<
n° 6
30/3/2017
EUROSPORTELLO INFORMA

n 6
30 marzo 2017


Enterprise Europe Network la pi grande rete a supporto delle PMI a livello mondiale, presente in pi di 60 Paesi e composta da oltre 600 partner locali, raggruppati localmente in consorzi.

La Rete e i suoi membri mettono a sistema la propria esperienza sul business a livello internazionale con le competenze locali per supportare lintroduzione dellinnovazione nel mercato.

La Rete fornisce assistenza personalizzata alle imprese per accelerarne la crescita, sviluppare nuovi partenariati commerciali e tecnologici, favorire laccesso al credito e la partecipazione a programmi di finanziamento europei

EUROSPORTELLO

NEWS - eventi
ALPINE DAYS 2017 Evento di incontri bilaterali Graz (Austria), 6 aprile 2017
LABC DELLERASMUS PER I GIOVANI IMPRENDITORI
Numerosi i partecipanti allincontro del 16 Marzo scorso a Padova
Gioved 16 marzo, presso lUfficio Progetto Giovani di Padova, si tenuto lincontro dal titolo Le opportunit per l'estero: Erasmus per Giovani Imprenditori con la collaborazione di Unioncamere - Eurosportello del Veneto, ente con esperienza pluridecennale nellinformazione ed assistenza alla partecipazione a progetti e programmi comunitari.
Lappuntamento rientrava nel ciclo L'ABC del giovane imprenditore, rivolto a giovani che vogliano ricevere un orientamento e informazioni pratiche su come concretizzare la propria idea di impresa.
Lintervento stato a cura di Geyleen Gonzalez (Unioncamere - Eurosportello del Veneto), che ha presentato l Erasmus per Giovani Imprenditori, programma di scambio finanziato dalla Commissione Europea per supportare i nuovi o aspiranti imprenditori ad acquisire le competenze necessarie per avviare e/o gestire con successo una piccola impresa in Europa.
I partecipanti apprendono e scambiano conoscenze e idee di business collaborando con imprenditori gi affermati in un altro Paese europeo, per un periodo da 1 a 6 mesi, usufruendo di un supporto finanziario per la durata del loro soggiorno allestero.
A seguire, la testimonianza della neo imprenditrice Sara Mendogni appena rientrata dal suo periodo di scambio trascorso in Spagna presso unimpresa di consulenza specializzata in progetti europei nel settore dellErasmus Plus. Sara ha raccontato ai presenti la propria positiva esperienza, arricchente sia dal punto di vista lavorativo che umano e i risvolti professionali futuri ad essa collegati.
Il team di Unioncamere - Eurosportello del Veneto a completa disposizione per supportarvi nel partecipare a questa iniziativa finanziata dalla Commissione Europea.
Per maggiori informazioni, visitare il sito ufficiale www.erasmus-entrepreneurs.eu e rivolgersi a Eurosportello del Veneto: tel. +039 041 0999 411
Geyleen Gonzalez: geyleen.gonzalez@eurosportelloveneto.it
Sara Ortolani: sara.ortolani@eurosportelloveneto.it,
Elisabetta Gecchele: erasmus@eurosportelloveneto.it
BIO-SENSING TECHNOLOGY 2017 5 CONFERENZA INTERNAZIONALE EVENTO DI INCONTRI BILATERALI
RIVA DEL GARDA-VERONA, 7 AL 10 MAGGIO 2017
La 5 International Conference on Bio-Sensing Technologies si terr quest'anno in Italia a Riva Del Garda, dal 7 al 10 maggio 2017, e sono attesi oltre 300 partecipanti internazionali da 40 paesi.
La Conferenza verter sui pi recenti e autorevoli sviluppi dal punto di vista sia accademico che imprenditoriale, mettendo in luce le buone prassi e i casi di successo relativi all'applicazione delle tecnologie della bio-sensoristica ed individuando i requisiti per sviluppare una tecnologia con prospettive di successo commerciale.
Le tecnologie applicate alla bio-sensoristica sono di grande importanza per i settori della sanit, dellagricoltura, dellambiente e della sicurezza e questo confermato dalla costante crescita globale di tali tecnologie.
I 5 temi sono: novel biomarkers, biosensor interface, novel detection technologies, integrated systems e commercialisation and impact.
Nell'ambito della conferenza, sulla scia del successo dell'edizione 2015, la rete Enterprise Europe Network organizza un evento internazionale di brokeraggio tecnologico che avr luogo il 10 maggio 2017.
L'evento rappresenta una grossa opportunit per incontrare partner accademici e industriali con un interesse nel campo delle tecnologie della bio-sensoristica e loro applicazioni, attraverso incontri face-to-face dedicati e pre-organizzati.
La partecipazione alla Conferenza non obbligatoria per poter partecipare all'evento B2B, il quale gratuito: necessario registrarsi al seguente link, inserendo il proprio profilo di cooperazione: https://www.b2match.eu/biosensing2017 scegliendo come Local Support Office Eurosportello del Veneto.
E' inoltre possibile registrarsi alla Conferenza separatamente a questo link.
Per assistenza ed informazioni contattare Rossana Colombo tel. 041 0999415 - e-mail: rossana.colombo@eurosportelloveneto.it - Roberto Bassetto - tel. 041 0999419 - e-mail: roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it.

Questionario di gradimento dei servizi Unioncamere - Eurosportello del Veneto
Per una valutazione dei servizi offerti nel nostro territorio, vi chiediamo di rispondere a un breve questionario che ci permetter di conoscere meglio lutilizzo dei nostri servizi da parte delle imprese e dei soggetti del territorio e il vostro grado di soddisfazione.
Il questionario anonimo ed possibile accedervi cliccando qui.

Vi ringraziamo anticipatamente per la collaborazione!
fornitura di servizi specialistici e di consulenza
Appello alla manifestazione d'interesse - fornitura di servizi specialistici e di consulenza per Unioncamere del Veneto - Eurosportello del Veneto
NORMATIVA COMUNITARIA
QUESTIONI GENERALI, ISTITUZIONALI E FINANZIARIE
COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE Verifica ex post dell'addizionalit 2007 - 2013 COM(2017) 138 final
politica sociale
RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO sull'attuazione del regolamento (UE) 2016/369 del Consiglio sulla fornitura di sostegno di emergenza allinterno dellUnione COM(2017) 131 final
ENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO PER UNA POLITICA DEI RIMPATRI PI EFFICACE NELL'UNIONE EUROPEA - UN PIANO D'AZIONE RINNOVATO
COM/2017/0200 final
Link al documento 1
Link al documento 2
TELECOMUNICAZIONI, SOCIETA DELLINFORMAZIONE
COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI Quadro europeo di interoperabilit - Strategia di attuazione COM/2017/0134 final
Link al documento 1
Link al documento 2
Link al documento 3
POLITICA EUROPEA DI SICUREZZA COMUNE
COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO Valutazione dell'attuazione della strategia dell'UE in materia di droga 2013 - 2020 e del piano d'azione dell'UE in materia di lotta contro la droga 2013 - 2016: necessaria continuit con un piano d'azione dell'UE in materia di lotta contro la droga 2017 2020 {SWD(2017) 95 final} COM(2017) 195 final
TUTELA DELLA SALUTE

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO in conformit all'articolo 59, paragrafo 4, della direttiva 2001/83/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 6 novembre 2001, recante un codice comunitario relativo ai medicinali per uso umano (Testo rilevante ai fini del SEE) COM(2017) 135 final
gare d'appalto
Visualizza le GARE D'APPALTO per lavori, servizi e forniture.
Per ricevere le gare selezionate in base al vostro settore dattivit, iscrivetevi al servizio gratuito EUROAPPALTI.
ricerca partner
Ricerca le Idee progettuali di partner stranieri interessati a presentare progetti europei con partner italiani.
bandi europei
Apri lelenco completo dei bandi UE aperti, selezionati dalla Gazzetta ufficiale serie C e dai siti delle diverse Direzioni Generali dell Europea.
bandi e fondi strutturali
ASSE 3 - Competitivit dei sistemi produttivi
Azione 3.3.4 "Sostegno alla competitivit delle imprese nelle destinazioni turistiche, attraverso interventi di qualificazione dell'offerta e innovazione di prodotto/servizio, strategica ed organizzativa"
Sub-azione B Sviluppo e il consolidamento di Reti di imprese e/o club di prodotto Informazioni dettagliate e riferimenti alla struttura alla pagina del bando\
Scheda riassuntiva [file pdf 220kB]
Sub-azione C Investimenti innovativi nel settore ricettivo turistico Informazioni dettagliate e riferimenti alla struttura alla pagina del bando Scheda riassuntiva [file pdf 216kB]
Interreg Italia - Croazia
La Giunta regionale del Veneto marted 7 marzo scorso ha approvato, dal momento che la Regione attraverso la Unit organizzativa Autorit di gestione Italia-Croazia lAutorit di gestione dellomonimo Programma di Cooperazione transfrontaliera, le procedure e le date di apertura dei bandi per la raccolta dei progetti.
Il lancio dei bandi in due momenti:
  • il 27 marzo apriranno i termini per la presentazione delle proposte progettuali di capitalizzazione denominate Standard+ , la data chiusura il 10 maggio 2017;
  • Il 21 aprile sar aperto il secondo bando per la presentazione delle proposte progettuali Standard, data chiusura il 19 giugno 2017.
Nel complesso il Programma con queste prime uscite che riguardano tutti gli Assi prioritari mette a disposizione risorse finanziarie per poco oltre 78 MEUR del Fondo europeo di sviluppo regionale - FESR.
Tutte le necessarie informazioni e i dettagli per la partecipazione sono disponibili sul blog dedicato ai Programmi di Cooperazione territoriale europea, curato dalla scrivente Unit organizzativa,) clicca qui e direttamente sul sito web del Programma (clicca qui).
eurocooperazioni
Visualizza lelenco delle aziende straniere che cercano cooperazioni internazionali

sportello bruxelles

NOTIZIE DALLA SEDE DI BRUXELLES
ANNIVERSARIO DEI TRATTATI DI ROMA: LUE COMPIE 60 ANNI
Bruxelles - Sessantanni fa, i leader dei sei Stati membri fondatori si sono riuniti a Roma per sottoscrivere la creazione di un mercato comune europeo, ma soprattutto ununione per la pace e la prosperit che si poi esteso alla maggior parte del nostro continente. La capitale italiana ospita le celebrazioni per un anniversario importante, che cade in un momento storico dove in gioco proprio il futuro europeo.
I Trattati di Roma vengono firmati il 25 marzo 1957 dai rappresentanti di Belgio, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo e Paesi Bassi. Due gli accordi firmati con i quali si diede il via alla creazione della Comunit Economica Europea, con l'obiettivo di semplificare i rapporti commerciali, e a quella della Comunit europea dell'energia atomica.
L'integrazione commerciale avviata nel 1957 ha coinvolto negli anni sempre pi Paesi attratti dai successi dei Paesi che ne avevano aderito inizialmente. Alla base della Comunit Economica europea: la rimozione dei dazi doganali tra gli Stati membri e la libera circolazione delle merci, servizi, capitali e persone. I settori di cooperazione sono aumentati nel corso del tempo portando alla creazione dell'attuale Unione Europea. Il trattato che ha sancito la nasciata della Comunit economica europea ha attraversato diversi aggiornamenti ed ora meglio noto come il Trattato sul funzionamento dell'Unione europea.
LUnione Europea: passato e futuro
Il Presidente del Parlamento Antonio Tajani si recher a Roma dove presieder diversi incontri e dove parteciper alle celebrazioni per il sessantesimo anniversario dalla Firma dei Trattati. In tal occasione Tajani firmer inoltre, a nome del Parlamento, il testo della dichiarazione comune UE.
Il Parlamento ha avviato negli ultimi mesi una profonda riflessione su come l'Unione europea dovrebbe evolvere per rispondere meglio alle sfide moderne come la migrazione, squilibri economici e Brexit. Gli eurodeputati hanno adottato tre relazioni sul futuro dell'Europa durante la plenaria di Febbraio. Alla seduta di Marzo invece, hanno discusso un documento di strategia della Commissione Europea che definisce cinque possibili scenari per l'UE. Il dibattito proseguir a Roma nei colloqui tra i vari capi di Stato.
Proprio in occasione di una cerimonia di commemorazione a Bruxelles all'inizio di questa settimana, il Presidente Tajani ha dichiarato: L'Europa la nostra libert, l'Europa il nostro futuro e questo ci che dobbiamo consegnare ai nostri figli; un futuro di prosperit, di pace e di libert.
NOTIZIE DALLA SEDE DI BRUXELLES
COME FUNZIONA LARTICOLO 50 DEL TRATTATO SULLUNIONE EUROPEA
Il Governo britannico annuncer oggi lattivazione dellarticolo 50 del Trattato dellUnione europea. Lannuncio equivale alla richiesta formale di uscita del Paese dallUe. A partire da oggi Regno Unito e Unione europea avranno due anni per negoziare laccordo sulle modalit con cui avverr la separazione. Altro capitolo centrale: il futuro delle relazioni commerciali tra i due blocchi.
Riguardo allarticolo 50
Larticolo 50 del Trattato dellUnione europea definisce il processo attraverso il quale un Paese membro esce dallUe. La separazione dal progetto comunitario un atto volontario da parte di un singolo Stato e deve svolgersi in linea con i principi democratici attivi nel Paese. Una volta attivato, larticolo 50 apre a un periodo di minimo due anni di negoziati.
Se lobiettivo di entrambe le parti arrivare a un accordo, esiste anche lipotesi che questo non venga raggiunto.
Due accordi
Unione europea e Regno Unito hanno a disposizione minimo due anni di tempo per arrivare a stilare un accordo sulle modalit con le quali Londra uscir dal blocco comunitario tenendo in adeguata considerazione la struttura delle relazioni future con il resto dellUe.
La relazione futura tra Unione europea e Londra, infatti, sar al centro di ulteriori negoziati, la cui durata potrebbe essere superiore ai due anni, per un altro accordo.
La scadenza dei due anni di tempo applicata soltanto nel caso in cui tra le due parti non ci sia lombra di un accordo, mentre pu essere estesa nel caso in cui i negoziati pur procedendo abbiano bisogno di altro tempo.
Nel caso in cui si arrivi a una posizione comune, prima di entrare in vigore il testo dellaccordo sulle modalit di separazione di Londra dallUe dovr essere prima ratificato dal Regno Unito e poi approvato dal Parlamento Ue e da almeno 20 dei 27 Paesi dellUe.
Laccordo relativo al futuro delle relazioni tra Regno Unito e Unione europea, invece, ha bisogno dellunanimit dei Paesi membri dellUe per essere approvato.
Cosa contiene laccordo per la separazione del Regno Unito dallUe
Laccordo di separazione tra Regno Unito e Ue definisce le seguenti aree:
  • I diritti dei cittadini comunitari residenti nel Regno Unito
  • I diritti dei cittadini britannici residenti in altri Paesi Ue
  • Gli impegni economici britannici assunti in quanto Stato membro
  • La gestione delle questioni di frontiera (soprattutto tra Regno Unito e Irlanda)
  • La sede delle agenzie Ue
  • Impegni internazionali assunti dal Regno Unito in quanto Stato membro dell'Ue (Come ad esempio l'accordo sul clima di Parigi)
Cosa potrebbe coprire l'accordo sul futuro delle relazioni tra Ue e Regno Unito
L'accordo sul futuro delle relazioni tra Londra e Unione europea dovrebbe delineare l'insieme di condizioni attraverso le quali le due parti si impegnano a cooperare su un'ampia serie di temi: dalla difesa alla lotta contro il terrorismo, dalla tutela dell'ambiente alla ricerca e istruzione.
Un punto centrale dei negoziati quello relativo al futuro delle relazioni commerciali e in modo particolare se e come il Regno Unito manterr il diritto di accesso al mercato unico Ue o meno. Il testo potrebbe considerare l'applicazione di possibili tariffe e dazi al commercio, ma anche gli standard dei prodotti esportati verso l'Ue e in che modo risolvere potenziali dispute commerciali tra i due blocchi.
Come si svolgeranno i negoziati
Dal momento che Londra ha richiesto l'attivazione dell'articolo 50 spetter ora al Consiglio Ue, che rappresenta i Governi degli altri 27 Stati membri, definire le regole di base dei negoziati. I negoziati saranno poi condotti dalla parte Ue dall'ex Commissario Michael Barnier , nominato Capo Negoziatore. Barnier agir comunque nel rispetto del mandato e delle linee guida date dai governi nazionali. L'avvio ufficiale dei negoziati potrebbe essere annunciato anche tra poche settimane.
Michel Barnier ha gi presentato davanti al Parlamento Ue quali sono i principi di base a guidare i negoziati: le quattro libert associate al mercato unico sono indivisibili; ogni tipo di accordo di transizione deve essere di durata limitata, l'appartenenza all'Ue deve garantire esclusivit ed essere vantaggiosa per i suoi membri, ogni nuovo tipo di relazione futura deve essere stabilita attraverso un negoziato giusto e rispettoso delle regole del gioco, l'equilibrio tra diritti e doveri gi applicato ad altri Paesi non Ue deve essere tenuto in considerazione anche nei negoziati con Londra, nei confronti della quale anche auspicabile raggiungere un adeguato livello di cooperazione nella difesa e sicurezza.
Cosa succede se non si arriva a un accordo
Nel caso in cui giunti alla scadenza dei due anni i negoziati dovessero ancora essere lontani dal raggiungimento di un accordo e non si procedesse all'estensione dei tempi per raggiungerlo Londra dovrebbe lasciare l'Ue in modo automatico e le relazioni commerciali tra i due blocchi verrebbero regolate attraverso l'Organizzazione Mondiale per il Commercio (WTO).
Il Ruolo del Parlamento Ue
Senza il consenso del Parlamento Ue nessun accordo per la separazione di un Paese dall'Unione europea pu entrare in vigore. Gli eurodeputati approveranno nelle prossime settimane la risoluzione con la quale delineeranno i principi fondamentali da rispettare durante i negoziati.
A coordinare il lavoro del Parlamento stato nominato il deputato belga liberale Guy Verhofstadt, che potr contare sull'aiuto delle commissioni parlamentari. I deputati potranno comunque influenzare i negoziati adottando specifiche risoluzioni nelle quali sar espressa la posizione del Parlamento Ue.
alcuni dei prossimi eventi in programma
Il 3 e 4 Aprile: GUIDA AUTOMATIZZATA ED ASSISTITA Together, shaping the future
EUROPEAN COMMISSION Charlemagne Building 1000 (Brussels, Belgium)
Il 5 Aprile: GRUPPO DI LAVORO ISTITUZIONI UE: COMUNICARE CON L'EUROPA DOPO IL WHITE PAPER - EUROPEAN ASSOCIATION OF COMMUNICATION DIRECTORS - rue de la Loi 56, 1000 (Brussels, Belgium)
Il 6 Aprile: L'INDUSTRIA DEI PRODOTTI CONTRAFFATTI E PIRATATI
COMITATO SOCIALE ED ECONOMICO EUROPEO - Belliardstraat 99, 1000 (Brussel, Belgium)

sportello CROAZIA

Lo Sportello Croazia nasce per dare supporto alle PMI italiane nella ricerca di informazioni riguardo i fondi strutturali erogati dalle autorit croate dopo l'entrata della Repubblica di Croazia nell'Unione Europea, per il periodo 2014 - 2020. L'obiettivo principale quello di favorire lo sviluppo degli scambi commerciali fra la Regione Istriana e Litoraneo Montana e la Regione Veneto, nonch la collaborazione fra gli investitori delle Regioni sopracitate, fornendo informazioni ed assistenza ai processi di internazionalizzazione ed esportazione con particolare riferimento alle politiche comunitarie.

Lo Sportello, fornisce informazioni a tutti gli imprenditori italiani desiderosi di saperne di pi sui fondi strutturali e sulle opportunit di finanziamento che questi offrono.

Referente: Luca Pavanato
Eurosportello Unioncamere del Veneto
Via delle Industrie, 19/d
I 30175 Venezia
Tel. +39 041 099 9411
Fax +39 041 099 9401
E-mail: europa@eurosportelloveneto.it
Unioncamere Veneto Delegazione di Bruxelles
Avenue des Arts 19/D
Bruxelles 1000-B
Tel. segreteria 0032 25510490

bando
Sottomisura 9.1 Costituzione di associazioni e organizzazioni di produttori nei settori agricolo e forestale, la Sottomisura persegue i suoi obiettivi attraverso la seguente Operazione 9.1.1- Avviamento di gruppi e organizazioni di produttori nel settore agricolo/forestale

sportello apre

NOTIZIE
EHEALTH HUB: NUOVE INIZIATIVE IN PROGRAMMA IN AMBITO DI SALUTE DIGITALE
eHealth Hub, progetto finanziato nellambito del programma Horizon 2020 SC1, si rivolge a startups, PMI europee e stakeholders del settore eHealth offrendo dei servizi business-oriented volti a supportare il processo di commercializzazione di dispositivi eHealth, attrarre investimenti e supportare a livello normativo gli attori coinvolti nell'ambito di un quadro estremamente complesso.
Nellambito del progetto, i prossimi eventi in programma sono: La partecipazione agli eventi prevede la compilazione di un form specifico.
Sito web di riferimento: http://www.ehealth-hub.eu/
Per ulteriori informazioni: Silvia DallOsto (dallosto@apre.it) Caterina Buonocore (buonocore@apre.it)
Per ulteriori informazioni clicca qui
4 APRILE WEBINAR ON CLINICAL TRIALS FOR HORIZON 2020 PROJECTS
La rete Fit for Health 2.0, network di esperti che sostiene la partecipazione di centri di ricerca, universit e SME innovative ai progetti finanziati dall'UE in ambito salute, organizzer il prossimo 4 Aprile un webinar di approfondimento inerente i clinical trials in proposte HORIZON 2020.
Il webinar, tenuto dalla Dott.ssa Birte Kretschmer (EURICE), approfondir nello specifico, gli aspetti relativi ai clinical trials da considerare nella fase di scrittura proposta ed implementazione progetto. Il webinar si svolger dalle 10.00 alle 11.00 (CET Time).
La partecipazione al webinar gratuita previa registrazione (scadenza 29 Marzo 2017). Dato il numero limitato di posti disponibili, si raccomanda di procedere preventivamente alla registrazione.
Per ulteriori dettagli e registrazione, consultare la pagina dedicata
Per ulteriori informazioni:
Contattare NCP SC1 Caterina Buonocore (buonocore@apre.it), Bruno Mourenza (mourenza@apre.it) e NCP SC1 Support team Silvia DallOsto (dallosto@apre.it)
Per ulteriori informazioni clicca qui
CONCERT JOINT PROGRAMME FOR THE INTEGRATION OF RADIATION PROTECTION RESEARCH
Il programma europeo congiunto CONCERT Joint Programme for the integration of Radiation Protection Research ha previsto a Febbraio 2017 il lancio del secondo bando transnazionale per supportare progetti di ricerca nel settore della radio protezione.
Il bando coprir i seguenti argomenti di ricerca:
Topic 1: Understanding human health effects from ionising radiation and improving dosimetry.
Topic 2: Radioecology, emergency and social sciences and humanities.
La scadenza del bando prevista ad Aprile 2017.
Per maggiori informazioni consultare il seguente link: http://www.concert-h2020.eu/en/Calls/Transnational_Call_2017
Per ulteriori informazioni clicca qui
H2020, PUBBLICATO L'AGGIORNAMENTO DEL MODEL GRANT AGREEMENT
Pubblicata la versione aggiornata del Model Grant Agreement di H2020: disponibile al link: http://bit.ly/2ljdV2Q
Per ulteriori informazioni clicca qui
CONCORSO INTERNAZIONALE 2017
PREMIO IDEE INNOVATIVE E TECNOLOGIE PER LAGRIBUSINESS
UNIDO ITPO Italy, Ufficio in Italia per la Promozione Tecnologica e degli Investimenti dellOrganizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale, lieto di invitare voi e le realt del vostro network a partecipare al Concorso Internazionale 2017 Premio Idee Innovative e Tecnologie per lAgribusiness organizzato in collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche nell'ambito di Seeds&Chips, The Global Food Innovation Summit.
Il bando internazionale volto allindividuazione delle migliori idee e tecnologie innovative nel settore agribusiness provenienti da startup, imprese, universit, centri ricerca e uffici per il trasferimento tecnologico, che possano essere implementate nei paesi in via di sviluppo.
Le candidature devono essere inviate entro il 10 Aprile 2017 attraverso il seguente link:
http://www.unido.it/award2017/international_award/
I vincitori, selezionati da unapposita giuria, saranno invitati alla cerimonia di premiazione si terr a Milano il giorno 10 maggio 2017, nellambito della Special Conference - Inspire Power Food Security for Developing Countries nellambito di Seeds&Chips.
SCADENZA REACH 31 MAGGIO 2018: PREPARARSI SUBITO UNA PRIORIT SOPRATTUTTO PER LE PMI
Tutte le sostanze chimiche prodotte o importate nello Spazio economico europeo, in una fascia compresa tra 1 e 100 tonnellate l'anno, devono essere registrate entro il 31 maggio 2018 presso l'Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA). Si tratta dell'ultimo termine di registrazione stabilito dal regolamento CE n. 1907/2006 (cd. REACH) per le sostanze chimiche gi esistenti.
Un obbligo per le imprese che consentir per di raccogliere enormi quantit di dati sulle sostanze fabbricate o usate in Europa, migliorando, in ultima analisi, la salute dell'uomo e dell'ambiente.
La scadenza del 2018 coinvolger decine di migliaia di imprese di tutte le dimensioni che, se inadempienti, non potranno pi immettere legalmente sul mercato le sostanze chimiche prodotte o importate. Registrare le sostanze un processo che richiede tempo. E importante che sin dora le imprese comincino a valutare il proprio portafoglio, analizzare i volumi di vendita e produzione delle sostanze, verificare lesistenza di obblighi ai sensi del REACH e, nel caso, pianificare la gestione delle loro registrazioni per l'ultimo termine fissato. Un'identificazione corretta delle sostanze in questa fase essenziale. L'ECHA, gli Stati membri e le associazioni di settore sono a disposizione dei potenziali dichiaranti per offrire assistenza mirata.
Il Ministero dello Sviluppo Economico mette a disposizione delle imprese lHelpdesk REACH, che fornisce gratuitamente informazioni e assistenza diretta, mediante la risposta a quesiti specifici che possono essere inviati accedendo al servizio contatta Helpdesk. In alternativa, le imprese possono rivolgersi alle associazioni di settore o avvalersi del supporto dellECHA, consultando il sito dedicato REACH 2018, e formulando eventuali ulteriori quesiti direttamente all'Helpdesk ECHA (per aspetti legati all'utilizzo di IUCLID e REACH-IT).
L'ECHA ha in programma una serie di webinar con l'obiettivo di fornire una panoramica generale sulle sostanze che devono essere registrate, sulle informazioni necessarie e sugli elementi che incidono sui costi della registrazione.
Brochure

GOINg abroad, a cura di eurocultura

Eurocultura, fondata nel 1993, un'associazione culturale con sede a Vicenza, che gli assegnata il compito di facilitare i propri soci nella realizzazione di attivit di lavoro, stage, volontariato e formazione all'estero. Il suo obiettivo di fornire un quadro completo sia delle opportunit all'estero sia delle difficolt da superare, il che permette ai soci di trovare l'offerta adeguata alle proprie necessit.

Eurocultura
Via del Mercato Nuovo, 44/G
36100 Vicenza
tel. 0444 - 964 770
fax 0444 - 960 129
info@eurocultura.it
www.eurocultura.it

EUROREPORTER

La Redazione di Eurosportello Informa, grazie alla collaborazione con Euroreporter, web site per l'informazione europea su misura, offre una rubrica di approfondimenti tematici dall'Europa su: evoluzione normativa, giurisprudenza, consultazioni pubbliche, regolamentazione tecnica, progetti transfrontalieri, conferenze e altri eventi, partenariati e accordi di settore, studi e rapporti di organismi pubblici o privati, posizioni delle associazioni di categoria europee o nazionali, azioni politiche e di lobbying, reazioni comunitarie a iniziative nazionali o viceversa, progressi tecnologici, tendenze di mercato.
Per visualizzare l'elenco cliccare il seguente link: http://www.euroreporter.eu

CONTATTI

Per non ricevere la newsletter ciccare QUI
Eurosportello informa - Anno XXI N 6 2017
Pubblicazione quindicinale di Eurosportello del Veneto
Via delle Industrie 19/d 30175 Venezia-Marghera Tel.041 0999411 Fax. 041 0999401
www.eurosportelloveneto.it e-mail: europa@eurosportelloveneto.it

Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1376 del 15/12/00
Direttore Responsabile: Gian Angelo Bellati
Comitato di redazione: Roberta Lazzari

Hanno collaborato: Roberto Bassetto, Michela Bergamin, Chiara Bianchini, Rossana Colombo,
Stefania De Santi, Mirta Diminic,Laura Manente, Filippo Mazzariol, Luca Pavanato,Ludovica Munari,
Samuele Saorin,Alessandra Vianello,Alessandro Vianello