<
n° 9
15/5/2017
EUROSPORTELLO INFORMA

n 9
15 maggio 2017


Enterprise Europe Network la pi grande rete a supporto delle PMI a livello mondiale, presente in pi di 60 Paesi e composta da oltre 600 partner locali, raggruppati localmente in consorzi.

La Rete e i suoi membri mettono a sistema la propria esperienza sul business a livello internazionale con le competenze locali per supportare lintroduzione dellinnovazione nel mercato.

La Rete fornisce assistenza personalizzata alle imprese per accelerarne la crescita, sviluppare nuovi partenariati commerciali e tecnologici, favorire laccesso al credito e la partecipazione a programmi di finanziamento europei

EUROSPORTELLO

NEWS - eventi
FASHIONMATCH 2017 2 EDIZIONE DI INCONTRI BILATERALI
TORINO, 29 E 30 GIUGNO 2017
Unioncamere del Veneto Eurosportello in collaborazione con Unioncamere Piemonte e la rete Enterprise Europe Network invita a partecipare alla seconda edizione di eventi bilaterali dellindustria del tessile e della moda dove aziende, designer della moda, buyer e agenti possono incontrare potenziali partner commerciali e tecnologici.
Levento sar organizzato nellambito della seconda edizione della Torino Fashion Week#2 (27 giugno - 3 luglio 2017), 7 giorni di sfilate di moda, convegni tematici ed eventi.
Liniziativa
Offre unopportunit, a livello internazionale, per le aziende dei settori sotto elencati grazie alla possibilit di:
  • formare unagenda personalizzata sulla base delle aziende iscritte (sezione Participants) nel seguente sito https://www.b2match.eu/to2-fashionmatch2017
  • incontrare personalmente sul posto le aziende della propria agenda

Settori coinvolti
  • Designer della moda/stilisti (tessile e accessori)
  • Giovani designer e produttori
  • Aziende produttrici del tessile e accessori
  • Aziende della moda e sviluppatori di marchi
  • Grossisti, distributori e agenti dellindustria della moda
  • Industrie correlate alla moda
  • Agenzie di E-commerce e buyers
  • Aziende esportatrici di moda
  • Esperti di moda
  • Aziende innovatrici dellindustria della moda

Luogo degli incontri bilaterali
Galleria San Federico, 26 - Torino

Servizi
Liscrizione allevento da diritto a: Per assistenza ed informazioni contattare Rossana Colombo tel. 041 0999415 - e-mail: rossana.colombo@eurosportelloveneto.it - Roberto Bassetto - tel. 041 0999419 - e-mail: roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it.
WATEC ITALY 2017 WATEC TECHNOLOGY AND ENVIRONMENTAL CONTROL EXHIBITION & CONFERENCE
PALERMO, 23 GIUGNO 2017
Unioncamere del Veneto Eurosportello in collaborazione con Sicindustria, Consorzio Arca e la rete Enterprise Europe Network invita a partecipare alla seconda edizione di convegni e incontri bilaterali nellambito di Watec Italy 2017 (www.watecitaly.com) a Palermo il 23 giugno p.v..

Liniziativa

E levento principale, di livello internazionale, riguardante la riduzione della scarsit dacqua e le soluzioni collegate.
Offre unopportunit per le aziende dei settori coinvolti grazie alla possibilit di:
  • formare unagenda personalizzata sulla base delle aziende iscritte (sezione Participants) nel seguente sito https://www.b2match.eu/watecitaly2017
  • incontrare personalmente sul posto le aziende della propria agenda
Settori coinvolti
  • Trasformazione alimentare
  • Trattamento industriale dellacqua
  • Riciclo dellacqua
  • Desalinizzazione, filtraggio e ultra filtraggio dellacqua
  • Macchinari per il trattamento dellacqua
  • Agricoltura
  • Chimica e petrolchimica
  • Industria tessile
  • Industria della carta
  • Edilizia
  • HO.RE.CA (hotel, ristoranti, catering)
  • Logistica e controllo dei processi
Luogo degli incontri bilaterali
Hotel San Paolo Palace
Via Messina Marine, 91
Palermo

Servizi
Liscrizione allevento gratuita e da diritto a:
  • agenda personalizzata di incontri bilaterali ed aggiornamento della stessa durante levento
  • visibilit nel portale: https://www.b2match.eu/watecitaly2017
  • materiale informativo
  • assistenza prima, durante e dopo levento da parte del personale Enterprise Europe Network
Il termine ultimo per iscriversi nel sito il 19 giugno p.v. mentre sar possibile fissare gli appuntamenti dal 2 al 20 giugno p.v.
Per assistenza ed informazioni contattare Rossana Colombo tel. 041 0999415 - e-mail: rossana.colombo@eurosportelloveneto.it - Roberto Bassetto - tel. 041 0999419 - e-mail: roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it.
EVENTO CONCLUSIVO PROGETTO EDUCARSI CON LE TECNICHE LEAN
VICENZA, 29 MAGGIO 2017
Il 29 maggio 2017 a Vicenza, presso lAula Magna dell ITIS A. Rossi, Regione e Unioncamere del Veneto organizzano levento conclusivo del progetto EducaRSI con le tecniche LEAN finanziato dalla Convenzione per la realizzazione di attivit in ambito di sostenibilit e Responsabilit Sociale dImpresa (DGR 3015/2013). Durante levento i 9 istituti partecipanti al progetto presenteranno in forma di contest i risultati del loro percorso di approfondimento sulle tematiche della Responsabilit Sociale dImpresa tramite la metodologia Scrum. Una giuria composta da Regione, Unioncamere, Istituto Lean Management (partner tecnico del progetto) e da alcune imprese partecipanti al progetto decreter lIstituto vincitore.
Programma
Adesioni entro il 25 maggio 2017 al link: http://register.unioncamereveneto.it/form/829515
NAVIGARE NEI MERCATI ESTERI : ALLENARE LIMPRESA ALLE NUOVE SFIDE CON IL COACHING - SEMINARIO
PADOVA, 1 GIUGNO 2017
Unioncamere del Veneto in collaborazione con AICP - Associazione Italiana Coach Professionisti e Fondazione Centro Produttivit Veneto organizzano il seminario gratuito NAVIGARE NEI MERCATI ESTERI - Allenare limpresa alle nuove sfide con il Coaching che si terr gioved 1 giugno 2017, dalle 14.00 alle 18.30 c/o Sala Fuoco, Centro Conferenze alla Stanga in Piazza Zanellato n. 21, Padova. Lincontro si propone, attraverso il coinvolgimento di attori istituzionali e professionisti, di definire una possibile risposta ad una specifica domanda di formazione a 360 gradi espressa dalle aziende che decidono di affrontare un qualsivoglia processo di internazionalizzazione, sia esso indirizzato alla vendita o ad un pi strutturato progetto di off-shoring. Il seminario si inserisce nellambito del progetto regionale finanziato dal FSE "EXPLO-IT-ACTION coordinato dalla Fondazione Centro Produttivit Veneto.
Programma
Adesioni entro il 30 maggio al link: http://register.unioncamereveneto.it/form/865957
LTZ BIZ CIRCULAR 2017 EVENTO DI INCONTRI BILATERALI LUSSEMBURGO, 21 E 22 GIUGNO 2017
Unioncamere del Veneto Eurosportello in collaborazione con la Camera di Commercio del Lussemburgo e la rete Enterprise Europe Network invita a partecipare allevento di incontri bilaterali che coinvolger tutti gli aspetti delleconomia circolare.
Levento sar organizzato nellambito del Luxembourg Circular Economy Hotspot 2017
http://circularhotspot2017.lu/#ui-id-23-1486568141069142

Liniziativa

Offre unopportunit, a livello internazionale, per le aziende dei settori sotto elencati grazie alla possibilit di: Settori coinvolti
  • ICT and e-commerce
  • Marketing & communication
  • Services to companies

Servizi
Liscrizione allevento da diritto a: Per assistenza ed informazioni contattare Roberto Bassetto - tel. 041 0999419 - e-mail: roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it.
INNOVAZIONE E CRESCITA DI IMPRESA, OPPORTUNITA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE NELLO SPAZIO ALPINO
Una vera grande occasione per tutte le imprese venete dell'area alpina. Possono allargare il mercato, cercare investimenti, trovare acquirenti. Assistite da specialisti in ogni fase. Tutto grazie a uno strumento modernissimo legato a un progetto finanziato da un programma europeo che ha tra i partner le Camere di Commercio
Le cose sono cambiate rapidamente in questi anni, con aspetti particolari nell'area alpina. Come superare le difficolt? Il cambiamento demografico e la competitivit globale rappresentano una criticit per i settori economici tradizionali e la sostenibilit dellarea alpina. Facilitare le imprese ad affrontare il delicato processo del trasferimento dimpresa rappresenta una sfida ma anche unopportunit: la continuit dimpresa, rappresenta unoccasione sia per valorizzare il potenziale innovativo delle PMI consolidate sia per il rinnovamento delleconomia tradizionale verso uno sviluppo sostenibile del sistema produttivo dellarea alpina. Grazie al progetto ora esiste unopportunit per il potenziamento delle PMI che possono essere aiutate con un progetto preciso chiamato C-TEMAlp Continuit delle Imprese Tradizionali in Aree di Montagna dello Spazio Alpino - finanziato al primo bando di cooperazione transnazionale Europeo Interreg SpazioAlpino 2014-20120, il partenariato transnazionale composto da undici partner, in rappresentanza di sei diversi Paesi dellarco alpino, sta sviluppando un sistema condiviso di servizi per il Business Transfer.
In particolare il progetto C-TEMAlp offre i seguenti servizi:
  • Servizi avanzati per le imprese: il servizio di intermediazione dedicato alle imprese interessate ad individuare possibili partner allestero, sia al fine di cedere (in tutto o in parte) la propria attivit, sia di acquisire/investire in nuovi mercati. Il servizio prevede consulenze tecniche specialistiche che saranno attivate per tutta la durata del progetto dai sistemi camerali coinvolti dal progetto e le organizzazioni intermediare attraverso una rete diffusa a livello locale;
  • Creazione di un database transnazionale per il business transfer in area alpina: i partner di progetto implementeranno e testeranno una piattaforma di comunicazione per lo scambio di informazioni relative alle imprese interessate a vendere o acquistare nellarea alpina. La piattaforma uno strumento rapido ed facilmente accessibile per conoscere le opportunit di investimento, il quadro di riferimento dei Paesi partner e dei settori economici di maggior interesse;
  • Attivazione di un network di intermediari vicini alle imprese: mettendo in rete organizzazioni gi operanti sul territorio e vicine alle imprese, il progetto offrir punti di accesso fiduciari per gestire nella maniera pi adatta la delicata fase del trasferimento di impresa.
Per maggiori informazioni:
- dott.sa Roberta Lazzari - europa@eurosportelloveneto.it Unione Regionale delle Camere di Commercio del Veneto - Eurosportello Tel. 041/0999411
Il servizio garantisce alle imprese un supporto personalizzato e la massima riservatezza in relazione alle informazioni fornite. Le aziende interessate saranno contattate telefonicamente per un primo colloquio informativo.
CENTRO PRODUTTIVIT VENETO, COMUNIT E AMBIENTE RESPONSABILI NEL TERRITORIO VICENTINO - FOCUS GROUP MULTISTAKEHOLDERS, LANIFICIO CONTE - SCHIO (VI) 17 MAGGIO 2017
Nellambito del progetto Comunit e ambiente responsabili nel territorio vicentino il Centro Produttivit Veneto organizza lincontro Il capitalismo pu essere responsabile? Cooperazione, altruismo, merito, consumo, incentivi, virt, premi, reciprocit conversazione con il Prof. Luigino Bruni Economista e direttore scientifico della SEC Scuola di Economia Civile. Lincontro si svolger a Schio (VI) presso il Lanificio Conte, Mercoled 17 maggio con inizio alle ore 15.30. Introducono i lavori il Sindaco di Schio, Valter Orsi e il direttore del Centro Produttivit Veneto, Antonio Girardi. Al termine della conversazione previsto un momento di confronto moderato da Maurizio Padovan, formatore e facilitatore di reti. Sono invitati imprenditori, insegnanti, rappresentanti della Pubblica Amministrazione e delle organizzazioni profit e non profit del territorio. La partecipazione gratuita in quanto finanziata dal FSE.
Per ulteriori informazioni: https://www.cpv.org/corsi-di-formazione-vicenza
FESTA DELL'EUROPA 2017 A VENEZIA
Dal 5 al 25 maggio 2017 si tiene L'Unione europea tra passato e futuro, una grande manifestazione nel cuore di Venezia per celebrare la Festa dell'Europa con una serie di iniziative ed incontri dedicati all'Unione europea e ai suoi valori per favorire una cittadinanza europea pi consapevole.
La Festa dell'Europa ha l'obiettivo di rafforzare la conoscenza e la consapevolezza dei molteplici diritti e opportunit che derivano dalla cittadinanza europea, di cui non sempre siamo consapevoli.
La Festa dell'Europa a Venezia coorganizzata da Europe Direct del Comune di Venezia con il Consiglio d'Europa - sede di Venezia, il Parlamento europeo - Ufficio d'informazione a Milano e la Commissione europea - Rappresentanza in Italia insieme con 20 partner locali e nazionali.
Programma completo: http://www.comune.venezia.it/content/festa-delleuropa-2017-venezia
Questionario di gradimento dei servizi Unioncamere - Eurosportello del Veneto
Per una valutazione dei servizi offerti nel nostro territorio, vi chiediamo di rispondere a un breve questionario che ci permetter di conoscere meglio lutilizzo dei nostri servizi da parte delle imprese e dei soggetti del territorio e il vostro grado di soddisfazione.
Il questionario anonimo ed possibile accedervi cliccando qui.

Vi ringraziamo anticipatamente per la collaborazione!
fornitura di servizi specialistici e di consulenza
Appello alla manifestazione d'interesse - fornitura di servizi specialistici e di consulenza per Unioncamere del Veneto - Eurosportello del Veneto
NORMATIVA COMUNITARIA
CONSUMATORI
RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO Relazione finale sullindagine settoriale sul commercio elettronico {SWD(2017) 154 final} COM(2017) 229 final
DOCUMENTO DI RIFLESSIONE SULLA GESTIONE DELLA GLOBALIZZAZIONE COM(2017) 240 final
RELAZIONI ESTERNE
COMUNICAZIONE CONGIUNTA AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO Un nuovo impulso al partenariato Africa UE {SWD(2017) 150 final} {SWD(2017) 151 final} JOIN(2017) 17 final
gare d'appalto
Visualizza le GARE D'APPALTO per lavori, servizi e forniture.
Per ricevere le gare selezionate in base al vostro settore dattivit, iscrivetevi al servizio gratuito EUROAPPALTI.
ricerca partner
Ricerca le Idee progettuali di partner stranieri interessati a presentare progetti europei con partner italiani.
bandi europei
Apri lelenco completo dei bandi UE aperti, selezionati dalla Gazzetta ufficiale serie C e dai siti delle diverse Direzioni Generali dell Europea.
bandi e fondi strutturali
ALPINNOCT: PARTITO IL PROGETTO EUROPEO A DIFESA DELLE ALPI
MIGLIORARE IL TRASPORTO COMBINATO PER SALVAGUARDARE LECOSISTEMA ALPINO
PARTENARIATO TRANSNAZIONALE CON ITALIA, AUSTRIA, GERMANIA, SLOVENIA E SVIZZERA
Leggi il comunicato stampa.
iNTERREG V ITALIA CROAZIA
Primo bando per le proposte progettuali inerenti la tipologia Standard del primo bando del Programma CBC Italia-Croazia 2014-2020. La presentazione dei progetti avviene ad opera del Capofila (Lead Applicant) che lunico soggetto abilitato ad operare nella piattaforma informatica SIU (Sistema Informativo Unificato) in rappresentanza di tutto il partenariato progettuale. Il Capofila, per poter operare nel SIU, dovr ottenere le credenziali registrandosi nel sistema on-line GUSI.
Scadenza: ore 17.00 del 19 giugno 2017
Link diretti sono disponibili dalla new pubblicata sul blog della cooperazione territoriale o direttamente sul sito web del Programma: http://www.italy-croatia.eu/call-proposal.
INTERREG EUROPE: PARTECIPAZIONE AL TERZO BANDO
E in corso il terzo bando del Programma INTERREG EUROPE, come comunicato sul blog della Regione del Vento, i cui termini di presentazione dei progetti scadono il 30 giugno 2017.
Lapplication pack , che contiene le modalit e i documenti per la partecipazione al bando, disponibile sul sito del Programma, dove potete prendere visione altres della versione aggiornata del programma.
INTERREG V ITALIA-AUSTRIA SECONDO AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DI IDEE PROGETTUALI
E stato pubblicato il secondo avviso per la presentazione di idee progettuali aperto dal 12 aprile fino al 30 giugno 2017.
Per ulteriori informazioni: http://www.interreg.net/it/475.asp
INTERREG V SPAZIO ALPINO
LAutorit di gestione del Programma Interreg Alpine Space 2014-2020 ha aperto la terza procedura internazionale di selezione di proposte progettuali .
La valutazione consta di due fasi di selezione: la prima prevede la presentazione e valutazione di schede sintetiche; i progetti selezionati verranno invitati a presentare la candidatura completa alla seconda fase, a termine della quale il Comitato di Programma individuer i progetti da finanziare.
Il termine per la presentazione delle proposte alla prima fase fissato per il 28 giugno 2017, ore 14.00
I dettagli e la documentazione sono disponibili nel sito del Programma e nel blog regionale sulla CTE in Veneto
BANDO POR FESR PER IMPRESE CULTURALI E DELLO SPETTACOLO: INCREMENTATA DOTAZIONE FINANZIARIA
La Giunta regionale, su proposta degli assessori ai fondi UE e alla cultura, ha deciso di incrementare la dotazione finanziaria del bando rivolto a imprese culturali, creative e dello spettacolo al fine di consentire lo scorrimento della graduatoria delle domande ritenute ammissibili a finanziamento.
Link al comunicato stampa.
eurocooperazioni
Visualizza lelenco delle aziende straniere che cercano cooperazioni internazionali

sportello bruxelles

NOTIZIE DALLA SEDE DI BRUXELLES
La settimana in parlamento: il futuro dellEuropa: affrontare la globalizzazione
Bruxelles - La globalizzazione pu creare ricchezza e lavoro, ma ha in s anche un potenziale negativo. LUnione europea ha sempre cercato di sfruttare le opportunit e allo stesso tempo di mitigare gli effetti negativi della globalizzazione stabilendo regole e collaborando con altri paesi.
LUnione europea il pi grande attore nel mercato globale e usa la sua influenza non solo per imporre alti standard alle importazioni ma anche per promuovere i valori europei allestero. I deputati europei sfruttano questa posizione proponendo emendamenti agli accordi UE. Nelle recenti negoziazioni per il trattato Ceta, la pressione da parte del parlamento ha ottenuto che la problematica risoluzione delle controversie investitore-Stato fosse sostituita dal sistema giurisdizionale per gli investimenti al fine di incoraggiare la trasparenza e assicurare un controllo governativo sulla scelta degli arbitri.
I deputati europei promuovono misure per combattere la concorrenza sleale proveniente dallesterno, come hanno fatto ad esempio quando hanno richiesto che ci fosse una strategia europea in seguito a unimpennata delle importazioni di forniture ferroviarie a basso costo. Per proteggere limpiego in Europa il Parlamento sta insistendo a favore di un accordo in tempi brevi sulla modernizzazione degli strumenti di difesa commerciale. Si tratta sempre di trovare il giusto equilibrio, come nel caso della Cina.
Per impedire che il commercio di minerali finanzi guerre e violazioni dei diritti umani, i membri del Parlamento hanno adottato a marzo una bozza di regolamento che impone un controllo dei fornitori di quasi tutte le importazioni europee di stagno, tungsteno, tantalio e oro. I grandi produttori dovranno anche dimostrare come intendono verificare che i loro fornitori rispettino le regole. Il Parlamento ha anche aggiornato le regole europee per impedire il commercio di beni e servizi che potrebbero contribuire a torture e esecuzioni, includendo un bando sulla commercializzazione e il transito di materiale usato per il trattamento crudele, inumano e degradante di persone fuori dallUnione Europea.
Il Parlamento, adottando risoluzioni di propria iniziativa, spesso insiste affinch la commissione prepari nuove leggi. Ad esempio in aprile i deputati europei hanno richiesto regole che impongano allindustria tessile e dellabbigliamento di rispettare i diritti dei lavoratori. Nello stesso mese i deputati hanno anche chiesto un sistema di certificazione unico per lolio di palma che entra nel mercato europeo. Questo sistema ha lo scopo di contrastare gli effetti della produzione non sostenibile dellolio di palma, come la deforestazione e il degrado dellhabitat.
I membri del Parlamento sono anche consapevoli di quanto la globalizzazione influisca sulloccupazione: ad esempio sostengono iniziative per rafforzare i diritti dei lavoratori. Il Parlamento sta lavorando per la protezione delle persone in nuove forme di impiego create dalleconomia digitale. Il Parlamento sostiene anche il Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione, che aiuta i lavoratori che sono stati licenziati a trovare nuovi lavori. Ad esempio il comitato del bilancio approver l11 maggio un aiuto di 2.6 milioni di euro per aiutare 821 lavoratori della ex-Nokia in Finlandia.
Questi sono solo alcuni degli esempi di quello che il Parlamento ha fatto in tema di globalizzazione nei mesi scorsi. Questi esempi ci aiutano a comprendere i diversi modi in cui i deputati lavorano affinch globalizzazione sia un vantaggio per gli europei.
Spreco alimentare in Europa: ogni anno milioni di tonnellate nella spazzatura
Stime mostrano che nell'UE si producono 88 milioni di tonnellate di rifiuti alimentari ogni anno, equivalenti a circa 173 kg a persona. Quali sono i settori maggiormente responsabili? Come si sta cercando di ridurre questo spreco a livello europeo? Cosa possiamo fare noi consumatori?
I prodotti alimentari vengono persi e sprecati lungo tutta la filiera alimentare: nelle aziende agricole, nella lavorazione e produzione, nei negozi, nei ristoranti e in casa. Sempre secondo stime, i settori che in media contribuiscono maggiormente allo spreco dei generi alimentari nell'UE sono le famiglie (53%) e lindustria della trasformazione alimentare (19%).
necessario che i consumatori siano meglio informati sullo spreco di cibo e sulle sue cause. Secondo un sondaggio dellEurobarometro la data di scadenza sui prodotti alimentari mal compresa, anche se quasi 6 su 10 europei dicono di controllare sempre le diciture "da consumarsi preferibilmente entro" e "da consumarsi entro" sulle etichette. Lincomprensione riguardo alle date di scadenza contribuisce allaumento dei tassi di spreco.
Lo spreco di cibo costituisce un problema etico, oltre che economico e ambientale
Lo spreco di alimenti implica anche uno spreco di risorse preziose e spesso limitate (acqua, suolo, ore di lavoro, energia, ecc.) contribuendo inoltre al cambiamento climatico. Secondo la FAO, i rifiuti alimentari creano un inquinamento da anidride carbonica equivalente a circa l'8% delle emissioni totali di gas ad effetto serra prodotte dalluomo. Questo perch per ogni chilo di cibo prodotto vengono rilasciati 4,5 kg di CO2 nellatmosfera.
La riduzione dei rifiuti alimentari non solo un obbligo economico e ambientale, ma anche morale. Secondo i dati forniti dalla FAO, circa 793 milioni di persone nel mondo sono malnutrite. I dati Eurostat ci mostrano che 55 milioni di persone (il 9,6% della popolazione dell'UE-28) non sono riuscite a permettersi un pasto di qualit ogni due giorni nel 2014.
Cosa sta facendo il Parlamento per ridurre lo spreco alimentare?
I membri del Parlamento discuteranno una relazione preparata da Biljana Borzan (S&D -Socialisti e Democratici) che propone una serie di misure volte a ridurre del 50% entro il 2030 le 88 tonnellate di spreco alimentare annuo dellUnione Europea. Con questo traguardo concreto i deputati intendono ribadire lobiettivo gi delineato nel pacchetto legislativo sui rifiuti votato a marzo.
In aggiunta la relazione Borzan suggerisce alcune misure per ridurre lo spreco alimentare, come facilitare le donazioni di cibo.
Le donazioni permettono di aiutare persone in difficolt e allo stesso tempo ridurre lo spreco alimentare. Per questo la relazione sollecita la Commissione europea a proporre un cambiamento nelle vigenti direttive sullIVA per autorizzare in maniera esplicita le donazioni di cibo.
La semplificazione delle etichette, eliminando lambiguit fra le diciture da consumarsi entro e da consumarsi preferibilmente entro aiuterebbe ulteriormente a prevenire gli sprechi.
Il trasporto su strada nellEU
Gioved il Parlamento adotter una risoluzione che anticipa le attese proposte legislative del pacchetto di mobilit che devono essere presentate dalla Commissione europea alla fine del mese.
Il pacchetto fondamentale per la competitivit, l'efficienza e l'equit del settore dei trasporti in Europa e fornir una strategia a lungo termine molto importante.
Il gruppo PPE insiste affinch le proposte siano giudicate dal loro impatto positivo sulla creazione di posti di lavoro, sul loro sostegno alla posizione delle PMI e sui loro driver e per migliorare l'efficienza complessiva del settore. Il portavoce del gruppo PPE per il Trasporto e il Turismo, Wim van de Camp, ha dichiarato: "Dobbiamo essere pi ambiziosi per assicurare condizioni di parit tra i paesi intensificando l'applicazione delle leggi europee sui trasporti su strada, terminando la frammentazione e la complessit dei sistemi di pedaggio dell'Europa E fornire un quadro chiaro di regole per sostenere gli sviluppi tecnologici come la guida connessa e automatizzata. Inoltre, occorrer rivedere i tempi di guida e i periodi di riposo dei conducenti e delle misure di sicurezza stradale per proteggere meglio i conducenti e dare loro maggiore flessibilit durante la strada. "
APPROFONDIMENTO
Eurobarometro: gli europei chiedono pi interventi dellUE sullimmigrazione
Negli ultimi anni lEuropa si dovuta confrontare con un considerevole flusso di migranti e limmigrazione stata in cima all'agenda dell'UE. Dal 2015 in poi l'Unione europea ha adottato diverse misure per gestire le crisi migratorie e migliorare il sistema d'asilo. Secondo l'ultimo sondaggio dellEurobarometro, il 73% dei cittadini vorrebbe che l'UE facesse di pi per gestire le migrazioni. Allo stesso tempo il 58% degli intervistati pensa che i provvedimenti presi finora siano inadeguati.
Nel dicembre 2016 i membri della commissione per le Libert civili, giustizia e affari interni (LIBE) hanno sostenuto una relazione volta a rafforzare l'attuale Ufficio europeo di sostegno per lasilo (EASO), futura Agenzia dell'Unione europea per l'asilo, per una distribuzione equa e sostenibile dei richiedenti asilo. Il servizio fornir agli Stati membri i mezzi di assistenza nelle situazioni di crisi e controller lapplicazione della legislazione da parte delle autorit nazionali.
Il Parlamento ha anche affrontato la questione della riforma del sistema di Dublino presentando a marzo la bozza di relazione alla commissione LIBE. La relazione intende indagare le debolezze dell'attuale sistema di asilo e determinare quale Stato membro sia responsabile per l'elaborazione delle richieste di asilo.
In Aprile la commissione LIBE ha sostenuto una relazione che mira ad armonizzare le condizioni di accoglienza dei richiedenti asilo e a migliorare le loro prospettive di integrazione e autosufficienza.
Il sondaggio in Europa e in Italia
Lindagine dell'Eurobarometro stata condotta dal 18 al 27 marzo, su un campione di 27.901 persone provenienti da tutti i paesi dell'UE in modo da rappresentare la popolazione europea nel suo complesso.
In tutta l'Unione europea emerso che il 73% degli intervistati vorrebbe pi azioni da parte delle istituzioni europee per risolvere i problemi legati alle migrazioni.
Sono l80% gli intervistati italiani che chiedono allEuropa di fare di pi per gestire i flussi migratori. Il 76% pensa che le azioni dellUnione non siano al momento adeguate, una percentuale molto pi alta di quella dellUnione, che si attesta al 58%.
ALCUNI DEI PROSSIMI EVENTI IN PROGRAMMA
Il 16 Maggio: Regeneration of Port Cities and Port Areas Rappresentanza permanente Maltese Rue Archimede, 25 1000 Brussels (Belgium)
Il 16 Maggio: Regeneration of Port Cities and Port Areas Rappresentanza permanente Maltese Rue Archimede, 25 1000 Brussels (Belgium)
Il 16 Maggio: The future of the Connecting Europe Facility (CEF) Transport Comitato delle Regioni Rue Van Maerlant, 2 1000 Brussels (Belgium)
Il 18 Maggio: Mobility in EU Cities
Representation of the State of Hessen, 21 Rue Montoyer, 1000 Brussels
Il 18 Maggio: Alliance on the future of Cohesion Policy in the EU Comitato delle Regioni - Rue Belliard- 1040 Brussels (Belgium)
Il 22 Maggio: Towards an EU strategy for international cultural relations. A regional contribution Comitato delle Regioni - Rue Belliard- 1040 Brussels (Belgium)

sportello CROAZIA

Lo Sportello Croazia nasce per dare supporto alle PMI italiane nella ricerca di informazioni riguardo i fondi strutturali erogati dalle autorit croate dopo l'entrata della Repubblica di Croazia nell'Unione Europea, per il periodo 2014 - 2020. L'obiettivo principale quello di favorire lo sviluppo degli scambi commerciali fra la Regione Istriana e Litoraneo Montana e la Regione Veneto, nonch la collaborazione fra gli investitori delle Regioni sopracitate, fornendo informazioni ed assistenza ai processi di internazionalizzazione ed esportazione con particolare riferimento alle politiche comunitarie.

Lo Sportello, fornisce informazioni a tutti gli imprenditori italiani desiderosi di saperne di pi sui fondi strutturali e sulle opportunit di finanziamento che questi offrono.

Referente: Luca Pavanato
Eurosportello Unioncamere del Veneto
Via delle Industrie, 19/d
I 30175 Venezia
Tel. +39 041 099 9411
Fax +39 041 099 9401
E-mail: europa@eurosportelloveneto.it
Unioncamere Veneto Delegazione di Bruxelles
Avenue des Arts 19/D
Bruxelles 1000-B
Tel. segreteria 0032 25510490

BANDO
"Promuovere limprenditorialit 2017-2019

sportello apre

NOTIZIE
ERC, BUDGET RECORD PER I BANDI 2017
ERC, pubblicato il Work Programme 2017
Lo European Research Council ha pubblicato oggi il Programma di Lavoro 2017. In questa tornata di bandi, lERC investir circa 1.8 miliardi di euro, la quota pi alta mai investita per un programma di lavoro sin dal 2007, anno di nascita del programma. Il primo schema di finanziamento sar lo Starting, che verr pubblicato marted 26 luglio.
Scarica il Programma di Lavoro 2017
Per ulteriori informazioni clicca qui
SECONDA CONFERENZA ANNUALE HEALTH RESEARCH IN A CONNECTED AND PARTICIPATIVE SOCIETY"
BRUXELLES, 9 GIUGNO 2017
Il Panel Scientifico per la Salute (SPH) istituito dalla Commissione europea nellambito della Sfida Sociale SC1 per fornire prospettive, visioni e strategie globali, identificare ostacoli all'innovazione e proporre soluzioni nel campo della salute e della ricerca biomedica, organizzer il prossimo 9 Giugno a Bruxelles, la seconda conferenza annuale Health research in a connected and participative society'.
Focus della conferenza ed oggetto del dibattito, sar il tema della partecipazione della societ alla ricerca e politica sanitaria e a come migliorare la sinergia tra la ricerca e l'assistenza sanitaria.
La conferenza aperta al pubblico, previa registrazione. Maggiori informazioni e registrazione al link
SCADENZA REACH 31 MAGGIO 2018: PREPARARSI SUBITO UNA PRIORIT SOPRATTUTTO PER LE PMI
Tutte le sostanze chimiche prodotte o importate nello Spazio economico europeo, in una fascia compresa tra 1 e 100 tonnellate l'anno, devono essere registrate entro il 31 maggio 2018 presso l'Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA). Si tratta dell'ultimo termine di registrazione stabilito dal regolamento CE n. 1907/2006 (cd. REACH) per le sostanze chimiche gi esistenti.
Un obbligo per le imprese che consentir per di raccogliere enormi quantit di dati sulle sostanze fabbricate o usate in Europa, migliorando, in ultima analisi, la salute dell'uomo e dell'ambiente.
La scadenza del 2018 coinvolger decine di migliaia di imprese di tutte le dimensioni che, se inadempienti, non potranno pi immettere legalmente sul mercato le sostanze chimiche prodotte o importate. Registrare le sostanze un processo che richiede tempo. E importante che sin dora le imprese comincino a valutare il proprio portafoglio, analizzare i volumi di vendita e produzione delle sostanze, verificare lesistenza di obblighi ai sensi del REACH e, nel caso, pianificare la gestione delle loro registrazioni per l'ultimo termine fissato. Un'identificazione corretta delle sostanze in questa fase essenziale. L'ECHA, gli Stati membri e le associazioni di settore sono a disposizione dei potenziali dichiaranti per offrire assistenza mirata.
Il Ministero dello Sviluppo Economico mette a disposizione delle imprese lHelpdesk REACH, che fornisce gratuitamente informazioni e assistenza diretta, mediante la risposta a quesiti specifici che possono essere inviati accedendo al servizio contatta Helpdesk. In alternativa, le imprese possono rivolgersi alle associazioni di settore o avvalersi del supporto dellECHA, consultando il sito dedicato REACH 2018, e formulando eventuali ulteriori quesiti direttamente all'Helpdesk ECHA (per aspetti legati all'utilizzo di IUCLID e REACH-IT).
L'ECHA ha in programma una serie di webinar con l'obiettivo di fornire una panoramica generale sulle sostanze che devono essere registrate, sulle informazioni necessarie e sugli elementi che incidono sui costi della registrazione.
Brochure

GOINg abroad, a cura di eurocultura

Eurocultura, fondata nel 1993, un'associazione culturale con sede a Vicenza, che gli assegnata il compito di facilitare i propri soci nella realizzazione di attivit di lavoro, stage, volontariato e formazione all'estero. Il suo obiettivo di fornire un quadro completo sia delle opportunit all'estero sia delle difficolt da superare, il che permette ai soci di trovare l'offerta adeguata alle proprie necessit.

Eurocultura
Via del Mercato Nuovo, 44/G
36100 Vicenza
tel. 0444 - 964 770
fax 0444 - 960 129
info@eurocultura.it
www.eurocultura.it

EUROREPORTER

La Redazione di Eurosportello Informa, grazie alla collaborazione con Euroreporter, web site per l'informazione europea su misura, offre una rubrica di approfondimenti tematici dall'Europa su: evoluzione normativa, giurisprudenza, consultazioni pubbliche, regolamentazione tecnica, progetti transfrontalieri, conferenze e altri eventi, partenariati e accordi di settore, studi e rapporti di organismi pubblici o privati, posizioni delle associazioni di categoria europee o nazionali, azioni politiche e di lobbying, reazioni comunitarie a iniziative nazionali o viceversa, progressi tecnologici, tendenze di mercato.
Per visualizzare l'elenco cliccare il seguente link: http://www.euroreporter.eu

CONTATTI

Per non ricevere la newsletter ciccare QUI
Eurosportello informa - Anno XXI N 9 2017
Pubblicazione quindicinale di Eurosportello del Veneto
Via delle Industrie 19/d 30175 Venezia-Marghera Tel.041 0999411 Fax. 041 0999401
www.eurosportelloveneto.it e-mail: europa@eurosportelloveneto.it

Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1376 del 15/12/00
Direttore Responsabile: Gian Angelo Bellati
Comitato di redazione: Roberta Lazzari

Hanno collaborato: Roberto Bassetto, Michela Bergamin, Chiara Bianchini, Rossana Colombo,
Stefania De Santi, Mirta Diminic,Laura Manente, Filippo Mazzariol, Luca Pavanato,Ludovica Munari,
Samuele Saorin,Alessandra Vianello,Alessandro Vianello