<
n° 1
15/1/2013
Numero 1

Numero 1

15 gennaio 2013

SOMMARIO:
Eventi - Approfondimenti
Normativa Comunitaria
Gare d'appalto
Ricerca Partner
Bandi Europei
Bandi Fondi Strutturali
Euro Cooperazioni
Sportello Europa Romania
Sportello Balcani
Sportello USA
Sportello APRE
Going abroad, a cura di Eurocultura
Centro di formazione in Europrogettazione Venice International University
Isola di San Servolo Venezia
Informazioni specializzate dall'UE, in collaborazione con Euroreporter
Contatti
CONFERENZA FINALE DEL PROGETTO CNCB
VENEZIA, 13 FEBBRAIO 2013

Unioncamere del Veneto Eurosportello sta organizzando la Conferenza Finale del progetto CNCB (Cluster and Network Cooperation for Business Success in Central Europe), finanziato dalla Commissione Europea nell'ambito del Programma Central Europe.
La conferenza, organizzata per il giorno 13 febbraio 2013 dalle ore 9:30 alle 17:30 a Venezia, presso il Centro Culturale Don Orione Artigianelli (Zattere Dorsoduro 909/A) si propone di presentare i risultati finali del progetto e delle attivit a sostegno dello sviluppo e valorizzazione cluster realizzati dai partner del progetto. La conferenza intende inoltre stimolare la discussione sulle prospettive e le tendenze future per i cluster nei programmi europei e favorire lo scambio di esperienze e di buone pratiche.
Durante levento sar possibile, per i cluster manager che lo richiedono nella scheda di registrazione, partecipare ai Clusters to Clusters meetings, incentrati sui seguenti settori ed approfondire la discussione sul cluster management, ottimizzazione ed internazionalizzazione:

  • 1 Gruppo: Green, Energy, ICT & technology
  • 2 Gruppo: Biotech, Pharma & Cosmetics
  • 3 Gruppo: Agrofood, Tourism, Creative Industry and Cultural Heritage
  • 4 Gruppo: Mechanics

Si allega il programma di lavoro.
La partecipazione allevento gratuita ed previsto un servizio di interpretariato per la sessione mattutina dallinglese allitaliano.
Qualora interessati, vi preghiamo di effettuare liscrizione on-line allindirizzo
http://register.cncb.eu/limesurvey/index.php?sid=72286 entro il 31 gennaio 2013.
Per maggiori informazioni potete contattare Unioncamere del Veneto Eurosportello Veneto (tel. 041 0999411 e-mail europa@eurosportelloveneto.it , rif. Stefania De Santi, Sara Codognotto e Nicoletta Pandolfo).

2013 ANNO EUROPEO DEI CITTADINI
Il 2013 stato proclamato con decisione del Parlamento europeo e del Consiglio, su proposta della Commissione http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:L:2012:325:0001:0008:IT:PDF Anno Europeo dei cittadini.
Il 2013 segner il ventesimo anniversario dellistituzione della cittadinanza dellUnione, introdotta nel 1993 dal Trattato di Maastricht.
Lobiettivo generale dellanno europeo dei cittadini di rafforzare la consapevolezza e la conoscenza dei diritti e delle responsabilit connessi alla cittadinanza dellUnione, al fine di permettere ai cittadini di esercitare pienamente il proprio diritto di circolare liberamente nel territorio degli Stati membri. In tale contesto, lanno europeo dei cittadini promuove inoltre lesercizio, da parte dei cittadini dellUnione, degli altri diritti connessi alla cittadinanza dellUnione conoscendo inoltre i mezzi disponibili per esercitare tali diritti.
Maggiori informazioni sono disponibili nel sito dellanno europeo dei cittadini: http://europa.eu/citizens-2013/

Questionario di valutazione
Questionario di gradimento dei servizi Unioncamere - Eurosportello del Veneto
Per una valutazione dei servizi offerti nel nostro territorio vi chiediamo di rispondere ad un breve questionario che ci permetter di conoscere meglio lutilizzo dei nostri servizi da parte delle imprese e dei soggetti del territorio e il vostro grado di soddisfazione.
Il questionario anonimo ed possibile accedervi dal seguente link:
http://survey.unioncamereveneto.it/limesurvey/index.php?sid=49852 .
Vi ringraziamo anticipatamente per la collaborazione!
HOME
EVENTI - APPROFONDIMENTI
LINK AD ALTRE INIZIATIVE:
OPPORTUNIT IN ARGENTINA E URUGUAY PER LE IMPRESE VENETE: PROGETTO B2B TELEMATICI MERCOSUR
VENERD 25 GENNAIO 2013
Unioncamere del Veneto organizza levento Le opportunit in Argentina e Uruguay per le imprese venete per presentare il lancio del progetto B2B Telematici Mercosur, co-finanziato dalla Regione Veneto e coordinato da Unioncamere del Veneto, in programma venerd 25 gennaio, a partire dalle 9.15, presso la Sala Europa di Unioncamere del Veneto, via delle Industrie 19/C PST Vega Venezia.
Durante il workshop verranno fornite le informazioni utili per la partecipazione al progetto, finalizzato a creare nuove occasioni di incontro tra imprenditori oriundi veneti residenti allestero e imprenditori veneti operanti nei settori meccatronica, meccanica agricola, macchinari per la lavorazione del legno, cantieristica navale, energie rinnovabili,
macchinari per lindustria alimentare, farmaceutica, biotecnologie, lavorazione dei metalli, ICT. Sar presentata la panoramica aggiornata sulle opportunit di internazionalizzazione con Argentina e Uruguay, Paesi per i quali il progetto offre la possibilit di networking e business matching.
La seconda sessione del workshop offrir lopportunit di prendere parte a incontri bilaterali con i rappresentanti della Camere di Commercio Italiane a Buenos Aires e Montevideo, finalizzati a selezionare le imprese venete partecipanti ai B2B telematici, che si svolgeranno con il supporto di Unioncamere del Veneto e delle CCIE di Buenos Aires, Rosario e Montevideo entro giugno 2013.
La scheda di partecipazione va inviata a Unioncamere del Veneto tramite e-mail unione@ven.camcom.it o fax 041 0999303. Per ulteriori informazioni: Giulia Casalini tel. 041 0999311.
HOME
NORMATIVA COMUNITARIA
consumatori COMUNICAZIONE della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato Economico e Sociale europeo e al Comitato delle Regioni - Proteggere le imprese dalle pratiche di commercializzazione ingannevoli e garantire leffettivo rispetto delle norme Revisione della direttiva 2006/114/CE concernente la pubblicit ingannevole e comparativa COM(2012) 702 final
POLITICA EUROPEA DI SICUREZZA COMUNE RELAZIONE della Commissione al Consiglio - Relazione di valutazione sulla rete europea di prevenzione della criminalit COM(2012) 717 final
HOME
GARE D'APPALTO
Visualizza le GARE D'APPALTO per lavori, servizi e forniture.
Per ricevere le gare selezionate in base al vostro settore dattivit, iscrivetevi al servizio gratuito EUROAPPALTI.
HOME
RICERCA PARTNER
Ricerca le Idee progettuali di partner stranieri interessati a presentare progetti europei con partner italiani.
HOME
BANDI EUROPEI
Apri lelenco completo dei bandi UE aperti, selezionati dalla Gazzetta ufficiale serie C e dai siti delle diverse Direzioni Generali della Commissione Europea.
HOME
BANDI FONDI STRUTTURALI
Bando per la presentazione delle domande di riconoscimento degli organismi di consulenza. Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013 Misura 114.
Scade il: 31/12/2013.

Per ulteriori informazioni:
http://www.regione.veneto.it/Bandi+Avvisi+Concorsi/Bandi/Riconoscimento+organismi+consulenza+2008.htm
Regione Veneto - Finanziamento
Scade il: 31/12/2013

Regolamento per l'accesso agli incentivi alle Piccole e Medie Imprese (PMI) di cui alla Legge 28 novembre 1965, n. 1329 "Legge Sabatini"
Regione Veneto - Finanziamento -
Scade il: 31/12/2013

Nuovo piano straordinario anticrisi per gli esercizi 2012 e 2013: finanziamenti agevolati per il supporto della liquidit aziendale, a favore delle PMI dei settori artigianato, industria, commercio e dei servizi e turismo.
Regione Veneto - Finanziamento
Scade il: 31/03/2014

Interventi a favore delle reti di imprese operanti nella regione Veneto. Programma Operativo Regionale 2007−2013. Parte FESR. Asse 1. Linea di intervento 1.1 'Ricerca Sviluppo e Innovazione'.
Regione Veneto - Finanziamento
Scade il: 30/06/2014

Nuove disposizioni generali di applicazione del Fondo regionale di garanzia e controgaranzia per le piccole e medie imprese del settore turismo. L.R. 33/2002 articoli 101 e 103
Regione Veneto - Finanziamento
Scade il: 30/06/2014

Interventi per lo sviluppo del settore turistico-ricettivo del Veneto Orientale.
Regione Veneto - Bando Comunitario
Scade il: 31/12/2015

POR CRO parte FESR 2007-2013 - Asse 1 - Azione 1.1.3: apertura bando.
Bando a valere sullazione 1.1.3 del POR parte FESR, avente ad oggetto "Contributi per lutilizzo da parte delle imprese di strutture qualificate per lattivit di ricerca". Il bando rivolto alle imprese aventi sede nel Veneto; le misure di finanziamento sono le seguenti:
  • Misura I: contributi alle imprese per il ricorso a strutture qualificate di ricerca;
  • Misura II: contributi per linserimento nelle imprese di personale qualificato di ricerca.
Scade il: 31/12/2015
Per ulteriori informazioni:
http://www.regione.veneto.it/Bandi+Avvisi+Concorsi/Bandi/FESR+2007+2013+Asse+1+Azione+113.htm
HOME
EURO COOPERAZIONI
Visualizza lelenco delle aziende straniere che cercano cooperazioni internazionali
HOME
SPORTELLO EUROPA ROMANIA
Lo Sportello Europa Romania nasce nel gennaio 2008 per dare supporto alle PMI italiane nella ricerca di informazioni sui fondi strutturali erogati dalle autorit romene nel periodo 2007-2013. E il risultato di un accordo tra alcune istituzioni italiane che da tempo operano in Romania per sostenere limprenditoria italiana nei suoi processi di internazionalizzazione, e che vantano notevole esperienza nella gestione di programmi comunitari quali lAssessorato all'Economia e Sviluppo, Ricerca e Innovazione della Regione del Veneto.
Lo Sportello, istituito presso la Camera di Commercio italiana per la Romania , fornisce informazioni a tutti gli imprenditori italiani desiderosi di saperne di pi sui fondi strutturali e sulle opportunit di finanziamento che questi offrono.

Per ottenere maggiori informazioni sui bandi gi pubblicati, su quelli di prossima attivazione, sulle condizioni di eleggibilit e per ricevere la newsletter periodica sui fondi strutturali Vi preghiamo di prendere contatto con il referente dello Sportello Europa Romania.


Sportello Europa Romania
c/o Camera di Commercio italiana per la Romania
Tel: +40 (0)21 310.23.15/16/17
Fax: +40 (0)21 310.23.18
E-mail: sportelloeuropa@cameradicommercio.ro
Str. Franceza 13 2 piano
030102 Bucarest Romania
Referente: Matteo Peri
NEWS FONDI STRUTTURALI
Programma Operativo Regionale (POR)
Bilancio 2012 nella regione Nord-Ovest
I progetti firmati nel 2012 nelle Province della Regione Nord-Ovest (Bihor, Bistrita-Nasaud, Cluj, Maramures, Satu Mare e Salaj) e finanziati attraverso il POR, hanno un valore pari 115 milioni di euro (di cui 75 milioni di euro erogati a fondo perduto).
Questi dati sono stati resi noti, tramite un comunicato stampa, dallAgenzia d Sviluppo Nord-Ovest, responsabile per limplementazione del Programma a livello regionale.
Complessivamente, nella stessa regione, il POR finanzia 392 progetti (valore: 449 milioni di euro di cui 155 milioni di euro gi spesi e rendicontati).
Il grado di contrattazione dei fondi disponibili ammonta a 91,9% mentre il grado di assorbimento ha toccato il 27,10%.
Alla regione Nord-Ovest sono stati stanziati dal POR (periodo 2007-2013) 488,63 milioni di euro. Sono stati presentati oltre 1.100 progetti per un valore complessivo di circa 1 miliardo di euro.
Programma Nazionale di Sviluppo Rurale (PNDR)
Prolungato il termine per la Misura 123
LAutorit di Management (AM) del PNDR ha recentemente annunciato che la scadenza per la presentazione dei progetti a valere sulla Misura 123 - Crescita del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali stato posticipata dal 18 gennaio 2013 al 1 febbraio 2013 (ore 12:00).
Varie
AM POR e AM PODCA, sotto lo stesso Ministero
Il Governo, riunitosi in data 4 gennaio 2013, ha approvato il Decreto per lorganizzazione e il funzionamento del Ministero dello Sviluppo Regionale e dellAmministrazione Pubblica (MDRAP), attraverso cui il Ministero dello Sviluppo Regionale e del Turismo (MRDT) ha rilevato dal Ministero dellAmministrazione e degli Interni (MAI) attivit e strutture/istituzioni da questi dipendenti (nonch il relativo personale).
Sotto la supervisione del nuovo ministero MDRAP opereranno anche lAutorit di Management (AM) del POR, che dipendeva dal MRDT, e lAM PODCA (Programma Operativo Sviluppo Capacit Amministrativa), questultimo vincolato in precedenza al MAI.
Supporto UE al trasporto intermodale in Romania
LUE stanzier un milione di euro, provenienti dai fondi del Programma TEN T (Trans-European Transport Network), per uno studio volto a valutare fattibilit e impatto della creazione di una piattaforma di trasporto intermodale presso laeroporto internazionale di Cluj-Napoca.
Il progetto prevede la concezione di un nuovo nodo di trasporto intermodale che consenta un agevole passaggio di passeggeri e merci da mezzi di trasporto su gomma a quelli ferroviari e aerei.
Uno dei principali ostacoli per la realizzazione della piattaforma rappresentato dalla considerevole distanza (4 km) che separa la linea ferroviaria dallaeroporto: lo studio di fattibilit dovr analizzare quindi le modalit di costruzione della linea e la sua integrazione nellinfrastruttura aeroportuale.
Il progetto sar finalizzato entro novembre 2014.
Pagamento dellIVA allincasso della fattura
Il nuovo regime IVA, che prevede il versamento dellIVA allincasso della fattura e non alla sua emissione, verr applicato a partire dal 1 gennaio 2013, come da modifiche apportate nel corso del 2012 al Codice Fiscale.
Secondo il nuovo sistema lesigibilit della tassa interviene al momento dellincasso del controvalore delle merci vendute o dei servizi prestati o, nel caso di fatture non incassate, al compimento del 90 giorno dalla data di emissione della fattura.
Il Codice Fiscale prevede che, dal 1 gennaio 2013, due categorie di contribuenti debbano applicare in modo obbligatorio il nuovo regime IVA:
  • I soggetti imponibili che siano registrati a fini IVA, abbiano la sede della propria attivit economica in Romania e il cui fatturato nellesercizio precedente non superi il valore di 2.250.000 RON;
  • I soggetti imponibili che abbiano la sede della propria attivit economica in Romania e che si registrino a fini IVA nellesercizio in corso.
HOME
SPORTELLO BALCANI
in collaborazione con lAssessorato all'Economia e Sviluppo, Ricerca e Innovazione della Regione del Veneto
NUOVI FONDI DALLUE ALLEX REPUBBLICA JUGOSLAVA DI MACEDONIA
Lo scorso 14 dicembre la Commissione europea ha annunciato che, nei prossimi due anni, allocher 56 milioni di euro per lEx repubblica Jugoslava di Macedonia: tali fondi dovranno aiutare il paese nelle riforme del sistema giudiziario, delleconomia, del settore agricolo e dellambiente. Tramite lo strumento di preadesione, tale sostegno andr a favore anche delle riforme della pubblica amministrazione, nonch della questione delle frontiere con la Serbia e lAlbania.
UNGHERIA RICONOSCE LA REPUBBLICA DI MACEDONIA
Un portavoce del Ministro degli affari esteri ungherese ha annunciato, lo scorso 17 dicembre, che il proprio Governo ha riconosciuto lex Repubblica jugoslava di Macedonia con il nome di Repubblica di Macedonia, spiegando che tale riconoscimento rientra nelle relazioni bilaterali con i paesi dei Balcani. Il Ministro macedone per gli affari esteri ha accolto con favore questa decisione ungherese, che dimostra i buoni rapporti bilaterali che intercorrono tra i due paesi. Sono 15 in totale gli Stati Membri che riconoscono la dicitura di Repubblica di Macedonia: Regno Unito, Slovenia, Slovacchia, Bulgaria, Ungheria, Austria, Estonia, Repubblica Ceca, Irlanda, Lituania, Lussemburgo, Polonia, Romania e Svezia.
CROAZIA, ULTIMI FONDI DI PREADESIONE
Lo scorso 14 dicembre la Commissione europea ha approvato inoltre lultimo programma di aiuto di preadesione previsto per la Croazia, con un importo di 46,8 milioni di euro, che finanzieranno alcune misure di rafforzamento della capacit amministrativa e di protezione dei diritti fondamentali. I fondi serviranno inoltre a migliorare le infrastrutture frontaliere, alla ristrutturazione di alcuni istituti detentivi, a sostenere le organizzazioni della societ civile ed a finanziare alcune attivit di sminamento. A partire dal 2007, lUnione europea ha erogato alla Croazia, come strumento di preadesione, quasi un miliardo di euro.
CROAZIA, AIUTO DALLA SVIZZERA
Nei giorni scorsi il Presidente della Commissione europea Barroso ha chiesto alla Svizzera di sostenere finanziariamente la Croazia: la Confederazione elvetica gi sostiene alcuni paesi dellEuropa centrale ed orientale entrati in Unione europea nel 2004 e 2007 ed il sostegno anche alla Croazia non pu essere che auspicabile. Tale aspetto sar discusso il prossimo 29 gennaio in occasione di un incontro tra i rappresentanti dellUE e la Svizzera.
CROAZIA, AGEVOLAZIONI PER PROGETTI STRATEGICI DINVESTIMENTO
Nei giorni scorsi il governo croato ha annunciato che prossimamente verr emanata una nuova legge sui progetti strategici dinvestimento: la nuova normativa dovrebbe infatti agevolare gli investimenti ed eliminare tutti gli ostacoli amministrativi per i progetti che il Governo andr ad inserire nellelenco dei progetti di interesse strategico nazionale. Lobiettivo finale quello di abbreviare e velocizzare lottenimento della documentazione necessaria per la realizzazione del progetto.
BOSNIA-ERZEGOVINA, APERTURA ALLOMC
Il Commissario De Gucht ed il Ministro bosniaco per il commercio hanno siglato, lo scorso 19 dicembre, un protocollo di accordo bilaterale sullaccesso al mercato dei beni e servizi, necessario per ladesione della Bosnia-Erzegovina allOMC, a cui candidata dal 1999. Per accedere allOMC tuttavia, la Bosnia-Erzegovina deve ugualmente concludere degli accordi bilaterali simili anche con gli altri paesi membri.
BOSNIA-ERZEGOVINA, SOSTEGNO ALLE RIFORME DA PARTE DELLUE
Lo scorso 21 dicembre lUnione europea ha annunciato di voler erogare quasi 85 milioni di euro al paese per sostenerne le riforme, in particolare per quanto riguarda lefficacia del sistema giudiziario, la sicurezza dei trasporti, linclusione sociale. Tali fondi, che provengono dal programma annuale dello strumento di pre-adesione, dovranno inoltre contribuire a rafforzare la lotta alla criminalit organizzata, al terrorismo ed alla corruzione.
BOSNIA-ERZEGOVINA, ELIMINATI NUMEROSI DAZI DOGANALI
Linizio del nuovo anno vede delle importanti novit nellambito dei dazi doganali dal momento che, a partire dal 1 gennaio 2013, sono stati eliminati tutti i dazi doganali su determinati beni provenienti dallUnione Europea ed importati nel paese. I beni interessati da tali provvedimenti, risultato dellaccordo sul commercio allinterno dellaccordo di Stabilizzazione ed Associazione, sono: le autovetture usate, alcune tipologie di frutta e verdura e i loro derivati, i derivati del latte, la carne di manzo e di vitello, il caff, alcuni tipi di tessuto, la benzina e determinati oli.
KOSOVO, NUOVI FONDI PER LE RIFORME
Lo scorso 10 gennaio la Commissione europea ha annunciato che destiner 65 milioni di euro al Kosovo per sostenere il processo di riforme in atto nel paese. Tali fondi si inseriscono nel programma annuale 2013 per il Kosovo, e saranno utilizzati per le riforme di giustizia, del sistema delle pubbliche amministrazioni, degli investimenti nelleducazione e nello sviluppo regionale; si dovr inoltre contribuire a stimolare lo sviluppo del settore privato, in particolare per quanto riguarda le PMI. Questo sostegno dovr inoltre essere utilizzato per supportare alcune importanti riforme politiche nel paese, in particolare per quanto riguarda il dialogo con la Serbia, la questione dei visti e la revisione strategica della missione EULEX.
SERBIA, NUOVI FONDI PER LE RIFORME
Lo scorso 21 dicembre la Commissione europea ha annunciato di aver sbloccato circa 170 milioni di euro per sostenere gli sforzi in Serbia, soprattutto nellambito delle riforme da attuare in fase di pre-adesione. Tali fondi saranno destinati principalmente al miglioramento dellapparato giudiziario, al rafforzamento delle capacit del paese in materia di asilo e di lotta alla criminalit organizzata, nonch allo sviluppo sociale generale della Serbia. Sono previsti inoltre 19 milioni di euro per il supporto alla ricerca ed alleducazione.
ALBANIA, NUOVO STUDIO DI FATTIBILITA' DELLA STAZIONE MULTIMODALE DI TIRANA
Nei giorni scorsi la compagnia Ital-Ferr ha consegnato al Municipio di Tirana lo studio di fattibilit della stazione multimodale della capitale. Lo studio prevede lo sviluppo dei trasporti per i prossimi 15 anni e la costruzione di un terminal delle dimensioni di circa 80.000 m2. Linvestimento, che sar di circa 20 milioni di euro, sar finanziato dalla Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo.
HOME
SPORTELLO USA
Eurosportello Veneto-Stati Uniti nasce per dare assistenza e supporto informativo alle PMI Venete interessate ad investire e/o ad esplorare ed operare nel mercato americano. Con lobiettivo di promuovere e rafforzare la cooperazione transatlantica, lo sportello fornisce informazioni ed assistenza anche ad imprese americane interessate a diverse forme di cooperazione transatlantica orientandone il focus e gli obiettivi verso il territorio veneto.
Lo Sportello ha base a New York ed il frutto di un accordo di collaborazione con lunico ufficio della rete europea Enterprise Europe Network (EEN) presente negli Stati Uniti. Lo sportello opera coordinandosi con le istituzioni italiane, con la rete delle camere di Commercio Italiane negli Stati Uniti e con istituzioni e soggetti americani attivi nel sostegno allimprenditoria. La costituzione e il rafforzamento di tale network sono condizione necessaria per stimolare e partecipare attivamente al Programma europeo di cooperazione transatlantica, fornendo in questo modo alle imprese strumenti e opportunit concrete di confronto costruttivo attraverso la presentazione di progetti condivisibili soprattutto nellambito della Ricerca e dellinnovazione.

Eurosportello Veneto - USA
c/o EABO (European American Business Organization)
Tel: +1 347 821 2384
Fax: +1 212 972 3026
E-mail: debacco@eurosportelloveneto.it
Referente: Beatrice De Bacco
HOME
SPORTELLO APRE
GIORNATA NAZIONALE: FP7 FUEL CELLS AND HYDROGEN JOINT UNDERTAKING
Roma, 21 gennaio 2013 MIUR, Piazza Kennedy, Sala C
Organizzato da: APRE, per conto del MIUR, in stretta collaborazione con FCH-JU e lENEA.
Giornata informativa nazionale sull'ultimo bando dell'Impresa Congiunta Idrogeno e celle di combustione (FCH-JU) e sulle novit introdotte da Horizon2020.
Il prossimo 15 Gennaio 2013 sar pubblicato lultimo bando relativo allImpresa Congiunta per lidrogeno e le celle a combustibile (FCH-JU) nellambito del 7 Programma quadro per la Ricerca e lInnovazione (2007-2013).
La giornata nazionale vuole fornire informazioni relative alla FCH-JU, allultimo bando pubblicato e alle novit introdotte da Horizon2020.
Lincontro offre non solo una panoramica su alcuni progetti di successo promossi a livello europeo ma anche il rilevante contributo delle industrie che, nonostante lassenza di strumenti nazionali di sostegno e laltalena delle scelte regionali, hanno sviluppato tecnologie innovative per lidrogeno e le celle a combustibile.
Per informazioni, si prega di contattare: Gloria Peasso peasso@apre.it ; Chiara Pocaterra pocaterra@apre.it
Tel. +39 (0)6 48939993. Programma
A4MIT - ALLIANCE FOR MATERIALS ITALIA : PER UNA VISIONE ITALIANA NEI MATERIALI
Roma, 6 febbraio 2013 Miur, Piazzale Kennedy 20 - Sala C
Organizzato da: A4MIT
La scienza e ricerca sui materiali tocca trasversalmente ogni settore industriale. Riuscire a creare un effettivo coordinamento tra questi differenti settori, pur nel rispetto delle relative autonomie, interessi e strategie una condizione essenziale per ottenere un migliore ed efficace uso delle potenzialit innovative della comunit scientifica dei materiali.
La piattaforma A4Mit nasce con lambiziosa idea di riunire gli attori del mondo della ricerca e dellinnovazione del settore dei materiali di tutta la value chain, (coloro che generano conoscenza sulla scienza dei materiali, che trasferiscono la conoscenza sul mercato, che hanno nella produzione di materiali un business di mercato e che trasformano i materiali in beni), per affrontare insieme le importanti sfide dei programmi di ricerca come i Grand Challenge Europei.
Questa collaborazione pu inoltre contribuire a superare alcune limitazioni odierne dei programmi di ricerca e innovazione, che sono ancora quasi tutti sectoral driven.
Durante lAssemblea Generale verranno presentati i primi risultati raggiunti e discussi i passi per il futuro.
Ulteriori informazioni.
VISUALIZZA TUTTI I BANDI DI RICERCA APERTI
HOME
GOING ABROAD, A CURA DI EUROCULTURA
Eurocultura, fondata nel 1993, un'associazione culturale con sede a Vicenza, che si assegnata il compito di facilitare i propri soci nella realizzazione di attivit di lavoro, stage, volontariato e formazione all'estero. Il suo obiettivo di fornire un quadro completo sia delle opportunit all'estero sia delle difficolt da superare, il che permette ai soci di trovare l'offerta adeguata alle proprie necessit.

Eurocultura
Via del Mercato Nuovo, 44/G
36100 Vicenza
Tel. 0444 - 964 770
Fax 0444 - 960 129
E-mail info@eurocultura.it
Website www.eurocultura.it
HOME
Centro di formazione in Europrogettazione Venice International University
Isola di San Servolo Venezia
Dal 1999 viene organizzato (spesso in pi edizioni annuali) il Master in Europrogettazione, aperto a tutti coloro che intendano affrontare gli aspetti legati alla redazione e allo sviluppo di un progetto europeo: dalla ricerca e individuazione delle informazioni al partenariato, dal budget alla definizione di un piano di comunicazione e disseminazione efficace. Il Master ha un taglio pratico e operativo, ed adatto sia a chi si accosta per la prima volta alla progettazione europea, sia a chi ha gi acquisito esperienza e desidera strutturare al meglio le proprie competenze. Largo spazio lasciato all'esercitazione in piccoli gruppi omogenei, in base ai settori di provenienza degli allievi.
Il Master offre inoltre un periodo di assistenza alla redazione di un progetto, che l'interessato svilupper autonomamente con l'assistenza dei nostri tutors, e al termine del quale potr conseguire il Master (non obbligatorio per l'allievo, a cui viene comunque rilasciato un attestato di frequenza).
Dal 2004 al Master in Europrogettazione stata affiancata la Scuola di gestione dei progetti europei, finalizzata ad approfondire tutte le problematiche inerenti la vita di un progetto approvato: i rapporti con la Commissione europea, le tecniche e gli strumenti di gestione dei progetti e del partenariato, il monitoraggio e la valutazione, la gestione economico-finanziaria e la rendicontazione. Anche in questo caso linterattivit tra docenti e allievi riveste una importanza cruciale per la ottimale riuscita del corso: per questo lasciato ampio spazio a domande ed esercitazioni.
Entrambi i percorsi durano ciascuno una settimana a tempo pieno, durante la quale sono previste iniziative collaterali e servizi aggiuntivi, che variano a seconda delle edizioni: approfondimenti, seminari facoltativi, ecc.
Il Centro offre inoltre seminari specialistici, di progettazione su varie tematiche: ambiente, ricerca, cooperazione territoriale, apprendimento permanente, ecc. solitamente in concomitanza con luscita di bandi particolarmente rilevanti. I seminari hanno normalmente una durata di una o due giornate, e si concentrano su un bando o su un programma specifico di particolare complessit e attualit, oppure su temi di rilevanza trasversale.
Il Centro in grado di concludere convenzioni e accordi con enti e imprese che avessero la necessit di formare un numero significativo di persone, orientando e finalizzando la formazione alle loro specifiche esigenze, e realizzando direttamente le attivit didattiche presso le strutture richiedenti.
Per ulteriori informazioni:
http://www.europelago.it/dove.asp
HOME
INFORMAZIONI SPECIALIZZATE DALLUE, IN COLLABORAZIONE CON EUROREPORTER
La Redazione di Eurosportello Informa, grazie alla collaborazione con Euroreporter, web site per "linformazione europea su misura", offre una rubrica di approfondimenti tematici dall Europa su: evoluzione normativa, giurisprudenza, consultazioni pubbliche, regolamentazione tecnica, progetti tansfrontalieri, conferenze e altri eventi, partenariati e accordi di settore, studi e rapporti di organismi pubblici o privati, posizioni delle associazioni di categoria europee o nazionali, azioni politiche e di lobbying, reazioni comunitarie ad iniziative nazionali o viceversa, progressi tecnologici, tendenze di mercato.
Per visualizzare lelenco cliccare il seguente link:
www.euroreporter.eu.
HOME
CONTATTI
Per non ricevere la newsletter cliccare QUI

Eurosportello informa - Anno XVII N 1 2013


Pubblicazione quindicinale di Eurosportello del Veneto
Via delle Industrie 19/d 30175 Venezia-Marghera Tel.041/0999411 Fax. 041/0999401
Website www.eurosportelloveneto.it E-mail: europa@eurosportelloveneto.it

Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1376 del 15/12/00

Direttore Responsabile: Gian Angelo Bellati
Comitato di redazione: Roberta Lazzari, Francesco Pareti

Hanno collaborato: Roberto Bassetto, Sara Codognotto, Rossana Colombo,Beatrice De Bacco, Francesco Lovat, Laura Manente ,
Filippo Mazzariol, Daniela Nardello, Matteo Peri, Brankica Raskov, Dubravka Skopac,
Alessandra Vianello, Alessandro Vianello

HOME