<
n° 14
30/7/2009
Numero 14
Numero 14

30 Luglio 2009

LItalia degli innovatori all'esposizione universale di Shanghai 2010 Opportunit espositive
SOMMARIO:
Iniziative prossima attuazione
Normativa Comunitaria
Approfondimenti
Gare d'appalto
Ricerca Partner
Bandi Europei
Bandi Fondi Strutturali
Euro Cooperazioni
Sportello Europa Romania
Sportello Balcani
Sportello APRE
Informazioni specializzate dall'UE, in collaborazione con Euroreporter
Contatti

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione e il Commissario Generale del Governo per l'Expo 2010 hanno siglato un Protocollo d'intesa per promuovere le eccellenze tecnologiche italiane in occasione dell'Expo 2010.


LEsposizione Universale 2010 - che si svolger a Shanghai dal1 maggio al 31 ottobre 2010 - un evento di portata internazionale straordinaria (200 nazioni e 70 milioni di partecipanti) che gli organizzatori hanno dedicato al tema Better City, better life, secondo cinque possibili tematiche: integrazione fra culture diverse, prosperit economica, innovazione tecnologica, rimodellamento delle comunit, interazione tra aree urbane e rurali.


Invitiamo, pertanto, le imprese, le universit, gli istituti di ricerca e i parchi scientifici e tecnologici a segnalarci le proprie innovazioni con lo scopo di presentarle in una mostra tematica dedicata allaITALIA DEGLI INNOVATORInel padiglione italiano a Shanghai, offrendo unoccasione unica di diffusione della creativit italiana nel mondo.


Le innovazioni selezionate potranno essere, inoltre, oggetto di seminari tematici, di incontri con interlocutori locali, di attivit di comunicazione appropriate (informazioni sui media, sul web, nellExpo virtuale, in pubblicazioni multilingua).


Saranno prese in considerazione le innovazioni secondo criteri che rappresentino lo spirito di innovazione diffuso, la piccola innovazione di grande utilit, la grande innovazione in piccole dimensioni o che comunque costituiscano una testimonianza delleccellenza tecnologica italiana.
Le innovazioni dovranno riguardare le innovazioni per la citt (negli aspetti di costruzione, gestione, organizzazione, conservazione e sviluppo) e le innovazioni per i cittadini e per la qualit della vita.


Gli ambiti di applicazione sono
:
costruzioni, architettura e urbanistica;
conservazione del patrimonio storico
sicurezza;
mobilit;
protezione civile;
ambiente;
salute;
e-government e servizi al cittadino;
comunicazioni e media


Possono partecipare i soggetti italiani che abbiano realizzato prodotti o servizi innovativi, gi commercializzati o in fase di commercializzazione.


Un Comitato tecnico del Ministero e del Commissario Generale effettuer la valutazione delle proposte sulla base dei seguenti criteri:

rispondenza dellinnovazione ai temi ispiratori dellExpo e della partecipazione italiana;

originalit/incisivit comunicativa con riferimento al contesto internazionale;

stadio di sviluppo dellinnovazione;

prospettive di utilizzo economico o sociale dellinnovazione.

Il termine ultimo per iscriversi alliniziativa il31 agosto 2009.


Qualora interessati e per maggiori approfondimenti sullevento in oggetto si prega di contattare (Roberto Bassetto - tel. 041 0999411;roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it).

HOME

INIZIATIVE DI PROSSIMA ATTUAZIONE

LINK AD ALTRE INIZIATIVE:
APPELLO ALLA MANIFESTAZIONE DINTERESSE - FORNITURA DI SERVIZI SPECIALISTICI E DI CONSULENZA PER UNIONCAMERE DEL VENETO - EUROSPORTELLO DEL VENETO
PROGRAMMA "ERASMUS PER GIOVANI IMPRENDITORI"
SETTORE HO.RE.CA. (HOTEL, RESTAURANT AND CATERING) - CAMERA DI COMMERCIO ITALIANA IN BULGARIA E NATIONAL ASSOCIATION HOTEL, RESTAURANT, CAFETERIA - PROGRAMMA EVENTI E FIERE 2009

ORIZON - FIERA, INCONTRI TRA AZIENDE E CONFERENZE SULLAMBIENTE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE
NMES (FRANCIA), 7-9 OTTOBRE 2009

OPPORTUNITA COMMERCIALI PER LE AZIENDE DEL VENETO DURANTE I FESTEGGIAMENTI DEL COLUMBUS DAY
NEW YORK, 5 -18 OTTOBRE 2009

MISSIONE ESPLORATIVA IN AZERBAIJAN

BAKU, 13-17 OTTOBRE 2009

WATEC 2009 - THE 5TH INTERNATIONAL WATER TECHNOLOGIES & ENVIRONMENTAL CONTROL EXHIBITION & THE 2ND INTERNATIONAL CONFERENCE TEL AVIV (ISRAELE), 17-19 NOVEMBRE 2009

SIAMAP 2009
TUNISI, 18-22 NOVEMBRE 2009

SETTIMANA DEL MADE IN ITALY IN TUNISIA TUNISI, 6-13 DICEMBRE 2009

Renexpo 24-27 Settembre 2009 Fiera delle energie rinnovabili e dell'efficienza energetica.
Augburg - Germania

Desideriamo informarVi che dal24 al 27 settembre 2009avr luogo presso il quartiere fieristico di Augsburg la decima edizione della fieraRENEXPO, salone internazionale dedicato al settore delleenergie rinnovabilied dellefficienza energetica.

La RENEXPO rappresenta una delle pi importanti piattaforme in Germania riguardante tutti i settori delle energie rinnovabili. Nel 2008 hanno partecipato al salone 302 espositori e 14.000 visitatori provenienti da 56 Paesi.


I 3 padiglioni previsti saranno suddivisi in diversearee tematiche: dalle biomasse, biogas ed energia del legno, alledilizia sostenibile e ristrutturazione secondo i criteri dellefficienza energetica, sino ai diversi rami delle energie rinnovabili come cogenerazione, pompe di calore, energia solare, idroelettrico, eolico e geotermia.
Per ulteriori informazioni:http://www.renexpo.de/media.html?&L=1 .
La Camera di Commercio Italiana di Monaco di Baviera mette a disposizione, per le aziende interessate ad una partecipazione, unostand di 15m2comprensivo dellallestimento base, linserimento allinterno del catalogo espositori e due pass espositori gratuiti.
In alternativa possibile la partecipazione allinterno di uno spazio collettivo con un propriodesk reception, un porta depliant ed utilizzo di uno spazio comune con un tavolo e sedie.
Qualora interessati e per maggiori approfondimenti sullevento in oggetto si prega di contattare (Roberto Bassetto - tel. 041 0999411;roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it).

Evento B2Fair ELMIA SUBCONTRACTOR 2009
Jonkoping (Svezia), 11-12 novembre 2009

Desideriamo informarVi che Enterprise Europe Network Almi Central Sweden in collaborazione con i partners della rete comunitaria Enterprise Europe Network (Austria, Belgio, Cina, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Ungheria, India, Italia, Latvia, Lituania, Malesia, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Romania, Corea del Sud, Spagna, Svezia, Svizzera, Taiwan, Turchia, Ucraina, USA), organizza levento B2fair Elmia Subcontractor 2009.

Obiettivo principale di B2Fair di incentivare la cooperazione transnazionale e di aumentare la competitivit e la crescita delle PMI tramite lorganizzazione di incontri di business to business nellambito di importanti eventi fieristici e convegni internazionali.

In questo contesto Unioncamere del Veneto Eurosportello invita le aziende venete operanti nei

seguenti settori:
Metodi di produzione:produzione elettronica, produzione elettrica, fonderie di materiali metallici con stampi non permanente, taglio, deformazione e perforazione di materiale metallico, macchine CNC, macchine per lavorazioni metalliche manuali, deformazioni della plastica, forgiatura a freddo di materiali metallici, forgiatura a caldo di materiali metallici,saldatura di materiali metallici, trattamento chimico delle superfici di materiali metallici, rivestimento e verniciatura di materiali metallici, trattamento di impermeabilizzazione di materiali metallici ed altri tipi di materiali; trattamento antimagnetico di materiali metallici; trattamento meccanico delle superfici di materiali metallici; plastica e gomma, trattamento meccanico di plastica e gomma, taglio della plastica e della gomma, trattamento manuale della plastica e della gomma, macchine per il trattamento della plastica e della gomma, trattamento delle superfici della plastica e della gomma, prototipi rapidi, metallurgia pesante, assemblaggio, manifattura del settore tessile, manifattura del legno e delle fibre,
Prodotti e componenti:attrezzature e serrature, componenti elettromeccanici, componenti elettronici, packaging, filtri, molle, spine elettriche, guarnizioni, cuscinetti, colle, adesivi, nastri, film protettivi, magneti, componenti per le macchine, tubi, insegne, etichette, prodotti tessili, riscaldamento e raffreddamento,
Materiali, materie prime e prodotti semilavorati:fonderia del ferro e dellacciaio, materiali chimici, oli e lubrificanti, rame, metalli leggeri ed altri metalli, polimeri, plastica e gomma, polveri metalliche e ceramiche, metalli rossi, acciaio, materiali tessili, legno e fibre di legno, metalli preziosi,
Attrezzature e impianti su misura: attrezzature ed impianti per macchinari del settore manifatturiero, attrezzature per la modellatura ad iniezione della plastica e della gomma, prototipi, attrezzature e metodi, attrezzature per fonderie, taglio, pressa, deformazione e forgiatura,
Servizi e organizzazione:sviluppo commerciale, sviluppo del prodotto e della produzione,
a partecipare al workshop durante la manifestazione fieristicaElmia Subcontractor 2009che si terr nei giorni11e12 novembre 2009a Jnkping (Svezia).

Levento offre lopportunit di entrare in contatto diretto con numerose aziende che operano nei settori sopra elencati provenienti da diversi Paesi europei ed extraeuropei. Rappresenta quindi una proficua occasione per incentivare lo sviluppo di relazioni commerciali e di cooperazione.

Gli incontri bilaterali/commerciali tra le aziende si baseranno su unagenda di lavoro personalizzata e prestabilita secondo le richieste di collaborazione della Vostra azienda.

Liscrizione al workshop soggetta al pagamento di:
150,00 per la prima persona partecipante dellazienda
100,00 per la seconda persona partecipante della stessa azienda
Per ogni azienda partecipante
liscrizione da diritto a:
assistenza tecnica da parte di Eurosportello del Veneto (partner locale) prima, durante e dopo levento
visibilit nel portale dedicato al workshop (www.b2fair.de/english.asp)
agenda personalizzata di incontri bilaterali
entrata in fiera
una copia del catalogo dei partecipanti
servizio di interpretariato
coffee break e light lunch durante levento
Qualora interessati, Vi chiediamo gentilmente di inviare lascheda di adesione compilata a Unioncamere del Veneto Eurosportelloentro il 4 settembre 2009al seguente numero di fax 041 0999401 o via e-mail: rossana.colombo@eurosportelloveneto.it.

Per validare la registrazione effettuata da Unioncamere del Veneto-Eurosportello nel sito dedicato allevento dovrete successivamente effettuare il pagamento con la Vostra carta di credito utilizzando il nome utente e la password che provvederemo a comunicarVi.

Per maggiori approfondimenti sullevento in oggetto, Vi consigliamo di consultare il portale dedicatowww.b2fair.de/english.asp .

A disposizione per eventuali ulteriori informazioni (Rossana Colombo Roberto Bassetto - tel. 041 0999411;rossana.colombo@eurosportelloveneto.iteroberto.bassetto@eurosportelloveneto.it).

Workshop multisettoriale con aziende del Kosovo
Verona, 7-11 settembre 2009

Desideriamo informarVi che dal 7 all11 settembre 2009 a Verona ci sar la possibilit da parte delle aziende del Veneto di incontrare aziende del Kosovo.
Questo workshop organizzato nel quadro di un progetto finanziato dalla Commissione Europea per fornire assistenza tecnica allAgenzia per la Promozione degli Investimenti del Kosovo (IPAK).
Liniziativa sar caratterizzata da 2 giornate diincontri bilateralie da 2 giornate divisite individualipresso potenziali controparti venete sulla base di un calendario personalizzato per ogni azienda kosovara.
Alla conferenza iniziale del 7 settembre 2009, presso Verona Mercato, sar presente il Ministro del Commercio e dellIndustria del Kosovo e saranno presentate lefacilitazionie leopportunit di investimentoe dicollaborazionecon il sistema economico kosovaro.
La partecipazione allevento gratuita e prevede, oltre che la predisposizione di unagenda di incontri personalizzata, il servizio di interpretariato e un buffet lunch.
Di seguito una breve introduzione delle aziende kosovare presenti durante gli incontri bilaterali
:


1) AGROPRODUCT COMMERCE: Raccolta trattamento ed esportazione di funghi naturali e frutti di bosco naturali e coltivati.


2) AGROPRODUCT SYNE ISTOG: Produzione ed essiccazione di erbe officinali, erbe stagionali e frutti di bosco.


3) EUROFOOD Produttore di marmellate termo-stabilizzate, confetture, ketchup, maionese, peperoni sottaceto ketchup, maionese e peperoni sottaceto.


4) PESTOVA: Produzione di patate fresche, patatine fritte e surgelate


5) LAS PALLMAS: Piantine e incubazione di piante in serra con tecnologia computerizzata.


6) IMING: Miniera di Magnesite


7) NEWKO BALKAN L.L.C.: Produzione di nastri trasportatori (Industria chimica e della gomma).


8) HARTINAwww.hartina.comProduzione di case in legno di pino chiavi in mano di dimensioni fino a 1000 mq.


9)TEFIK CANGA (Industria del legno Tefik Canga Design): Produzione di sedie in legno e imbottiti (divani e poltrone)


10) KOSOVA WOOD Produzione di letti e altri prodotti in legno massiccio di faggio

, Faggio da Kosovo e Montenegro Letti, letti a castello, tavoli e sedie in legno massiccio


11) LESNA: Produzione di porte e finestre in legno, pvc e alluminio, produzione di cucine e mobile per ufficio.


12) FUNZIONARI DEL MINISTERO

Qualora interessati, Vi chiediamo gentilmente di inviare lascheda di adesione

compilata a Unioncamere del Veneto Eurosportello entro il31 agosto 2009al seguente numero di fax 041 0999401 o via e-mailroberto.bassetto@eurosportelloveneto.it

.
A disposizione per eventuali ulteriori informazioni (Roberto Bassetto - tel. 041 0999411;roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it).

Scambio internazionale di conoscenze sullimprenditoria di Lille
Lille, 15 settembre 2009
Allinterno della fiera Salon Crer 2009 la LIKE (organizzazione internazionale di scambio di conoscenze sullimprenditoria di Lille) organizzer una conferenza europea dedicata allimprenditoria e allo scambio di buone pratiche.
La conferenza sar articolata in 3 workshop; Educazione superiore, Capitale Umano e Commercio Sostenibile, Creativit ed Innovazione.
Saranno fornite traduzioni simultanee in inglese e francese.
Lultima edizione della fiera Salon Crer ha raccolto almeno 20.000 partecipanti e 250 espositori.
Originariamente indirizzata alle persone che volevano iniziare unimpresa, ledizione del 2009 si rivolge anche a coloro che prendono decisioni manager aziendali, imprenditori, ricercatori, insegnanti, studenti e membri dello staff di Enterprise Europe Network.
Salon Crer 2009 www.saloncreer.com; Lille International Knowledge Exchange on Entrepreneurship http://www.like-entrepreneurship.com/ .

HOME

NORMATIVA COMUNITARIA

QUESTIONI GENERALI, ISTITUZIONALI E FINANZIARIE

DECISIONE della Banca Centrale Europea del 19 giugno 2009 che modifica la decisione BCE/2003/14 avente ad oggetto la gestione delle operazioni di assunzione di prestiti e delle corrispondenti operazioni di erogazione concluse dalla Comunit europea nellambito del meccanismo di sostegno finanziario a medio termine (BCE/2009/17) (2009/555/CE)
(GUUE L 190/2009)

TUTELA DELLA PROPRIETA INTELLETTUALE, BREVETTI, MARCHI

DECISIONE della Commissione del 9 luglio 2009 che stabilisce i criteri ecologici per lassegnazione di un marchio comunitario di qualit ecologica ai prodotti tessili [notificata con il numero C(2009) 4595] (Testo rilevante ai fini del SEE) (2009/567/CE) (GUUE L 197/2009)

POLITICA REGIONALE E COORDINAMENTO DEGLI STRUMENTI STRUTTURALI

DECISIONE dellAutorit di Vigilanza EFTA N. 313/06/COL del 25 ottobre 2006 che modifica per la cinquantanovesima volta le norme procedurali e sostanziali in materia di aiuti di Stato introducendo un nuovo capitolo 10.B aiuti di Stato destinati a promuovere gli investimenti in capitale di rischio nelle piccole e medie imprese (GUUE L 184/2009)

TUTELA DELLA SALUTE

REGOLAMENTO (CE) N. 668/2009 della Commissione del 24 luglio 2009 che attua il regolamento (CE) n. 1394/2007 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla valutazione e alla certificazione dei dati sulla qualit e dei dati non clinici riguardanti medicinali per terapie avanzate realizzati da micro, piccole e medie imprese (Testo rilevante ai fini del SEE)
(GUUE L 194/2009)

AGRICOLTURA

REGOLAMENTO (CE) n. 612/2009 della Commissione del 7 luglio 2009 recante modalit comuni di applicazione del regime delle restituzioni allesportazione per i prodotti agricoli (rifusione) (GUUE L 186/2009)

REGOLAMENTO (CE) N. 606/2009 della Commissione del 10 luglio 2009 recante alcune modalit di applicazione del regolamento (CE) n. 479/2008 del Consiglio per quanto riguarda le categorie di prodotti vitivinicoli, le pratiche enologiche e le relative restrizioni (GUUE L 193/2009)

REGOLAMENTO (CE) N. 607/2009 della Commissione del 14 luglio 2009 recante modalit di applicazione del regolamento (CE) n. 479/2008 del Consiglio per quanto riguarda le denominazioni di origine protette e le indicazioni geografiche protette, le menzioni tradizionali, letichettatura e la presentazione di determinati prodotti vitivinicoli
(GUUE L 193/2009)


HOME

APPROFONDIMENTI

UNIONCAMERE PIEMONTE APERTA NUOVA POSIZIONE PRESSO L'UFFICIO DI BRUXELLES

Unioncamere Piemonte ha appena aperto una nuova posizione presso lufficio di Bruxelles.
Si cerca in particolare una figura professionale che abbia maturato significativa esperienza allinterno del sistema delle Camere di Commercio oppure presso sedi di rappresentanza di interessi nazionali - regionali a Bruxelles.
Il/la candidato/a affiancher la struttura esistente e sar responsabile di una parte delle attivit sviluppate nel quadro del programma annuale di lavoro. Scadenza per presentare le candidature: 30 agosto 2009.
Per ulteriori informazioni:

http://images.pie.camcom.it/f/Varie/67/6703_UCCP_1572009.pdf
.

POLITICA REGIONALE: PAWEL SAMECKI NUOVO COMMISSARIO DOPO LE DIMISSIONI DI DANUTA HBNER

In seguito alle dimissioni di Danuta Hbner, che stata eletta al Parlamento europeo, Pawel Samecki stato nominato membro della Commissione dal governo polacco, in accordo con il presidente della Commissione, Jos Manuel Barroso. A Pawel Samecki sar affidato il portafoglio della politica regionale.
Per informazioni sul percorso formativo di Samecki e sulla procedura di nomina:
http://ec.europa.eu/commission_barroso/president/pdf/press_20090703_en_2.pdf
.

40 MILIONI DI EURO PER PROGETTI A CUI PARTECIPANO DIVERSI PAESI NELLEST EUROPA E SUD DEL CAUCASO

Il pacchetto assistenza finanzier diversi programmi in differenti aree come il rafforzamento delle politiche culturali e sociali, supporto alle reti delle piccole-medie imprese, direttive per le frontiere, politiche della qualit dellaria e prontezza nellaffrontare i disastri.
Il pacchetto assistenza stato commissionato nel budget 2009 dellUE nellambito dellENPI; strumento europeo di vicinato e partneriato.
Il contributo delle piccole-medie imprese alla crescita economica ed allo sviluppo nellest si scontra con problemi comuni legati alla mancanza di una specifica rete interregionale e internazionale di PME, di meccanismi di sovvenzioni e un debole sviluppo commerciale.
Tutti i progetti finanziati da questo programma avranno uno scopo regionale, ogni progetto andr a beneficio di almeno 2 dei 7 stati partner dellEuropa (Russia, Ucraina, Repubblica Moldava, Bielorussia, Armenia e Azerbaijan).
Le assegnazioni dei fondi dai Programmi di azione annuale dellENPI rappresentano la maggiore risorsa per gli stati patner lungo il confine est dellUE e del mediterraneo.
Lo scopo dellaiuto quello di promuovere una migliore cooperazione e una progressiva integrazione economica tra lUE e i paesi partner e, in particolare, promuovere limplementazione di accordi di parteneriato e cooperazione, gi esistenti o futuri. Inoltre lassistenza servir anche ad incoraggiare i Paesi partner nellimpegnarsi a promuovere un sistema di buon governo, ed un equo sviluppo sociale ed economico.

ERASMUS PER GIOVANI IMPRENDITORE - AVVIO DEI PRIMI SCAMBI

Dal lancio del nuovo programma europeo Erasmus per giovani imprenditori nel febbraio 2009, circa 700 imprenditori hanno fatto richiesta di partecipazione, un centinaio di scambi tra imprenditori nuovi e altri con esperienza provenienti da diversi Paesi europei sono attualmente in preparazione, e 20 di questi si terranno quest'estate.
Erasmus per giovani imprenditori unopportunit sia per i nuovi imprenditori sia per quelli che hanno gi maturato esperienza; ci che davvero conta lo scambio di esperienze e il poter beneficiare degli input e delle idee di un nuovo imprenditore straniero.
Questi scambi commerciali, che durano da 1 a 6 mesi, coprono unampia gamma di settori che vanno dal design della gioielleria alla tecnologia dellinformazione e comunicazione (ICT) e si svolgono in tutta Europa.
Per gli imprenditori che stanno pianificando una propria nuova attivit, o per quelli che lhanno appena iniziata, unottima chance per trascorrere del tempo in un altro Paese con un imprenditore di esperienza ed imparare da lui quelle preziose doti manageriali che saranno utili ad incrementare le possibilit di successo della propria azienda.
Erasmus per giovani imprenditori finanziato dalla Commissione Europea e opera in tutta Europa con laiuto di pi di 100 organizzazioni intermediarie locali e regionali competenti nel supporto delle aziende (ad esempio le Camere di Commercio, organizzazioni di supporto commerciale, centri di start-up). La loro attivit coordinata a livello europeo da EUROCHAMBRES, lAssociazione delle Camere di Commercio e Industria europee, che fa da ufficio di supporto.
Per maggiori informazioni, vi preghiamo di contattare:
Erasmus for Young Entrepreneurs Support Office
c/o EUROCHAMBRES
Avenue des Arts, 19 A/D 1000 Brussels, belgium
Tel. +32 (0)2 282 08 73
Fax. +32 (0)2 280 01 91
Email: support@erasmus-entrepreneurs.eu

PROGRAMMA LIFE+: INVITO A PRESENTARE PROPOSTE 2009

Il 15 maggio stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell'UE (GUUE serie C111 del 15/05/2009) il bando 2009 relativo al programma LIFE+.
Il bando riguarda tutte le componenti del programma, ovvero:
- natura e biodiversit;
- politica ambientale e governante;
- informazione e comunicazione.
Il budget 2009 del bando ammonta a 250.000.000 EUR, dei quali indicativamente 22.039.219 EUR destinati alla partecipazione italiana. In generale le sovvenzioni possono coprire fino al 50% delle spese ammissibili, salvo per i progetti riguardanti habitat o specie prioritari delle direttive Uccelli selvatici e Habitat, che possono ricevere contributi fino al 75% delle spese ammissibili.
La scadenza per la presentazione delle proposte progettuali al Ministero dellAmbiente il 15 settembre 2009. Il Ministero dovr poi inviare alla Commissione le proposte ricevute assieme ai suoi commenti, entro il 22 ottobre successivo.
Maggiori informazioni, ivi comprese le linee guida e i moduli di domanda, sono disponibili sul sito Internet del Programma LIFE+:

http://ec.europa.eu/environment/life/funding/lifeplus.htm
.
anche possibile contattare le autorit nazionali competenti al seguente indirizzo:
http://ec.europa.eu/environment/life/contact/nationalcontact
/index.htm
.

CULTURA (2007-2013): NUOVO BANDO PER I SETTORI 1 E 2 DEL PROGRAMMA

Sulla Gazzetta Ufficiale dellUnione Europea del 3 luglio (GUUE serie C151), stato pubblicato il bando annuale per il sostegno a progetti ed attivit nel quadro dei settori 1 e 2 del programma Cultura (2007-2013).
Il bando riguarda il sostegno a progetti culturali (settore 1) e ad organizzazioni attive a livello europeo nel settore della cultura (settore 2).
Tutte le specifiche sulle azioni indicate e sulle condizioni e modalit per la richiesta di sovvenzioni sono riportate nella Guida al Programma.
Si segnala che, in vista della pubblicazione del bando, lAgenzia esecutiva EACEA ha introdotto unimportante novit per la presentazione dei dossier di candidatura: diversamente dal passato, dovr ora avvenire necessariamente via web. Pertanto, gli organismi che intendono richiedere una sovvenzione dovranno utilizzare formulari elettronici e procedere al loro invio tramite lapposito sistema di presentazione elettronica accessibile dal sito web dellAgenzia. A partire dalla met di luglio, sul sito dellAgenzia saranno disponibili i formulari per la presentazione di progetti di cooperazione culturale e di progetti di cooperazione con Paesi terzi. Dalla met di settembre, invece, saranno disponibili i formulari per la richiesta di sovvenzioni per le organizzazioni attive a livello europeo.
Le scadenze per la presentazione delle proposte sono le seguenti:
progetti di cooperazione pluriennale: 1 ottobre 2009
progetti di cooperazione: 1 ottobre 2009
progetti di traduzione letteraria: 1 febbraio 2010
progetti di cooperazione con Paesi terzi: 1 maggio 2010
sostegno alle organizzazioni attive a livello europeo: 1 novembre 2009
Le condizioni dettagliate per la candidatura sono descritte nella guida al programma Cultura, nei seguenti siti
web:
Direzione generale dellIstruzione e della cultura
http://ec.europa.eu/culture/index_en.htm
Agenzia esecutiva per listruzione, gli audiovisivi e la cultura
http://eacea.ec.europa.eu/culture/index_en.htm .

AIUTACI A MIGLIORARE LA NOSTRA NEWSLETTER

La Redazione di Eurosportello Informa propone un breve questionario di valutazione sul prodotto, al fine di migliorare e adeguare il servizio in base alle esigenze dei lettori. La Redazione invita pertanto i lettori a compilare, e rinviare via fax al numero 041.0999401, il questionario accedendo al link: http://www.eurosportelloveneto.it/documenti/questionario.doc .

HOME

GARE DAPPALTO

Visualizza le GARE D'APPALTO per lavori, servizi e forniture.
Per ricevere le gare selezionate in base al vostro settore dattivit, iscrivetevi al servizio gratuito
EUROAPPALTI .

HOME

RICERCA PARTNER

Ricerca le Idee progettuali di partner stranieri interessati a presentare progetti europei con partner italiani.

HOME

BANDI EUROPEI

Apri lelenco completo dei bandi UE aperti, selezionati dalla Gazzetta ufficiale serie C e dai siti delle diverse Direzioni Generali della Commissione Europea.

HOME

BANDI FONDI STRUTTURALI

Programma operativo F.S.E. 2007-2013. Asse I "Adattabilit. Realizzazione di interventi di riqualificazione e reinserimento occupazionale di lavoratori coinvolti in crisi aziendale, settoriale o professionale - Categoria di intervento 64
Scadenza: 15/09/2009

Per ulteriori informazioni:

http://www.regione.veneto.it/Bandi+Avvisi+Concorsi/Bandi/FSE+adattabilita+intervento+64+2008.htm

GUIDA AI FINANZIAMENTI DELL'UNIONE EUROPEA
Si informa che sul sito di Eurosportello del Veneto disponibile la Guida ai finanziamenti dell'Unione Europea 2009.
Per scaricarla:
http://www.eurosportelloveneto.it/pubblicazioni/GUIDA2009.pdf

HOME

EURO COOPERAZIONI

Visualizza lelenco delle aziende straniere che cercano cooperazioni internazionali

HOME

SPORTELLO EUROPA ROMANIA

Lo Sportello Europa Romania nasce nel gennaio 2008 per dare supporto alle PMI italiane nella ricerca di informazioni sui fondi strutturali erogati dalle autorit romene nel periodo 2007-2013. E il risultato di un accordo tra alcune istituzioni italiane che da tempo operano in Romania per sostenere limprenditoria italiana nei suoi processi di internazionalizzazione, e che vantano notevole esperienza nella gestione di programmi comunitari.
Lo Sportello, istituito presso la Camera di Commercio italiana per la Romania , fornisce informazioni a tutti gli imprenditori italiani desiderosi di saperne di pi sui fondi strutturali e sulle opportunit di finanziamento che questi offrono.



Sportello Europa Romania


c/o Camera di Commercio italiana per la Romania


Tel: +40 (0)21 310.23.15/16/17
Fax: +40 (0)21 310.23.18


E-mail: sportelloeuropa@cameradicommercio.ro


Str. Franceza 13 2 piano


030102 Bucarest Romania
Referente: Matteo Peri

NEWS FONDI STRUTTURALI

Programma Operativo Sviluppo delle Risorse Umane (POS DRU)

Prorogate le scadenze per i progetti strategici!!!

LAutorit di Management per il POSDRU ha annunciato, andando incontro alle esigenze dei potenziali beneficiari, il prolungamento dei termini per la trasmissione elettronica dei progetti.
- Per i bandi nr. 79-84, lanciati in data 24 aprile 2009, la nuova scadenza il 03.08.2009, ore 16:00;
- Per i bandi nr. 85-98, lanciati in data 9 maggio 2009, la nuova scadenza il 31.08.2009, ore 16:00.

Programma Operativo Crescita della Competitivit Economica (POS CCE)
Le PMI romene ripongono grande fiducia nei fondi europei

Circa il 90% delle 600 PMI che hanno ricevuto lapprovazione per i progetti presentati lanno scorso (investimenti, consulenza, implementazione degli standard internazionali, accesso a nuovi mercati) hanno firmato i contratti di finanziamento.
Solamente 37 PMI hanno rinunciato al finanziamento e di queste la maggioranza proviene dal settore delle costruzioni, che ha risentito pi di altri della crisi economica che ha investito anche la Romania.
I beneficiari dei fondi europei devono inizialmente sostenere gli esborsi per linvestimento, ottenendo solo in seguito il rimborso di quanto speso.
Ci significa che un numero consistente di PMI che hanno firmato i contratti dispongono di fondi o hanno accesso ai crediti bancari.
Nel 2008, 1.740 imprese hanno presentato dei progetti, di cui complessivamente 626 sono stati approvati.
Questanno, dalla data di apertura dei bandi, nel sito del Ministero per le PMI si sono registrate 500 aziende. Circa 200 hanno poi presentato dei progetti una parte dei quali si trova gi in fase di valutazione.

Varie

Bando per la crescita della capacit di reazione dellUE ai disastri e alle calamit

La CE ha recentemente lanciato un bando per finanziari la protezione civile e le azioni preparatorie volte a garantire una rapida reazione ai
disastri e alle calamit. Il budget totale ammonta a 6,4 milioni di euro.

Beneficiari eleggibili possono essere:
Autorit locali e regionali;
Camere di Commercio;
Centri di formazione;
Sindacati;
ONG;
PMI;
Universit;
Grandi aziende.
Il termine per la presentazione dei progetti il 7 agosto 2009.

La Banca Mondiale ha approvato la prima tranche del prestito alla Romania

La Banca Internazionale per la Ricostruzione e lo Sviluppo (parte della Banca Mondiale) ha approvato il 16 luglio lerogazione della prima tranche (300 milioni di euro) del prestito a favore della Romania per le politiche di sviluppo.
Il pacchetto di assistenza finanziaria discussa con i rappresentanti della CE, del FMI e della Banca mondiale, include tre prestiti per le politiche di sviluppo del valore di un miliardo di euro, ed vincolato ad un pacchetto di riforme nel settore pubblico, in quello della protezione sociale e in quello finanziario.
Tendendo conto del periodo necessario per la ratificazione dellaccordo, lerogazione effettiva dovrebbe avvenire a settembre 2009. Lapprovazione della seconda e della terza tranche prevista rispettivamente per la fine del 2009 e per il primo semestre 2010.

Attraverso la strategia di partenariato con la Romania (2010-2013), costruita sulla base delle tre tranche di prestito, gli obiettivi perseguito dal Governo romeno sono i seguenti:

Miglioramento dei processi di pianificazione strategica per le istituzioni pubbliche;
Miglioramento della trasparenza nella remunerazione del personale dellamministrazione pubblica;
Miglioramento della qualit e dellaccesso al sistema educativo;
Crescita del grado di copertura dei programmi previsti dal sistema di assistenza sociale;
Maggiore sostenibilit fiscale e del sistema pensionistico;
Miglioramento del funzionamento della piazza finanziaria.

HOME

SPORTELLO BALCANI

NEWS SLOVENIA

Bando Pubblico JAPTI per lIncentivazione degli Investimenti Diretti Esteri 2009 in Slovenia

Nella Repubblica di Slovenia gli investimenti esteri diretti (IDE) rappresentano un importante fattore di stabilit e di crescita economica. Nel periodo antecedente allentrata della Slovenia nell'UE e in quello successivo all'entrata, si registrato un notevole aumento degli investimenti esteri. Il Governo della Repubblica di Slovenia ha definito le linee guida riguardanti lo sviluppo strategico per incrementare ulteriormente gli IDE nel Paese. L'Agenzia Pubblica della Repubblica di Slovenia per l'Imprenditoria e per gli Investimenti Esteri (Javna agencija za podjetnitvo in tuje investicije - JAPTI) ha pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica di Slovenia, No. 26/09 del 15 maggio 2009 il Bando pubblico per lincentivazione degli IDE nel 2009. Lobiettivo la creazione di 700 nuovi posti di lavoro nei prossimi tre anni. Di seguito ne riassumiamo il contenuto.
Oggetto dell'Bando JAPTI 2009:

L'oggetto del Bando l'assegnazione di incentivi a fondo perduto per gli investimenti iniziali che saranno realizzati dagli investitori esteri nel territorio della Repubblica di Slovenia.
Si considera un investimento iniziale, un investimento di beni materiali e immateriali volti alla costituzione di una nuova impresa, un ingrandimento di un'impresa gi esistente, una diversificazione della produzione di un impresa con lintroduzione di nuovi prodotti o a una modifica sostanziale del processo produttivo di unimpresa gi esistente nella Repubblica di Slovenia, nelle attivit di produzione, dei servizi strategici o nella ricerca&sviluppo.
Non considerato un investimento iniziale l'aumento della produzione gi esistente o l'ampliamento dei servizi gi esistenti del destinatario degli incentivi o delle persone giuridiche a lui collegate nella Repubblica di Slovenia.
Gli incentivi non verranno assegnati per gli investimenti nei seguenti settori: nella produzione primaria (l'agricoltura), di cui allelenco contenuto dellAppendice I del Trattato istitutivo dellUnione europea, nonch nella produzione e nel commercio dei prodotti derivati dal latte o succedanei, nella pesca e nellacquacoltura, nell'attivit mineraria, nella produzione dell'acciaio, nei trasporti, nelle costruzioni navali, nell'industria dei filati sintetici, nella produzione delle armi e delle munizioni.
Lammontare dei fondi:

Lammontare dei fondi di bilancio disponibili da destinarsi ai cofinanziamenti dei progetti d'investimento nell'anno 2009 ammontano a Euro 5.000.000,00.

Attivit

Valore minimo
dellinvestimento

Numero minimo
di posti di lavoro
creati
in tre anni

Produzione

1mil.

25

Servizi strategici

0.5mil.

10

Ricerca&Sviluppo

0.5mil.

5

In base ai posti di lavoro creati, Il Bando Japti prevede un finanziamento fino al 30% dellinvestimento per le grandi aziende, fino al 40% per le PMI, fino al 50% per le micro imprese.
Scadenza per la presentazione delle domande:

Il bando pubblico scade il 4 settembre 2009.
La domanda completa di indirizzo del beneficiario degli incentivi e corredata di tutta la documentazione richiesta dal bando deve essere inoltrata al seguente indirizzo: Javna agencija za podjetnitvo in tuje investicije (JAPTI), Dunajska 156, 1000 Ljubljana, Republika Slovenija, in busta chiusa, con dicitura Ne odpiraj vloga za razpis spodbujanje TNI 2009.
Le domande possono essere redatte in lingua slovena o in lingua inglese.
Informazioni aggiuntive:

Javna agencija RS za podjetnitvo in tuje investicije (JAPTI) Agenzia Pubblica della Repubblica di Slovenia per l'Imprenditoria e gli Investimenti Esteri.
Persona di riferimento: Sig. Matej Skočir ,
Tel. 00386 1 5309 889, fax. 00386 1 5891 877, e-mail: matej skocir@japti.si.
Si possono richiedere informazioni aggiuntive tutti i giorni feriali dalle 9.00 alle 10.00 al numero di telefono sopraindicato.
Documentazione del bando:

La documentazione del bando in lingua slovena e inglese disponibile presso la segreteria dell'Agenzia Pubblica per l'Imprenditoria e per gli Investimenti Esteri (JAPTI), Dunajska 156, 1000 Ljubljana, tutti i giorni feriali dalle ore 9.00 alle ore 10.00 oppure consultando il link: www.investslovenia.si/incentives/financial/.
La documentazione del bando pu essere richiesta dagli interessati via posta elettronica ai seguenti indirizzi: matej.skocir@japti.si o FDI@japti.si.

NEWS CROAZIA

La Croazia trattandosi di un Paese candidato si prepara per ladesione allUE. Secondo Paese sottoscrittore dellAccordo di Stabilizzazione e Associazione (29 ottobre 2001) ad oggi vanta ben 4 capitoli di negoziazione chiusi (Politica per lIndustria e le Imprese; Ricerca e Scienza; Istruzione e Cultura; Relazioni Esterne) ed altri 21 aperti.
Il commercio UE-Croazia sostanzialmente aumentato a partire dal processo di apertura del mercato europeo avviatosi nellanno 2000. La Croazia un paese piccolo in termini assoluti (ca. 4,4 milioni di abitanti) con uneconomia (in transizione) abbastanza dinamica. I dati relativi agli ultimi anni mostrano uneconomia croata in crescita. Loutput economico totale (PIL) nel 2007 stato di ca. 37,5 miliardi di Euro (51,3 miliardi di US$), con un aumento in termini reali del 5,6%. Landamento positivo si mantenuto anche nella prima parte del 2008 anche se a ritmi molto pi rallentati: nel primo trimestre 2008 il PIL cresciuto (in termini reali) del 4,3% rispetto al primo trimestre 2007, nel secondo trimestre la crescita stata del 3,4%. Di fatto le previsioni economiche autunnali della Commissione Europea per la Croazia relative al periodo 2008-2010 parlano di un'ulteriore discesa al 3% nel 2009 ed una risalita al 4% nel 2010.
La Cooperazione italiana dopo il conflitto nellarea si impegnata in iniziative di ricostruzione in particolare nella Slavonia Orientale - con progetti nei settori socio-sanitario, della ricostruzione di immobili e del ripristino di strutture essenziali, per complessivi 10 milioni di Euro. Correntemente alla pubblicazione di nuovi bandi di gemellaggio, n. 10 riferiti alla programmazione IPA 2007 e n. 4 invece alla programmazione 2008, un numero non ancora definito di gemellaggi a carattere light altres previsto, in settori da identificare. Il Documento MIP 2009/2011 Croazia ha comunque predisposto uno stanziamento pari a 462,6 m euro cos suddivisi nelle 5 componenti IPA per i principali campi di assistenza: Componente I - sviluppo istituzionale e assistenza alla transizione ( 125,1 m euro); Componente II - cooperazione transfrontaliera ( 48,6 m euro); Componente III - sviluppo regionale ( 164,7 m euro); Componente IV - risorse umane ( 45,9 m euro); Componente V - sviluppo rurale ( 78,3 m euro).
Fonti

Delegation of the European Commission to the Republic of Croatia
http://www.delhrv.ec.europa.eu/?lang=en
European Commission Enlargement http://ec.europa.eu/enlargement/candidate-countries/croatia/index_en.htm
ICE Croazia Ufficio di Zagabria http://www.ice.it/paesi/europa/croazia/ufficio.htm
Ministero degli Affari Esteri http://www.cooperazioneallosviluppo.esteri.it/pdgcs/italiano/iniziative/Paese.asp?id=19
Ministero degli Affari Esteri
http://www.esteri.it/MAE/IT/Ministero/Servizi/Italiani/Opportunita/Nella_UE/Gemellaggi/Pgr_IPA_2009/IPA_Croazia.htm

Ministero dello Sviluppo Economico http://www.mincomes.it/ipa/res_ipa15.htm

NEWS SERBIA

Belgrado, 23 luglio 2009 Il ministro delle Finanze serbo - Diana Dragutinovic - e lambasciatore italiano in Serbia - Armando Varricchio - hanno firmato un accordo per destinare 30 milioni di euro alle piccole medie imprese serbe. LItalia tra i maggiori finanziatori per la Serbia con pi di 200 milioni di euro assegnati dal 2000.
LAccordo si riferisce alla realizzazione del programma Il credito per il sussidio alle piccole e medie imprese attraverso il settore bancario domestico e lappoggio allo sviluppo locale attraverso le ditte comunali pubbliche.
Il finanziamento vale per 13 anni, il termine di pagamento di 8 anni e la mora 5 di cinque anni, l'interesse del 0,35%. Laccordo stato approvato dopo il grande successo del precedente di 33,25 milioni di euro approvato nel 2004. In Serbia oggi lavorano 200 ditte italiane, che impiegano circa 20.000 persone.
Varricchio ha inoltre affermato che il successo di questo modello di credito si basa sulla capacit delle ditte serbe ad utilizzare tale opportunit e al fatto che destinato non solo ad aiutare le ditte esistenti ma anche ad aprirne di nuove.
Gli investimenti saranno approvati attraverso le quattro banche Komercijalna banca, Unicredit, Banca Intesa e Privredna.
Secondo gli accordi preliminari con tali banche, il tasso fisso al 4,5%, ed i mutui varieranno da 50.000 a un milione di euro per le piccole e medie imprese, e da 150.000 a due milioni di euro per le ditte pubbliche.

Nel 2008 il PIL della Serbia, arrivato a circa 34 miliardi di euro, aumentato, secondo le stime dell'Ente per la Statistica , del 6%, restando in linea con i ritmi di crescita degli ultimi otto anni, che hanno visto il prodotto nazionale aumentare ad un tasso medio del 5,5%.
La crisi globale ha per cominciato a far sentire i suoi effetti sulleconomia serba. Linterscambio totale ha fatto registrare nel bimestre gennaio-febbraio un -28%, passando dai 3.308,9 milioni di euro del 1 bimestre 2008 a 770,2 milioni di euro nel 2009. Pi pesante stata la flessione delle importazioni (-28,5%), che sono scese da 2.255,1 milioni di euro del 1 bimestre 2008 a 1.611,8 milioni di euro nel 2009.
La Serbia nel contempo sta comunque facendo effettivi progressi verso l'UE sebbene tanto lavoro resti ancora da fare sulla strada dell'integrazione di Belgrado e in questo la cooperazione con il Tribunale penale internazionale per l'ex Jugoslavia (Tpi) dell' Aja cruciale. In qualit di Paese potenziale candidato, la Serbia di fatto ricever lassistenza attraverso la componente I e II dellIPA. Pertanto conformemente alle raccomandazioni della strategia di allargamento, alle principali priorit del Partenariato europeo ed ai requisiti dellaccordo di stabilizzazione (firmato ma non ancora ratificato), stato redatto il documento pluriennale per il periodo 2009/2011 che ha predisposto 596,2 Meuro cos suddivisi: Componente I - sostegno alla transizione (558,71 Meuro) per le aree inerenti i criteri politici, i criteri socioeconomici e le capacit di assumersi gli obblighi delladesione; Componente II - Cooperazione transfrontaliera (37,485 Meuro) tramite sia i programmi con i paesi comunitari adiacenti (lUngheria, la Romania e la Bulgaria ) e i Paesi candidati alladesione (Croazia, Bosnia-Erzegovina, Montenegro) che lIPA per lAdriatico e il programma transnazionale dei fondi strutturali Europa sud-orientale.
Fonti

ANSA it http://www.ansa.it/balcani/serbia/20090713133534913606.html
Assocamerestero http://www.globus.camcom.it/globus4516.aspx
European Commission Enlargement
http://ec.europa.eu/enlargement/potential-candidate-countries/serbia/eu_serbia_relations_en.htm
ICE Serbia http://www.ice.it/paesi/europa/serbia/index.htm
Ministero dello Sviluppo Economico http://www.mincomes.it/ipa/res_ipa14.htm

HOME

SPORTELLO APRE

DECISIONE della Commissione del 30 giugno 2009 che istituisce un modello per i piani di azione nazionali per le energie rinnovabili di cui alla direttiva 2009/28/CE del Parlamento europeo e del Consiglio [notificata con il numero C(2009) 5174] (Testo rilevante ai fini del SEE) (2009/548/CE) (GUUE L 182/2009)

BANDO PER IL PIANO IMPLEMENTAZIONE DI CELLE A COMBUSTIBILE E IDROGENO COMUNE

La Commissione Europea ha recentemente pubblicato un nuovo bando per il piano di implementazione di celle a combustibile idrogeno comune.


La scadenza per la presentazione il 15 ottobre 2009. I principi basilari delle norme sui diritti della propriet intellettuale sono quelle previste nellart. 25 dello Statuto in allegato al Regolamento EC/521/2008 che stabilisce quanto relativo all'Idrogeno e le Celle Combustibili.


Sito per il bando: http://cordis.europa.eu/fp7/dc/index.cfm?fuseaction=UserSite.CooperationDetailsCallPage&call_id=25

CONSULTAZIONI APERTE SULLE POLITICHE INNOVATIVE

Il Business Panel circa le future politiche innovative europee, che stato programmato dalla direzione generale Imprese e Industria per poter fornire idee interessanti per un nuovo piano europeo di Innovazione, ha lanciato una consultazione on line.
Gli orientamenti chiave proposti sono i seguenti: ri-inventare lEuropa attraverso linnovazione e trasformare lEuropa in una societ innovativa.


I membri del Panel, un piccolo gruppo di persone rinomate che insieme valutano svariate prospettive circa linnovazione, chiedono agli stakeholders non solo di commentare e valutare le loro proposte

apertamente, ma anche di condividere e suggerire le loro proprie idee.


La consultazione intitolata innovazione illimitata continuer fino alla fine di agosto e i risultati saranno usati dal panel per finalizzare il loro report allinizio dellautunno.


Sito per consultare innovation unlimited: http://blogs.ec.europa.eu/innovationunlimited/ , DG Enterprise and Industry, pagina web: http://ec.europa.eu/enterprise/policies/innovationn/index_en.htm

VISUALIZZA TUTTI I BANDI DI RICERCA APERTI

HOME

INFORMAZIONI SPECIALIZZATE DALLUE, IN COLLABORAZIONE CON EUROREPORTER

La Redazione di Eurosportello Informa, grazie alla collaborazione con Euroreporter, web site per linformazione europea su misura, offre una rubrica di approfondimenti tematici dall Europa su: evoluzione normativa, giurisprudenza, consultazioni pubbliche, regolamentazione tecnica, progetti tansfrontalieri, conferenze e altri eventi, partenariati e accordi di settore, studi e rapporti di organismi pubblici o privati, posizioni delle associazioni di categoria europee o nazionali, azioni politiche e di lobbying, reazioni comunitarie ad iniziative nazionali o viceversa, progressi tecnologici, tendenze di mercato.Per visualizzare lelenco cliccare il seguente link:
http://www.euroreporter.eu/bollettino_quindicinale_word.asp .

HOME

CONTATTI

Per non ricevere la newsletter cliccare QUI
Eurosportello informa - Anno XIII N 14 2009
Pubblicazione quindicinale di Eurosportello del Veneto
Via delle Industrie 19/d 30175 Venezia-Marghera Tel.041/0999411 Fax. 041/0999401
http://www.eurosportelloveneto.it E-mail: europa@eurosportelloveneto.it


Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1376 del 15/12/00

Direttore Responsabile: Gian Angelo Bellati
Comitato di redazione: Roberta Lazzari, Francesco Pareti

Hanno collaborato: Roberto Bassetto , Elisabetta Bianchini, Raskov Brankica, Sara Codognotto, Rossana Colombo , Erica Holland , Laura Manente , Filippo Mazzariol , Matteo Peri, Samuele Saorin, Dubravka Skopac, Alessandra Vianello , Alessandro Vianello

HOME