

– diffondere i principi della Responsabilità Sociale d’Impresa collegati all’utilizzo dei principi della Lean;

– creare una rete per la condivisione delle informazioni, soluzioni e servizi alle imprese;

– migliorare il clima aziendale.

Il risultato atteso che si intende perseguire è la promozione della RSI in un’ottica di inclusione sociale per la sperimentazione e promozione di welfare territoriale e welfare aziendale. Lo sviluppo sostenibile ed inclusivo sarà realizzato mediante la promozione di interventi che veicolino il partenariato tra pubblico, privato e privato sociale. Particolare attenzione sarà rivolta, nella logica della sostenibilità dell’innovazione, agli interventi e alle pratiche di RSI che si configurano come attivatori di partecipazione attiva e di welfare nei territori.

 

Imprese responsabili, imprese più innovative e più competitive – Area territoriale delle province di Treviso e Belluno

Il progetto ha l’obiettivo di accompagnare, analizzare, diffondere, studiare le innovazioni in atto, comprendendo l’impatto sociale di queste, le condizioni che ne hanno permesso la nascita e l’evoluzione, le condizioni che ne avrebbero potuto impedire lo sviluppo, i rischi e le opportunità che ogni innovazione porta con sé. L’obiettivo che ci si pone è quindi quello di creare un modello che integri i principi della Responsabilità Sociale d’Impresa (RSI) con nuove logiche di innovazione sociale rispetto alla dimensione interna all’azienda (misure di welfare), esterna dell’azienda, ai processi organizzativi aziendali (modello lean) e all’ambiente.

Due azioni principali caratterizzano il progetto di modellizzazione:

  1. Individuazione di un modello per sostenere l’implementazione dei principi della RSI nelle PMI
  2. Definizione di azioni per l’implementazione dei principi della RSI presso le PMI

Il progetto di sperimentazione si articola secondo due azioni principali:

  1. Applicazione nelle PMI dei principi e della cultura della RSI
  2. Sperimentazione di nuovi servizi per la diffusione della RSI presso le PMI venete

La connessione tra fase di modellizzazione e sperimentazione è data dall’applicazione concreta dei modelli individuati e dalle buone pratiche analizzate.

Affinché i modelli elaborati nella fase di modellizzazione possano avere una concreta applicazione nei contesti aziendali, il progetto di sperimentazione prevede una serie di interventi di coinvolgimento attivo e di affiancamento alle aziende e agli operatori coinvolti nel progetto.

Tali attività sono funzionali alla condivisione di un quadro delle criticità e delle opportunità che innovazioni di processo e di prodotto declinate secondo i principi della RSI producono in sede aziendale.

 

 

Progetto di modelizzazione

Obiettivi

–         Realizzazione di un modello che permetta di implementare i principi della RSI nelle PMI e diffusione ad un numero elevato di imprese dei territori del modello da applicare.

–         Incremento della conoscenza sui temi della RSI e aumento del numero di stakeholder coinvolti.

Azioni

–         Individuazione di un modello per sostenere l’implementazione dei principi della RSI nelle PMI;

–         Definizione di azioni per l’implementazione dei principi della RSI presso le PMI.

Metodologie

–         Borse di studio per ricercatori; workshop/focus group; visite studio aziendali; seminari.

Progetto di sperimentazione

Obiettivi

–         Realizzazione di nuovi servizi alle imprese in grado di diffondere i principi della RSI quale elemento strategico per la competitività aziendale e il miglioramento del clima aziendale.

Azioni

–         Implementazione nelle imprese dei principi della RSI attraverso l’assistenza alla compilazione del Set di indicatori nazionali e formazione al personale.

–         Sperimentazione di nuovi servizi per la diffusione della RSI nelle PMI venete mediante focus territoriali specifici di sviluppo di azioni collegate alla dimensione interna (welfare aziendale) ed esterna all’azienda, ai processi organizzativi aziendali (modello lean) e alla riduzione dell’impatto ambientale e climatico delle aziende.

Metodologie

–         Interventi di aggiornamento e perfezionamento tematico di media e lunga durata; assistenza/consulenza individuale; workshop/focus group; coaching individuale; seminari informativi.

 

Responsabilmente competitive, socialmente innovative – Area territoriale della provincia di Venezia

(Unioncamere del Veneto è partner operativo solo nel progetto di modelizzazione)

Il progetto di modellizzazione si articola secondo due azioni principali:

  1. Individuazione di un modello per sostenere l’implementazione dei principi della RSI nelle PMI
  2. Definizione di azioni per l’implementazione dei principi della RSI presso le PMI

Il progetto di sperimentazione è caratterizzato da due azioni:

  1. Applicazione nelle PMI dei principi e della cultura della RSI
  2. Sperimentazione di nuovi servizi per la diffusione della RSI presso le PMI veneziane

Nella sperimentazione  trovano applicazione concreta i modelli individuati e le buone pratiche analizzate nella fase di modellizzazione.

Per favorire una concreta applicazione nei contesti aziendali dei modelli elaborati, il progetto di sperimentazione prevede il coinvolgimento attivo delle aziende e degli operatori coinvolti, attraverso una serie di interventi formativi e di affiancamento.

Tali attività consentono peraltro la condivisione di un quadro delle criticità e delle opportunità che innovazioni di processo e di prodotto declinate secondo i principi della RSI possono produrre in sede aziendale.

Progetto di modelizzazione

Obiettivi

–         Definizione di un modello che permetta di implementare i principi della RSI nelle PMI e diffusione ad un numero elevato di imprese dei territori del modello da applicare.

–         Incremento della conoscenza sui temi della RSI e aumento del numero di stakeholder coinvolti.

Azioni

–         Individuazione di un modello per sostenere l’implementazione dei principi della RSI nelle PMI;

–         Definizione di azioni per l’implementazione dei principi della RSI presso le PMI.

Metodologie

–         Borse di studio per ricercatori; workshop/focus group; visite studio aziendali; counseling; seminari.

Progetto di sperimentazione

Obiettivi

–         Realizzazione di nuovi servizi alle imprese in grado di favorire la diffusione dei principi della RSI quale elemento strategico per la competitività e il miglioramento del clima aziendale.

Azioni

–         Implementazione nelle imprese dei principi della RSI attraverso l’assistenza alla compilazione del Set di indicatori nazionali e formazione al personale.

–         Sperimentazione di nuovi servizi per la diffusione della RSI nelle PMI veneziane, mediante lo sviluppo di azioni collegate alla dimensione interna (welfare aziendale) ed esterna all’azienda, ai processi organizzativi aziendali (modello lean) e alla riduzione dell’impatto ambientale e climatico delle aziende.

Metodologie

–         Interventi di aggiornamento e perfezionamento tematico di media e lunga durata; assistenza/consulenza individuale; workshop/focus group; coaching individuale; seminari informativi.

 

Csr in rete: modello per lo sviluppo sostenibile delle pmi vicentine – Area territoriale della provincia di Vicenza

Il progetto intende elaborare un modello di intervento per la definizione di attività, iniziative, strumenti e contenuti finalizzati al coinvolgimento e alla mobilitazione delle PMI della Provincia di Vicenza sui temi della RSI.

L’individuazione di tale modello richiederà un’attenta analisi di buone pratiche esistenti a livello territoriale, nazionale ed internazionale nonché una mappatura dei fabbisogni e delle aspettative delle PMI vicentine in relazione alle tematiche della RSI.

La proposta progettuale si inserisce, in una logica di continuità, nelle iniziative promosse dalla Regione del Veneto, anche d’intesa con il sistema camerale regionale e intende favorire lo sviluppo delle attività provinciali sul tema della RSI rafforzando la rete territoriale tra imprese, Associazioni di categoria e altri stakeholder locali anche attraverso la costituzione di un Gruppo di Studio dedicato alla RSI.

L’Azione di Sistema è articolata in due Progetti, fra loro interconessi:

– Creazione di un modello che integri i principi della Responsabilità Sociale d’Impresa (RSI) con nuove logiche di innovazione sociale, a partire dal coinvolgimento di 10 aziende trevigiane già coinvolte in processi di RSI; (fase I, modellizzazione per sostenere l’implementazione dei principi della RSI).

– Disseminazione del modello e sperimentazione concreta da parte di ulteriore 10 aziende del modello sperimentato nella fase precedente (fase II, sperimentazione e applicazione del modello)

 

Le piccole e medie imprese coinvolte nelle azioni di modellizzazione e di successiva sperimentazione potranno usufruire di una serie di servizi tra cui:

Progetto di modellizzazione

– Individuazione di un modello per sostenere l’implementazione dei principi della RSI nelle PMI

– Definizione di azioni per l’implementazione dei principi della RSI presso le PMI

 

Progetto di sperimentazione

A) Applicazione nelle PMI del territorio vicentino dei principi e della cultura della Responsabilità Sociale,Si prevede l’attivazione di:

– Seminari informativi sui principali concetti e temi della RSI, e sulle buone pratiche raccolte grazie al Progetto di Modellizzazione sulle quattro aree tematiche di specifico interesse (azioni collegate alla dimensione interna aziendale, azioni connesse alla dimensione esterna, attività collegate ai processi organizzativi e pratiche relative all’ambiente naturale);

– Piani di assistenza e di consulenza specifica sulle tematiche individuate, a partire dall’applicazione operativa dei principali strumenti di Responsabilità Sociale sviluppati a livello nazionale (ad es. applicazione degli indicatori nazionali in materia di RSI) e internazionale (ad es. altri modelli di rendicontazione orientati alla sostenibilità, quali le Linee Guida GRI, le Linee Guida ISO 26000 sulla Responsabilità Sociale delle Organizzazioni, modelli e strumenti di gestione ambientale, sistemi di gestione etica e responsabile delle risorse umane, quali ad esempio SA 8000, altre Linee Guida in materia di diritti umani, etc.);

– Testimonianze sotto forma di visite aziendali, presso realtà del territorio che abbiano intrapreso significativi e rilevanti percorsi di Responsabilità Sociale;

– Attività di sportello, mediante le quali il partenariato di progetto metterà a disposizione degli utenti, essenzialmente PMI del territorio vicentino, ma anche, eventualmente, altri operatori della società civile e della comunità di riferimento, informazioni, strumenti, competenze e risorse per la diffusione dei concetti e dei principi della Responsabilità Sociale.

B) Sperimentazione di nuovi servizi per la diffusione della RSI nelle PMI venete

Si prevede l’attivazione di:

– Interventi formativi per il trasferimento e la diffusione delle più significative e rilevanti buone pratiche inerenti i quattro ambiti di interesse individuati.

– Piani di assistenza e di consulenza individuale specifica sulle quattro aree tematiche individuate;

– Visite aziendali, presso realtà del territorio che abbiano intrapreso significativi e rilevanti percorsi di Responsabilità Sociale nelle menzionate aree di interesse;

– Seminari informativi, mediante le quali il partenariato di progetto metterà a disposizione degli utenti, essenzialmente PMI del territorio vicentino, ma anche altri operatori della società civile e della comunità di riferimento, informazioni, strumenti, competenze e risorse per la diffusione delle buone pratiche.

Ultima modifica: 8 Aprile 2021