<
n° 9
15/5/2009
Numero 9
Numero 9

15 Maggio 2009

THE CARTHAGE INVESTMENT FORUM
Tunisi, 24 e 25 giugno 2009

Incontro sul tema La tutela del marchio/brevetto e altre forme di tutela dei diritti di propriet intellettuale e industriale - Verona 28 maggio 2009

SOMMARIO:
Iniziative prossima attuazione
Normativa Comunitaria
Approfondimenti
Gare d'appalto
Ricerca Partner
Bandi Europei
Bandi Fondi Strutturali
Euro Cooperazioni
Sportello Europa Romania
Sportello Balcani
Sportello Veneto USA
Sportello APRE
Informazioni specializzate dall'UE, in collaborazione con Euroreporter
Contatti

Il 24 e 25 giugno p.v a Tunisi, presso lhotel El Mouradi Gammarth, si terr l11 edizione del Carthage Investment Forum, evento annuale organizzato dallAgenzia Tunisina per la promozione degli Investimenti Stranieri (FIPA), allo scopo di promuovere la possibilit di investimento in Tunisia. I panel del forum saranno dedicati ai vantaggi degli investimenti in Tunisia per gli stranieri, al settore dellelettronica e dellelettromeccanica, alle risorse umane, allattivit di ricerca e sviluppo ed alle infrastrutture connesse presenti in Tunisia, allattrattivit della Tunisia dal punto di vista dellindustria della salute e del benessere ed al settore dellagricoltura e dellindustria agroalimentare. Nellambito della fiera saranno proposte numerose occasioni di incontro tra le diverse aziende partecipanti. Per ulteriori informazioni e per la registrazione al forum www.carthageforum.investintunisia.tn/index.php

Scarica il programma

Unioncamere del Veneto Eurosportello e la Camera di Commercio di Verona in coordinamento con il sistema camerale del Veneto e con il patrocinio del Corpo Consolare del Veneto, organizzano un incontro sul tema La tutela del marchio/brevetto e altre forme di tutela dei diritti di propriet intellettuale e industriale.
Lincontro si terr il 28 Maggio 2009 alle 9:00 presso la Camera di Commercio di Verona Sala Transatlantico con lobiettivo di fornire informazioni sui principali rischi di violazione del marchio e della propriet intellettuale/industriale e i metodi pi efficaci per tutelarli in Europa e Paesi Terzi in particolare USA, Cina e Russia.
Qualora interessati, Vi preghiamo di compilare la scheda di adesione che troverete nella brochure allegata e dinviarla entro il 22 Maggio a Unioncamere del Veneto Eurosportello Veneto tramite fax o e-mail (0410999401; europa@eurosportelloveneto.it).
Per maggiori informazioni potete contattare Unioncamere del Veneto Eurosportello Veneto (dott.ssa Stefania De Santi - tel. 0410999411 e-mail europa@eurosportelloveneto.it).

HOME

INIZIATIVE DI PROSSIMA ATTUAZIONE

CORSO DI EUROFORMAZIONE - Marghera-Venezia, 8/4/2009-3/7/2009

Eurosportello Unioncamere del Veneto, con il co-finanziamento della Regione Veneto, organizza il Corso di Euroformazione 2009, che si terr, con cadenza settimanale, a partire da mercoled 8 aprile 2009 fino al 3 luglio 2009.
Il Corso, completamente gratuito ed aperto a tutti, sar articolato in 25 sessioni, frequentabili singolarmente, dedicate ai pi rilevanti temi del diritto e della politica europea (programma allegato). La frequenza, inoltre, sar valida ai fini della pratica professionale di Avvocato e Consulente del Lavoro.


Per iscriversi basta inviare via fax o tramite e-mail la scheda di adesione, almeno una settimana prima della data di realizzazione del modulo cui si interessati a partecipare.


http://www.eurosportelloveneto.it/corsoProgettazione.asp?mnuSel=11

LINK AD ALTRE INIZIATIVE:
APPELLO ALLA MANIFESTAZIONE DINTERESSE - FORNITURA DI SERVIZI SPECIALISTICI E DI CONSULENZA PER UNIONCAMERE DEL VENETO - EUROSPORTELLO DEL VENETO
SETTORE HO.RE.CA. (HOTEL, RESTAURANT AND CATERING) - CAMERA DI COMMERCIO ITALIANA IN BULGARIA E NATIONAL ASSOCIATION HOTEL, RESTAURANT, CAFETERIA - PROGRAMMA EVENTI E FIERE 2009

B2B MEETING: ISRAELE, NOVEMBRE 2009 - SETTORE ACQUA (DESALINIZZAZIONE, TRATTAMENTO E RICICLAGGIO, EFFICIENZA ED OTTIMIZZAZIONE, IRRIGAZIONE

SETTIMANA DEL MADE IN ITALY IN TUNISIA - TUNISI, 6-13 DICEMBRE 2009

SIAMAP 2009 - Tunisi, 18-22 novembre 2009

Dal 18 al 22 novembre p.v. a Tunisi, presso il Palazzo delle Esposizioni, si terr il SIAMAP 2009 , esposizione internazionale biennale di agricoltura, meccanizzazione agricola e pesca che offre ai professionisti del settore la possibilit di promuovere la propria impresa a livello internazionale e scambiare esperienze e conoscenze. Le categorie espositive presenti saranno Attrezzature e prodotti agricoli (apparecchiature agricole e

per lirrigazione, semi e piante, allevamento, veterinaria,floricultura, etc.) e Attrezzature e prodotti per la pesca (cantieri navali, apparecchiature di pesca, acquicoltura, dispositivi di navigazione, etc.) . La fiera, giunta alla 10 edizione, prevede svariate attivit complementari allesposizione, quali conferenze scientifiche ed iniziative culturali. Per ulteriori informazioni e registrazioni: www.siamap.com/ang/index.html

HOME

NORMATIVA COMUNITARIA

CONSUMATORI

DIRETTIVA 2009/22/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 aprile 2009 relativa a provvedimenti inibitori a tutela degli interessi dei consumatori (Versione codificata) (Testo rilevante ai fini del SEE) (GUUE L 110/2009)

COMUNICAZIONE della Commissione al Consiglio, al Parlamento Europeo e al Comitato Economico e Sociale Europeo - Contribuire allo sviluppo sostenibile: il ruolo del commercio equo e solidale e dei programmi non governativi in ambito commerciale a garanzia della sostenibilit
COM(2009) 215 definitivo

POLITICA REGIONALE E COORDINAMENTO DEGLI STRUMENTI STRUTTURALI

DECISIONE della Commissione del 29 aprile 2009 relativa alla liquidazione dei conti degli organismi pagatori degli Stati membri per le spese dellesercizio finanziario 2008 finanziate dal Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) [notificata con il numero C(2009) 3219] (2009/373/CE) (GUUE L 116/2009)

POLITICA INDUSTRIALE, CERTIFICAZIONE, SICUREZZA

DECISIONE della Commissione dell'8 maggio 2009 relativa al finanziamento di un programma di lavoro per il 2009 riguardante strumenti di formazione nei settori della sicurezza alimentare, della salute e del benessere degli animali e della fitosanit (2009/375/CE) (GUUE L 116/2009)

HOME

APPROFONDIMENTI

GRUPPO DI LAVORO SUL TEMA FOTOVOLTAICO Venezia, 26 maggio 2009

Il giorno 26 maggio 2009 avr luogo presso la sede di Unioncamere del Veneto alle ore 9,00 un Gruppo di Lavoro sul tema Fotovoltaico organizzato nellambito della Convenzione PMI 2008/2009, Progetto n. 3 Gruppi di lavoro tematici per laumento del tasso di partecipazione di PMI, centri di ricerca ed enti veneti alla progettazione comunitaria. La giornata si pone lobiettivo di

facilitare lelaborazione congiunta di idee progettuali a valere sui bandi comunitari da parte di imprese e ricercatori e docenti dellUniversit Ca Foscari.
Per ulteriori informazioni in merito al programma e scheda di registrazione si prega di contattare la dr.ssa Erica Holland: tel. 041 0999411, e-mail: erica.holland@eurosportelloveneto.it .

4-7 GIUGNO 2009, FESTA ITALIANA A BUCAREST - ROMANIA

Dal 4 al 7 giugno a Bucarest, nel cuore della citt, si terr la Festa Italiana , patrocinata dallAmbasciata dItalia a Bucarest ed organizzata e promossa dalla Camera di Commercio Italiana per la Romania ed UNIMPRESA Romania, associazione nata nel 2003 che aderisce a Confindustria, Confesercenti e Confagricoltura. La Festa Italiana si inquadra nellambito delle iniziative che le diverse organizzazioni italiane presenti in Romania realizzano ogni anno nella

capitale nel periodo della festa nazionale; tale evento si propone di realizzare una promozione mirata al servizio della diffusione dellimmagine dellItalia e dei suoi prodotti in Romania nei settori enogastronomico, industriale e turistico. Le attivit promozionali prevedono la messa a disposizione di stand per lesposizione di prodotti, la distribuzione di materiale illustrativo ed informativo e la degustazione.

UNIVERSIT IUAV DI VENEZIA: SETTIMANA DI FORMAZIONE STAFF TRAINING

LUniversit Iuav di Venezia organizza nella settimana dal 18 al 22 maggio una settimana di formazione Staff Training.
Si tratta di unazione nellambito del programma dellUnione Europea LLP Lifelong Learning Programme Erasmus Apprendimento Permanente -, che offre al personale docente e tecnico amministrativo lopportunit di svolgere un periodo di formazione allestero presso un Istituto di Istruzione Superiore o presso unimpresa ospitante. Questo tipo di mobilit mira al trasferimento di competenze, allacquisizione di capacit pratiche e allapprendimento di buone prassi da parte dei beneficiari.
Sulla base di queste possibilit la nostra Universit nella sua sede storica ai Tolentini coinvolger i colleghi tecnico amministrativi e

docenti delle universit europee pi prestigiose con cui avviare uno scambio di buone pratiche assieme ai tecnici amministrativi e docenti dello Iuav. In particolare lateneo presenter le procedure, i servizi e le attivit offerti dalle proprie strutture strategiche e nello stesso tempo approfondir le stesse modalit di lavoro adottate in altri sedi europee. Tredici sono gli ospiti stranieri provenienti da universit francesi, spagnole, tedesche, da ununiversit turca e da una finlandese che potranno partecipare a tre distinti gruppi di lavoro: lofferta didattica internazionale, la comunicazione internazionale e la ricerca internazionale.
Segretaria organizzativa: Universit IUAV di Venezia - Maria Gatto - Progetti Internazionali, Tolentini - Santa Croce 191 -30135 Venezia (Italia) tel. +39.041.257-1720/1739 fax +39.041.257-1760 www.iuav.it

I PROGRESSI DI QUESTA LEGISLATURA IN AMBITO DI COESIONE

Lo scorso 16 aprile, la Commissione dello Sviluppo regionale del Parlamento europeo si riunita per fare il bilancio dei progressi realizzati sul piano della politica di coesione in questo periodo di legislatura. Nel corso dellincontro Danuta Hbner, Commissario alla politica regionale, ha evidenziato, oltre alla necessit di un rafforzamento della cooperazione territoriale, i contributi apportati dalla Commissione, ed in particolare di come sia stata posta grande attenzione alla competitivit in tutte le regioni ed allintegrazione dei nuovi stati membri nei sistemi politici. Il Presidente del Comitato

delle Regioni, Luc van den Brande, ha dimostrato apprezzamento per come la politica di coesione sia stata in grado di adattarsi alle sfide; i principali progressi nel periodo di programmazione 2007-2013 sono stati il Regolamento sul GECT (Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale) e liscrizione del concetto di coesione territoriale nel Trattato. Van den Brande ha inoltre insistito sulla necessit di evitare ogni tentativo di rinazionalizzazione ed ha ricordato che la politica di coesione territoriale deve essere applicata a tutte le politiche settoriali della Comunit.

IL FUTURO DELLA POLITICA DI COESIONE EUROPEA

La riunione degli Stati Generali del Consiglio dei Comuni e delle Regioni dEuropa (CCRRE), tenutasi a Malmo (Svezia), stata loccasione per un dibattito sul futuro della Politica di Coesione europea. In particolare, dagli interventi di David Sweet, direttore generale della DG Politica Regionale, e di Louis Le Pensec, vicepresidente del CCRREE, emerso che la distinzione tra zone urbane e zone rurali, tipica delle iniziative della passata politica di

coesione, non pi opportuna perch non si tratta necessariamente di due realt contrapposte ma, spesso, di un'unica realt economica. Inoltre si sottolineato che la futura politica di coesione dovr perseguire i seguenti nuovi obiettivi: 1) sostenibilit dello sviluppo economico, 2) accessibilit per tutti dei servizi pubblici, 3) ravvicinamento dei cittadini allUE in qualsiasi Regione europea.

AIUTACI A MIGLIORARE LA NOSTRA NEWSLETTER

La Redazione di Eurosportello Informa propone un breve questionario di valutazione sul prodotto, al fine di migliorare e adeguare il servizio in base alle esigenze dei lettori. La Redazione invita pertanto i lettori a compilare, e rinviare via fax al numero 041.0999401, il questionario accedendo al link: http://www.eurosportelloveneto.it/documenti/questionario.doc .

HOME

GARE DAPPALTO

Visualizza le GARE D'APPALTO per lavori, servizi e forniture.
Per ricevere le gare selezionate in base al vostro settore dattivit, iscrivetevi al servizio gratuito
EUROAPPALTI .

HOME

RICERCA PARTNER

Ricerca le Idee progettuali di partner stranieri interessati a presentare progetti europei con partner italiani.

HOME

BANDI EUROPEI

Apri lelenco completo dei bandi UE aperti, selezionati dalla Gazzetta ufficiale serie C e dai siti delle diverse Direzioni Generali della Commissione Europea.

HOME

BANDI FONDI STRUTTURALI

Programma di Sviluppo rurale 2007 - 2013. Apertura dei termini di presentazione delle domande per talune misure dell'asse 1 e dell'asse 2. Condizioni e priorit per l'accesso ai benefici.
Scadenza: 30/06/2009

Per ulteriori informazioni: http://www.regione.veneto.it/Bandi+Avvisi+Concorsi/Bandi/Riconoscimento+organismi+consulenza+2008.htm

GUIDA AI FINANZIAMENTI DELL'UNIONE EUROPEA
Si informa che sul sito di Eurosportello del Veneto disponibile la Guida ai finanziamenti dell'Unione Europea 2009.
Per scaricarla:
http://www.eurosportelloveneto.it/pubblicazioni/GUIDA2009.pdf

HOME

EURO COOPERAZIONI

Visualizza lelenco delle aziende straniere che cercano cooperazioni internazionali

HOME

SPORTELLO EUROPA ROMANIA

Lo Sportello Europa Romania nasce nel gennaio 2008 per dare supporto alle PMI italiane nella ricerca di informazioni sui fondi strutturali erogati dalle autorit romene nel periodo 2007-2013. E il risultato di un accordo tra alcune istituzioni italiane che da tempo operano in Romania per sostenere limprenditoria italiana nei suoi processi di internazionalizzazione, e che vantano notevole esperienza nella gestione di programmi comunitari.
Lo Sportello, istituito presso la Camera di Commercio italiana per la Romania , fornisce informazioni a tutti gli imprenditori italiani desiderosi di saperne di pi sui fondi strutturali e sulle opportunit di finanziamento che questi offrono.



Sportello Europa Romania


c/o Camera di Commercio italiana per la Romania


Tel: +40 (0)21 310.23.15/16/17
Fax: +40 (0)21 310.23.18


E-mail: sportelloeuropa@cameradicommercio.ro


Str. Franceza 13 2 piano


030102 Bucarest Romania
Referente: Matteo Peri

NEWS FONDI STRUTTURALI

Programma Operativo Crescita della Competitivit Economica (POS CCE)

Programma Operativo Sviluppo delle Risorse Umane (POS DRU)

Da giugno sar possibile presentare progetti di investimento per le PMI!
Il 6 maggio, in occasione della fiera annuale dedicata alle Piccole e Medie Imprese, sono stati lanciati due bandi per gli investimenti delle stesse PMI (Asse 1, Settore di Intervento 1.1: Investimenti produttivi e preparazione delle PMI per affrontare con successo il mercato concorrenziale internazionale Operazione a): Sostegno per il consolidamento e la modernizzazione del settore produttivo attraverso investimenti tangibili ed intangibili:

1)
contributo a fondo perduto sino a 1.075.000 RON (budget totale a disposizione 430 milioni di RON);
2)
contributo a fondo perduto compreso tra 1.075.001 6.450.000 RON (Budget totale a disposizione 344 milioni di RON).
Le attivit che possono essere finanziate:
estensione di una unit esistente per aumentare la capacit di produzione;
diversificazione della produzione di una unit esistente, con il lancio di nuovi prodotti o servizi;
modernizzazione dellimpresa, incluso il cambiamento del processo produttivo di una unit esistente;
acquisto di beni immateriali;
consulenza specifica e formazione strettamente collegata alle attivit di investimento sopra specificate.

Lintensit del contributo a fondo perduto pu raggiungere il 70% delle spese eleggibili.
Nel caso di investimenti di valore pi piccolo (1) la presentazione dei progetti avviene in modo continuo sino ad esaurimento del budget disponibile; nel caso di investimenti di valore maggiore (2) il termine per la presentazione il 10.08.2009.
La durata di implementazione di un progetto di massimo 2 anni dalla data di conclusione del contratto di finanziamento. Il sollecitante pu presentare solo un progetto a valere su questo bando.

A decorrere dal 24 aprile possibile presentare progetti strategici per sei linee di finanziamento
Le misure promosse sono:

-
Qualifiche europee Settore di Intervento 1.4 Qualit nella Formazione Professionale Continua (FPC): budget stanziato 50 milioni di euro;
-
Qualifica professionale unopportunit per il futuro Settore di Intervento 2.3 Accesso e partecipazione alla FPC: budget stanziato 125 milioni di euro;
-
Competenze per la competitivit Settore di Intervento 3.2 Formazione e supporto per imprenditori e dipendenti per promuovere la flessibilit: budget stanziato 50 milioni di euro;
-
Integrazione sul mercato del lavoro Settore di Intervento 5.1 Sviluppo e implementazione di misure attive di occupazione: budget stanziato 70 milioni di euro;
-
Aree rurali opportunit di occupazione Settore di Intervento 5.2 Promozione della sostenibilit a lungo termine delle aree rurali per quanto riguarda lo sviluppo delle risorse umane e loccupazione della forza lavoro: budget stanziato 125 milioni di euro;
-
Per una vita migliore Settore di Intervento 6.1 Sviluppo dellEconomia Sociale: budget stanziato 125 milioni di euro.
Il contributo a fondo perduto, calcolato sul totale delle spese eleggibili, varia tra l81% e il 98% a seconda della misura e della categoria di beneficiario.
Il termine per la presentazione dei progetti il 19 giugno 2009, ore 16:00.

Programma Operativo Regionale (POR)

Programma Nazionale di Sviluppo Rurale

POR: 21 microimprese hanno firmato i contratti di finanziamento nella regione Sud
Luned 27 aprile 2009 sono stati siglati i contratti di finanziamento grazie ai quali 21 microimprese della regione Sud Muntenia potranno ricevere un contributo a fondo perduto. Tali finanziamenti rientrano nel settore di intervento 4.3 Supporto allo sviluppo delle microimprese.
I contratti firmati, il cui valore supera i 3,4 milioni di euro, hanno come obiettivo lacquisizione di attrezzature e tecnologie moderne, per attivit di produzione, costruzione, prestazione di servizi, acquisto di sistemi IT, oltre alla costruzione / estensione / modernizzazione degli spazi di produzione / prestazione di servizi.
Per lintero periodo 2007-2013 sono stati stanziati per la Regione Sud Muntenia 28,47 milioni di euro per il settore di intervento 4.3, di cui 5,61 milioni di euro destinati al primo bando conclusosi il 16 giugno 2008.

1446 progetti approvati nellambito del Programma Nazionale di Sviluppo Rurale
Il Ministero dellAgricoltura, dei Boschi e dello Sviluppo Rurale ha pubblicato la situazione riepilogativa dei progetti presentati, selezionati e siglati alla data 24 aprile 2009.

  • 13.340 progetti presentati, per un valore totale di circa 5 miliardi di euro;

  • 1.857 progetti selezionati, per un valore totale di circa 970 milioni di euro;

1.446 contratti di finanziamento siglati, per un valore totale di circa 750 milioni di euro

HOME

SPORTELLO BALCANI

NEWS CROAZIA
Candidatura della Croazia

Il 13 marzo u.s. la Commissione Europea ha approvato un programma di cooperazione transfrontaliera tra Ungheria e Croazia. Per il primo triennio lUE stanzier un finanziamento di 19,3 milioni attraverso lIPA Instrument for Pre-Accession, mentre altri 5 milioni saranno stanziati dai due Stati interessati. Oltre la met dei fondi sar dedicato alle tematiche ambientali e del turismo sostenibile, mentre un quarto sar utilizzato per sviluppare la cooperazione economica e lo scambio di risorse umane tra i due paesi.
Unaltra importante novit riguarda la problematica questione del confine con la Slovenia, questione la cui soluzione stata indicata dal Presidente della Commissione Jose Manuel Barroso come requisito imprescindibile per laccoglimento della candidatura Croata. Il 5 maggio u.s. il Governo Croato ha pubblicato la notizia che i vertici dello Stato, dopo una consultazione con i rappresentati dei gruppi parlamentari, hanno deciso di accettare la proposta del Commissario

Europeo Olli Rehn per risolvere tale contenzioso con la Slovenia. La proposta di Rehn prevede che il confine sia stabilito da un tribunale arbitrale composto da 5 membri secondo le regole del diritto internazionale, ma i non sono ancora stati resi noti dettagli e i particolari. Infine si attende la pubblicazione del resoconto della riunione del Comitato Consultivo Misto Croazia UE del 5 maggio 2009. L'ordine del giorno comprendeva la questione della c.d. flessicurezzae le pi efficaci modalit di comunicazione del processo di adesione ai cittadini croati. Tra i partecipanti figurano rappresentanti di organizzazioni della societ civile croata e ceca, di associazioni di categoria internazionali, del Comitato Economico Sociale Europeo, della Direzione Generale Allargamento della Commissione, nonch di altre istituzioni dell'UE. Le conclusioni del Comitato Consultivo Misto Croazia UE saranno rivolte come raccomandazioni alle autorit dell'UE e a quelle della Croazia.

News Pesca

Si svolta ad Umago, dall8 al 10 maggio, la quarta edizione di Crofish, Fiera internazionale della pesca e dellattrezzatura ittica, unico evento specializzato sul territorio croato che rende possibile lincontro e la presentazione di tutti i soggetti presenti sul mercato nazionale e dei paesi limitrofi.
La collaborazione internazionale ed interregionale si dimostrato fattore essenziale nellambito dello sviluppo della pesca marittima e della maricoltura. Nel corso della fiera ci sono stati incontri e seminari che hanno contribuito allarricchimento delle nozioni professionali e dellinformazione in generale, nonch alla regolamentazione del mercato della pesca. In questo modo viene dato un contributo sostanziale allo sviluppo di temi quali ledificazione dellinfrastruttura ittica, il miglioramento del rapporto professionale, lapproccio alle attivit, lintensificazione della produzione ed

esportazione nonch laumento della concorrenza fra le aziende ittiche La manifestazione stata organizzata dalla citt di Umago e dalla Regione istriana, in collaborazione con la Camera nazionale di commercio, la Camera regionale di Pola, la Camera nazionale degli artigiani, lEnte per il turismo della citt di Umago, lAgenzia per lo sviluppo dellIstria, della Regione istriana lUnione cooperative lAgenzia per lo sviluppo rurale dellIstria. Da segnalare anche il partenariato con la Fiera di Ancona in cui si terr, dal 22 al 24 maggio, la Fiera Internazionale della Pesca, che sar sede di incontri e punto di aggregazione per dibattere i problemi che pescatori e responsabili di settore devono affrontare in campo commerciale, economico, tecnologico e sociale, oltre che promuovere ed analizzare direttive comunitarie ed azioni finalizzate alladeguamento dei settori interessati.

NEWS SERBIA

- Lo scorso 8 maggio il vicepresidente del Governo della Repubblica di Serbia per le integrazioni europee, Bozidar Djelic, ha confermato lapprovazione, da parte della Commissione europea, di un sussidio di 100 milioni di euro alla Serbia, spiegando che si tratta di un sussidio a fondo perduto incluso nel miliardo di euro del fondo di preammissione dellUnione europea, destinato alla prosecuzione delle riforme nel processo di integrazione europea in corso nel paese.

- Il vicepresidente del Governo della Repubblica di Serbia per le integrazioni europee ed il vicepresidente della Banca europea per gli investimenti (BEI) hanno firmato a Belgrado, nei giorni scorsi, laccordo sulla fondazione e le attivit di un ufficio regionale della BEI in Serbia.
Nella stessa occasione il ministro delle Finanze locale, Diana Dragutinovic, ha firmato laccordo quadro tra la BEI e la Serbia , mentre la vicegovernatrice della Banca popolare di Serbia, Ana Gligorijevic, ha firmato laccordo finanziario chiamato Lapex prestito per le PMI tra la Repubblica di Serbia, la Banca popolare di Serbia e la BEI per un valore complessivo di circa 250 milioni di euro.
Quello in Serbia il primo ufficio regionale della BEI fuori dellUnione europea, ed un chiaro segnale del futuro europeo della Serbia. Lapertura dellufficio della BEI avverr non appena la Serbia presenter la candidatura ufficiale allUnione europea; lapex prestito per le PMI un mutuo, dal tasso di interesse favorevole, che rientra nelle operazioni finanziarie della BEI come sussidio per superare gli effetti della crisi e per favorire ladesione allintegrazione europea. Laccordo tra la BEI e la Serbia servir a finanziare i progetti in Serbia nei settori dellenergia, delle infrastrutture, della sanit e dellistruzione, dello sviluppo delle PMI e del settore della ricerca.

HOME

SPORTELLO VENETO USA

Eurosportello Veneto-Stati Uniti nasce per dare assistenza e supporto informativo alle PMI Venete interessate ad investire e/o ad esplorare ed operare nel mercato americano. Con lobiettivo di promuovere e rafforzare la cooperazione transatlantica, lo sportello fornisce informazioni ed assistenza anche ad imprese americane interessate a diverse forme di cooperazione transatlantica orientandone il focus e gli obiettivi verso il territorio veneto.
Lo Sportello ha base a New York ed il frutto di un accordo di collaborazione con lunico ufficio della rete europea Enterprise Europe Network (EEN) presente negli Stati Uniti. Lo sportello opera coordinandosi con le istituzioni italiane, con la rete delle camere di Commercio Italiane negli Stati Uniti e con istituzioni e soggetti americani attivi nel sostegno dellimprenditoria. La costituzione e il rafforzamento di tale network sono condizione necessaria per stimolare e partecipare attivamente al Programma europeo di cooperazione transatlantica, fornendo in questo modo alle imprese strumenti e opportunit concrete di confronto costruttivo attraverso la presentazione di progetti condivisibili soprattutto nellambito della Ricerca e dellinnovazione.

Eurosportello Veneto - USA
c/o EABO (European American Business Organization
Tel: +1 347 821 2384
Fax: +1 212 972 3026
E-mail: debacco@eurosportelloveneto.it
Referente: Beatrice De Bacco

FOCUS

PERCHE INVESTIRE IN CN

I Fase
Connecticut, il posto giusto in cui crescere, che offre la combinazione perfetta tra fattore economico, sociale, culturale e di qualit della vita, tale da renderlo il luogo ideale per lespansione del proprio business, anche in chiave industriale. Il Connecticut, che conta 3,5 milioni di abitanti, un piccolo stato di circa 5000 miglia di estensione, per il 60% coperto da foreste, con circa un centinaio di parchi naturali e pi di 200 miglia di coste; la moderna rete di trasporti che si estende sul suo territorio offre lefficiente e veloce accessibilit che lo rendono uno degli stati pi moderni e tecnologicamente avanzati al mondo. La prossimit economica e culturale ai centri del Massachusset ed a New York, oltre alla sensibilit del proprio governo federale in merito alle politiche ambientali, fanno s che il Connecticut sia un luogo ideale in cui vivere. Da un punto di vista economico, le ultime statistiche indicano che pi di mille aziende straniere sono locate l, ed impiegano circa 80000 persone; la crisi globale ha tuttavia colpito anche questa regione, portando il tasso di disoccupazione dal 5.5% di febbraio 2008, al 7.4% di febbraio di questanno. Delle 100000 aziende presenti sul territorio, che impiegano complessivamente circa 1,65 milioni di persone, solo il 5% di queste ha pi di 100 lavoratori, mentre il 75% impiega meno di 10 persone. L11% delle persone opera nel settore manifatturiero, il 18% nel campo delleducazione e della salute ed il 18% nel commercio e nei trasporti. Il PIL annuo pro capite in questo stato, circa 56000 dollari, il pi alto della Nazione. Nel 2008 il Connecticut ha esportato beni per circa 15 miliardi di dollari, in particolar modo macchinari industriali ed aerospaziali. Attualmente il commercio tra Connecticut ed Italia, che si trova al 22 posto tra i partner commerciali di questo stato, non cos sviluppato come invece ci si auspicherebbe. Il Dipartimento delleconomia e dello sviluppo comunitario, lagenzia statale che promuove la crescita economica, ha di recente sviluppato una strategia basata sui distretti, come accade gi in Veneto. Nello specifico, il Connecticut ha identificato lambito aerospaziale, quello delle bio-scienze, dellassicurazione e finanza, delle manifatture metalliche, delle plastiche e dei software. Tra le industrie leaders in queste aree figurano United Technologies, Pfizer ed Aetna.

HOME

SPORTELLO APRE

BANDO IAPP: PARTENARIATI E PERCORSI PROFESSIONALI INDUSTRIA-UNIVERSIT

Linvito a presentare proposte IAPP stato realizzato sulla base delle precedenti Azioni Marie Curie per il trasferimento delle conoscenze.
Lobiettivo favorire la cooperazione tra enti di ricerca e imprese sulla base di progetti o programmi di ricerca congiunti. Il bando IAPP punta ad incoraggiare lo scambio di competenze tra il settore commerciale e quello non commerciale, tra organismi di ricerca pubblici e privati, per stimolare una collaborazione di lungo termine.

Beneficiari: tra i partner possono figurare universit e imprese di tutti i tipi e di tutte le dimensioni, di almeno due diversi Stati membri o Paesi Associati.
Le proposte devono includere, come minimo, una organizzazione di ogni settore.
Scadenze: 27/07/2009 Importo disponibile: . 65 000 000

INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PER AZIONI NEL SETTORE ECOINNOVAZIONE DEL PROGRAMMA CIP

L'Agenzia Esecutiva per la Competitivit e l'Innovazione (EACI) pubblica un invito a presentare proposte per azioni nel settore dell'ecoinnovazione del programma quadro per la competitivit e l'innovazione (CIP).
Il bando prevede il finanziamento di progetti di Ecoinnovazioni in diversi settori che si propongano la prevenzione o la riduzione degli impatti ambientali o che contribuiscano all'uso ottimale delle risorse. Si rivolge principalmente alle organizzazioni che hanno sviluppato un prodotto, servizio, prassi di gestione o processo di tipo ambientale

con risultati comprovati, ma non ancora pienamente commercializzati. L'iniziativa Eco-Innovation intende superare le barriere che ostacolano una piena diffusione sul mercato, trasformando prodotti e processi in futuri successi europei nel campo dell'ecoinnovazione e della sostenibilit viene incoraggiata la partecipazione delle PMI .
Termine per la presentazione delle proposte: 10/09/2009
Documentazione disponibile al sito:
http://ec.europa.eu/environment/eco-innovation/application_en.htm

LINKUP

LINKUP un social network recentemente creato da ASTER e conta gi oltre 1100 iscritti. Si propone come punto d'incontro tra tutti i soggetti che operano nell'ecosistema dell'innovazione in Italia: centri di ricerca, imprese e loro associazioni, centri di servizio e di trasferimento tecnologico, parchi scientifici, consulenti e finanziatori.
Ogni partecipante pu configurare il proprio profilo personale, creare una rete di contatti, pubblicare contenuti testuali o multimediali in un blog o nel forum, commentare i contributi di altri, collaborare all'attivit di gruppi di interesse specializzati o proporne la creazione e gestirli, segnalare eventi, contribuire allo sviluppo stesso della struttura di LINKUP , che pensata per adattarsi con flessibilit alle esigenze dei partecipanti.
Lobiettivo non quello di diffondere esclusivamente contenuti creati da ASTER: LINKUP un progetto aperto, vive cio della partecipazione e delle proposte di tutti i membri della community e intende creare condivisione, collaborazione e circolazione di idee tra persone operanti a livello nazionale in strutture e ambiti di attivit differenti e complementari.
I principali nuclei di contenuto attorno ai quali LINKUP si sviluppa riguardano:
accesso a finanziamenti pubblici e privati a ricerca e innovazione;
soggetti e risultati della ricerca, competenze offerte e richieste;

propriet intellettuale, con particolare attenzione ai brevetti provenienti dal mondo della ricerca;
domande e offerte di tecnologia segnalate da reti europee o italiane;
strumenti, attivit e buone prassi di collaborazione ricerca-impresa e trasferimento tecnologico;
creazione d'impresa.
I temi del finanziamento della ricerca, della realizzazione di progetti e della creazione di partnership sono quindi centrali.
E importante notare che il motore di LINKUP come di tutti i social network la conversazione tra i membri e la generazione di rapporti di conoscenza e fiducia. I servizi ed i contenuti pi complessi e lunghi non vengono diffusi fisicamente attraverso il sito, che funziona invece come luogo di segnalazione di risorse ed opportunit disponibili altrove e di interazione con utenti o partner. LINKUP quindi un ambiente che ben si presta a fungere da sportello o da help desk aperto ad uno scambio continuo sia con i destinatari dei servizi sia con organizzazioni omologhe, per condividere esperienze e buone prassi.
Vi anche un ulteriore motivo per essere presenti in LINKUP: i membri della community non sono solamente destinatari di messaggi, ma potenziali risorse qualificate da coinvolgere nelle fasi di ideazione, realizzazione e test di nuove attivit e servizi. In questo senso LINKUP intende rappresentare un incubatore di progetti che ovviamente troveranno spazio e sviluppo in altre sedi. (http://linkup.aster.it)

RACCOMANDAZIONE SUL SISTEMA UNIFICATO RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE IN MATERIA DI BREVETTI

La Commissione Europea ha recentemente adottato una raccomandazione sul sistema unificato delle controversie in materia di brevetti (Unified Patent Litigation System - UPLS) che mira ad ottenere lautorizzazione da parte del Consiglio per negoziare un accordo per la creazione dello stesso UPLS.
Le diverse competenze nel campo dei brevetti rendono necessario il coinvolgimento della Comunit Europea, gli Stati Membri e altre parti interessate dalla Convenzione per il Brevetto Europeo (European Patent Convention) come la Svizzera e la Norvegia.
Sar la Corte Europea di Giustizia, con una struttura dotata di tribunali di prima istanza decentralizzati, ad avere giurisdizione sia sul futuro brevetto comunitario che in materia di brevetti europei.

Secondo la Commissione lattuale sistema per la risoluzione delle dispute in materia di brevetti, complesso, lento e costoso, potrebbe diventare pi pratico ed efficiente in modo da sostenere anche linnovazione e la competitivit. Il sistema unificato renderebbe, inoltre, il processo di brevettazione pi accessibile, soprattutto per le PMI. Durante la negoziazione, la Commissione, con lassistenza di uno speciale comitato, assicurer che le premesse descritte nella bozza di accordo siano coerenti con la creazione del brevetto comunitario.
Link utili:
http://ec.europa.eu/internal_market/indprop/docs/patent/
recommendation_sec09-330_en.pdf


PROGETTO CHANGE: IL SISTEMA CAMERALE AL SERVIZIO DELLE PMI IN MATERIA DI ENERGIE RINNOVABILI E RISPARMIO ENERGETICO NUOVA AREA INFORMATIVA SUL SITO http://www.eurosportelloveneto.it/

Energia e imprese

La questione energetica ha assunto negli ultimi anni un peso rilevante sia in considerazione delle oscillazioni dei prezzi del petrolio (e quindi delle ripercussioni sulla bolletta energetica del sistema Paese e sulla competitivit delle imprese), sia in considerazione degli impegni presi in sede internazionale per la riduzione delle emissioni climalteranti. In particolare, i paesi avanzati si sono impegnati a ridurre i consumi di energia (efficienza energetica) ed a introdurre progressivamente fonti energetiche rinnovabili (solare, eolico, biomassa).
A tal proposito sono state definite, a livello comunitario e nazionale, politiche e misure di intervento che movimentano considerevoli quantit di risorse economiche, che si stimano in crescita per i prossimi anni.

Con lintento di sensibilizzare e informare le piccole e medie imprese sulle opportunit economiche derivanti dalle politiche energetiche e dagli incentivi in vigore, nonch sulle principali tecnologie per lefficienza energetica e per la produzione di energia da fonti rinnovabili stata allestita - sul sito http://www.eurosportelloveneto.it/ - unarea informativa specifica, realizzata nellambito del progetto CHANGE finanziato dal programma comunitario Intelligent Energy Europe.
Tale settore mira anche ad informare e sensibilizzare gli operatori e le imprese che possono proporsi per la realizzazione degli interventi energetici, agevolati e non, e che operano nei settori collegati e riconducibili allefficienza energetica e alle fonti rinnovabili.

Le misure d'intervento
La richiesta di energia in costante crescita ed soddisfatta prevalentemente da risorse energetiche primarie non rinnovabili e di origine fossile, responsabili delle emissioni in atmosfera di gas climalteranti, il che ha accresciuto di molto lattenzione ai problemi energetici ed ambientali. Negli anni andata maturando la convinzione che, oltre alla promozione della produzione decentralizzata di energia da fonti rinnovabili, sia strategico intervenire anche sui livelli e sulle modalit di consumo delle risorse energetiche per poter garantire un equilibrato e duraturo sviluppo e mitigare i processi di cambiamento climatico oramai in atto. In particolare, ne convinta l Unione Europea che gi nella primavera del 2007 (Decisione del Consiglio Europeo dell 8-9 marzo 2007) ha fissato gli obiettivi in tema di energia ed ambiente da perseguire entro il 2020, obiettivi che entro la fine del 2009 saranno resi operativi dalladozione da parte del Parlamento europeo delle relative direttive, che dovranno poi essere recepite dagli Stati membri.
Gli orientamenti comunitari, a cui anche il nostro Paese fa riferimento nel definire le politiche energetiche e selezionare le misure per le imprese, possono essere sintetizzati nella seguente strategia:

  • migliorare lefficienza degli usi finali dellenergia;

  • promuovere la produzione di energia da fonti rinnovabili.

I documenti scaricabili dalla sezione informativa che si trova sul sito di Eurosportello del Veneto cliccando sul logo del progetto CHANGE, hanno un taglio operativo e sono rivolti alle piccole e medie imprese che intendano realizzare interventi di ottimizzazione dei consumi energetici o microimpianti per la generazione di energia da fonti rinnovabili. La finalit supportare le imprese nella comprensione ed attuazione delle nuove politiche sullenergia, illustrando in modo chiaro ed efficace gli incentivi e le agevolazioni disponibili, le possibili aree dintervento e gli adempimenti necessari per usufruirne.


Tecnologie per l'efficienza energetica


I consumi energetici possono essere ridotti realizzando interventi di ottimizzazione energetica delle strutture dove si realizza lattivit dimpresa, oppure del ciclo produttivo. La finalit migliorare, a parit di prodotto ottenuto, lefficienza degli usi finali di energia.

Le schede presenti nell'area informativa di CHANGE hanno un taglio operativo e sono rivolte a illustrare, alle piccole e medie imprese che vogliano realizzare interventi di ottimizzazione dei consumi energetici, le tecnologie a disposizione e la convenienza economica a realizzare linvestimento.


Tecnologie per le fonti energetiche rinnovabili
In questaltra sezione presente nellarea informativa di CHANGE sono ospitati approfondimenti sulle fonti energetiche rinnovabili che presentano le maggiori potenzialit di sviluppo in Italia e per le quali vi sono a disposizione tecnologie competitive.

Le schede hanno un taglio operativo e sono rivolte ad illustrare, alle piccole e medie imprese che vogliano realizzare impianti per la produzione di energia da fonti energetiche rinnovabili, le tecnologie a disposizione, il dimensionamento tecnico ed economico e la convenienza economica a realizzare linvestimento.

HOME

INFORMAZIONI SPECIALIZZATE DALLUE, IN COLLABORAZIONE CON EUROREPORTER

La Redazione di Eurosportello Informa, grazie alla collaborazione con Euroreporter, web site per linformazione europea su misura, offre una rubrica di approfondimenti tematici dall Europa su: evoluzione normativa, giurisprudenza, consultazioni pubbliche, regolamentazione tecnica, progetti tansfrontalieri, conferenze e altri eventi, partenariati e accordi di settore, studi e rapporti di organismi pubblici o privati, posizioni delle associazioni di categoria europee o nazionali, azioni politiche e di lobbying, reazioni comunitarie ad iniziative nazionali o viceversa, progressi tecnologici, tendenze di mercato.Per visualizzare lelenco cliccare il seguente link: http://www.euroreporter.eu/bollettino_quindicinale_word.asp .

HOME

CONTATTI

Per non ricevere la newsletter ciccare QUI
Eurosportello informa - Anno XIII N 9 2009
Pubblicazione quindicinale di Eurosportello del Veneto
Via delle Industrie 19/d 30175 Venezia-Marghera Tel.041/0999411 Fax. 041/0999401
http://www.eurosportelloveneto.it/ E-mail: mailto:europa@eicveneto.it


Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1376 del 15/12/00

Direttore Responsabile: Gian Angelo Bellati
Comitato di redazione: Roberta Lazzari, Francesco Pareti

Hanno collaborato: Roberto Bassetto, Elisabetta Bianchini, Sara Codognotto, Rossana Colombo , Mattia Esposito, Erica Holland , Laura Manente , Filippo Mazzariol , Matteo Peri, Samuele Saorin, Alessandra Vianello , Alessandro Vianello

HOME