<
n° 18
15/10/2013
EUROSPORTELLO INFORMA

EUROSPORTELLO INFORMA

n18
15 ottobre 2013
ITALIA: Un nuovo spiraglio per le PMI italiane
La scorsa settimana la Banca Europea per gli Investimenti (BEI), insieme alla Banca Popolare di Vicenza e al Gruppo SACE hanno stabilito una nuova linea di credito per un ammontare di 100 milioni di euro, destinata ad incrementare la competitivit internazionale delle PMI nei settori dellindustria, dellagricoltura, del turismo e dei servizi, permettendo loro di crescere nei mercati internazionali. Il 70% di tale somma andr a finanziare investimenti in assets materiali e immateriali delle Piccole Imprese, mentre il resto sar destinato alle Medie Imprese.
Questa linea di credito va ad inserirsi in un progetto di finanziamento maggiore di circa 200 milioni di euro previsto dalla BEI a favore della Banca Popolare di Vicenza, grazie alla garanzia del Gruppo SACE.
LAPPROCCIO LIVING LAB PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRITORIO
Il prossimo 24 ottobre 2013 si terr presso la sede della Camera di Commercio di Venezia, sede di San Marco, levento Living Lab per uno sviluppo sostenibile: unopportunit per il raggiungimento degli obiettivi energetici delle amministrazioni locali.
Liniziativa promossa da Unioncamere del Veneto, in collaborazione con la Camera di Commercio di Venezia, nellambito del progetto EnergyViLLab Network di Living Lab virtuosi nel risparmio energetico e nello sviluppo di fonti di energia rinnovabili, finanziato dal Programma per la cooperazione transfrontaliera Italia Slovenia 2007-2013 (www.energyvillab.eu).
Levento mira a promuovere lapproccio partecipativo dei Living Lab, dimostrandone lutilit per favorire una crescita sostenibile sia a livello locale che regionale e nazionale. Dopo il benvenuto e lintroduzione ai lavori da parte di Unioncamere del Veneto, capofila del progetto EnergyViLLab, il primo intervento si focalizzer sul Patto dei Sindaci e le strategie e le politiche di attuazione dei Piani di Azione per lEnergia Sostenibile (PAES). A seguire verranno presentate concrete applicazioni dellapproccio Living Lab nei settori delle energie rinnovabili, del risparmio energetico e della mobilit sostenibile, sperimentate sia in Italia (Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna) sia in Slovenia. Si dar tuttavia rilievo anche ad alcune iniziative esterne al progetto, che dimostrano di aver applicato con successo lapproccio partecipativo per promuovere lefficienza energetica (Comune di Feltre) e la riqualificazione di spazi urbani (Comune di Venezia). Un approfondimento sul tema Policy Living Lab per la corretta implementazione di una strategia nazionale per il rinnovo del patrimonio edilizio chiuder l'evento con l'obiettivo di stimolare pi proficue sinergie nell'area transfrontaliera, tramite il coinvolgimento dei rappresentanti italiani e sloveni del network internazionale Green Building Council.
Programma dellevento e scheda di adesione. Questultima dovr pervenire compilata allindirizzo europa@eurosportelloveneto.it oppure al numero di fax 041 0999401 entro luned 21 ottobre 2013.
Per ulteriori informazioni, referenti: dott.ssa Michela Bergamin, dott.ssa Irene Coppola, tel: +39 041 0999411, e-mail: europa@eurosportelloveneto.it.
ALTRI EVENTI in scadenza:

EUROSPORTELLO

Questionario di gradimento dei servizi Unioncamere - Eurosportello del Veneto
Per una valutazione dei servizi offerti nel nostro territorio, vi chiediamo di rispondere a un breve questionario che ci permetter di conoscere meglio lutilizzo dei nostri servizi da parte delle imprese e dei soggetti del territorio e il vostro grado di soddisfazione.
Il questionario anonimo ed possibile accedervi cliccando qui.

Vi ringraziamo anticipatamente per la collaborazione!

iniziative di prossima attuazione
APPELLO ALLA MANIFESTAZIONE D'INTERESSE - FORNITURA DI SERVIZI SPECIALISTICI E DI CONSULENZA PER UNIONCAMERE DEL VENETO - EUROSPORTELLO DEL VENETO

EVENTI E APPROFONDIMENTI
INCONTRI BILATERALI PER IMPRESE DEI SETTORI DELL'ECONOMIA DEL MARE ED ALTRI IN PORTOGALLO - Lisbona, 29 novembre 2013
Missione condotta dal Vicepresidente della Commissione Europea, Antonio Tajani
Unioncamere del Veneto - Eurosportello in collaborazione con il consorzio Portugalinova Net e la rete Enterprise Europe Network invita le aziende a partecipare agli incontri bilaterali gratuiti del 29 novembre p.v. www.b2match.eu/m4g-portugal
Questo evento fa parte della missione imprenditoriale del Vicepresidente della Commissione Europea e Commissario della DG Industria e Impresa, Antonio Tajani in Portogallo e beneficer del supporto diretto della diplomazia europea con il paese ospitante per agevolare gli incontri di affari tra le aziende partecipanti.
Lo scopo degli incontri bilaterali quello di promuovere linteresse economico delle imprese europee ed extraeuropee (Angola e Brasile) verso il Portogallo nei seguenti settori:
  • Economia del mare (attivit offshore quali energia dal vento, dal moto ondoso e dalle maree, crocieristica, turismo nautico, farmaceutico e biotecnologie)
  • Salute e benessere
  • Turismo
  • Componenti del settore automotive
  • Componenti del settore aereonautico
  • ICT
  • Carta
  • Agroalimentare
Gli incontri bilaterali sono gratuiti e organizzati secondo agende personalizzate derivanti dalle scelte delle aziende partecipanti iscritte allevento (vedi elenco partecipanti nel sito ufficiale dellevento www.b2match.eu/m4g-portugal). Rimangono a carico dellazienda i costi di viaggio ed alloggio.
Eurosportello del Veneto metter a disposizione un contributo di 250 Euro per azienda con sede legale nel Veneto alle prime 10 aziende iscritte allevento e che parteciperanno agli incontri bilaterali a Lisbona.
Qualora interessati, Vi chiediamo gentilmente di iscrivervi, entro il 30 ottobre 2013, compilando la scheda di registrazione nel sito: www.b2match.eu/m4g-portugal
In allegato sono visionabili le 370 aziende iscritte ad oggi con una breve descrizione delle loro offerte; per approfondire i profili delle singole aziende visionare il sito http://www.b2match.eu/m4g-portugal/pages/home nella sezione Participants.
Vi segnaliamo inoltre il convegno del 28 novembre pv. a Lisbona dove saranno presentate le opportunit economiche e di investimento in Portogallo.
A disposizione per eventuali ulteriori informazioni (Rossana Colombo tel. 041 0999411 email: rossana.colombo@eurosportelloveneto.it; Roberto Bassetto - tel. 041 0999411 - roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it)
IL COSME STIMOLER LACCESSO AL CREDITO PER LE PICCOLE IMPRESE
La Commissione Europea determinata ad aiutare le piccole e medie imprese (PMI) a superare i problemi di finanziamento che attualmente affliggono lEuropa. Questa laspirazione alla base di COSME, il nuovo programma dellUE dedicato alle PMI che allocher i finanziamenti e le aiuter a creare nuovi beni, servizi e posti di lavoro. Il programma sar attivo dal 2014 al 2020 con un budget di 2,3 miliardi di euro. 1,4 miliardi di euro saranno attribuiti a prestiti e capitali di rischio a complemento dei programmi finanziari a livello nazionale. Lassegnazione di questi fondi sar gestita da intermediari finanziari affidabili, come banche, garanzie comuni e fondi di capitali di rischio. Si prevede che il COSME contribuir ad un aumento del PIL dellUE pari a 1,1 miliardi di euro e sostenga 40.000 imprese nella creazione o nel salvataggio di 30.000 posti di lavoro e nel lancio di 1.200 nuovi prodotti commerciali, servizi o processi.
Il restante miliardo di euro del budget sosterr molti programmi di successo gi in atto e linternazionalizzazione delle PMI, il programma Erasmus per i giovani imprenditori, lhelp desk DPI e la riduzione degli oneri amministrativi.
UN PORTALE UNICO: LO STRUMENTO PER AIUTARE LE AZIENDE AD ACCEDERE AI FONDI DELLUE
In risposta alla crescente difficolt delle PMI di trovare finanziamenti e investitori, la Commissione europea ha lanciato il portale unico sui fondi dellEU, che fornisce informazioni dettagliate sul modo in cui le PMI possono accedere agli oltre 100 miliardi di euro di finanziamenti UE. Esso consente agli imprenditori e alle aziende di trovare finanziamenti su misura in base alle loro specifiche esigenze finanziarie. Gli strumenti finanziari dellUE destinati alle PMI comprendono il Programma quadro per la competitivit e linnovazione (CIP), Progress Microfinance, lo strumento per la condivisione del rischio (7 Programma quadro), prestiti concessi dalla BEI alle PMI e ora anche programmi operativi nazionali e regionali elaborati dai singoli stati membri in attuazione degli obiettivi della politica di coesione. Nel complesso dal 2007 al 2013 sono stati investiti 69,7 miliardi di euro dellERDF e dellESF per il finanziamento delle PMI. Pi di 220.000 PMI europee ha gi tratto vantaggio dal programma.

NORMATIVA COMUNITARIA
ambiente
RELAZIONE della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sul funzionamento generale dei controlli negli Stati membri in materia di sicurezza alimentare, salute e benessere degli animali e salute delle piante COM(2013) 681 final

tutela della salute
RELAZIONE della Commissione al Consiglio e al Parlamento europeo sull'applicazione della direttiva 91/676/CEE del Consiglio relativa alla protezione delle acque dall'inquinamento provocato dai nitrati provenienti da fonti agricole sulla base delle relazioni presentate dagli Stati membri per il periodo 2008-2011 {SWD(2013) 405 final} COM(2013) 683 final

gare d'appalto
Visualizza le GARE D'APPALTO per lavori, servizi e forniture.
Per ricevere le gare selezionate in base al vostro settore dattivit, iscrivetevi al servizio gratuito EUROAPPALTI.
ricerca partner
Ricerca le Idee progettuali di partner stranieri interessati a presentare progetti europei con partner italiani.

bandi europei
Apri lelenco completo dei bandi UE aperti, selezionati dalla Gazzetta ufficiale serie C e dai siti delle diverse Direzioni Generali dell Europea.
bandi e fondi strutturali
eurocooperazioni
Visualizza lelenco delle aziende straniere che cercano cooperazioni internazionali.

I NOSTRI SPORTELLI

sportellO BRUXELLES


Consulta anche tu l'archivio digitale della Delegazione di Unioncamere del Veneto di Bruxelles al sito http://www.eurosportelloveneto.it/report.asp.
Troverai un archivio digitale con tutti i report, organizzati per tematica di riferimento, dei principali approfondimenti (eventi e Commissioni) della delegazione di Bruxelles.

NOTIZIE DALLA SEDE DI BRUXELLES
Al servizio del territorio: prosegue la collaborazione con il mondo della ricerca. Per rafforzare il legame che unisce l'Universit Ca' Foscari ad Unioncamere del Veneto la sede di Bruxelles ha collaborato con Ca'Foscari Alumni nell'organizzazione della visita alle Istituzioni Europee il 16 - 17 Ottobre della delegazione di Ex studenti dell'Universit. La Sede accoglier insieme alla Regione Veneto la delegazione il 17 ottobre.

APPROFONDIMENTI IN RILIEVO
Consulta anche tu l'archivio digitale della Delegazione di Unioncamere del Veneto di Bruxelles al sito http://www.eurosportelloveneto.it/report.asp. Troverai un archivio digitale con tutti i report, organizzati per tematica di riferimento, dei principali approfondimenti (eventi e Commissioni) eseguiti dalla delegazione di Bruxelles.
  • Riforma della PAC. Questa conferenza stata occasione di dibattito e confronto riguardo labolizione delle cosiddette quote latte, prevista a partire dal 2015: si tratta di una svolta epocale nella strategia dellUnione europea nei confronti del mercato lattiero-caseario, che sar costretto ad affrontare lapertura ad un mercato globale altamente competitivo senza lausilio di quelle misure protezionistiche (il sistema a quote, appunto) che lhanno accompagnato per quasi un trentennio...Maggiori informazioni;
  • Marchi di qualit. Approfondimento sui regimi di qualit che sono riconosciuti dalla normativa comunitaria. Nello specifico viene trattata la regolamentazione e la protezione delle Denominazioni di Origine Protette (D.O.P.), delle Indicazioni Geografiche Protette (I.G.P.), delle Specialit Tradizionali Garantite (S.T.G.), delle indicazioni facoltative di qualit e del nuovo marchio prodotto di montagna...Maggiori informazioni;
  • Commissione REGI. interessante relazione della commissione Parlamentare che si espressa riguardo i marchi regionali di qualit, ha anlizzato l'esperienza dell'Europa Centro Orientale nell'implementare la Politica di Coesione ed ha ragionato riguardo la disparit di istruzione nelle regioni dell'Unione Europea...Maggiori informazioni;

PROSSIMI APPROFONDIMENTI IN PROGRAMMA
  • 16 -17 Ottobre: EUROPCOM 2013: 4TH EUROPEAN CONFERENCE ON PUBLIC COMMUNICATION, Parlamento Europeo e CoR, 11:00-19:30
  • 16 Ottobre: SHARING KNOWLEDGE AND ACCESS TO INTELLECTUAL PROPERTY IN THE INTERNET AGE, Bruxelles, sede EFTA, 09:30-14:00
  • 16 Ottobre: A MAASTRICHT FOR RESEARCH, Bruxelles, Parlamento europeo, 17:30
  • 16 Ottobre: TOWARDS A COMPETITIVE INDUSTRIAL PRODUCTION FOR EUROPE, Bruxelles, Parlamento europeo, 15:00-
  • 24 Ottobre: EERA 5TH ANNIVERSARY AND LAUNCH OF INTEGRATED RESEARCH PROGRAMMES, Representation of the State of North Rhine-Westphalia to the European Union, Rue Montoyer 47, 18:00
  • 29 Ottobre: THE PATH TO GROWTH: ACHIEVING EXCELLENCE IN BUSINESS FRIENDLY PUBLIC ADMINISTRATION, Bruxelles, Charlemagne Building, Rue de la Loi 170 - B-1000, 08:45-17:00
SPORTELLO EUROPA ROMANIA


Lo Sportello Europa Romania nasce nel gennaio 2008 per dare supporto alle PMI italiane nella ricerca di informazioni sui Fondi strutturali erogati dalle autorit romene nel periodo 2007-2013. E il risultato di un accordo tra alcune istituzioni italiane che da tempo operano in Romania per sostenere limprenditoria italiana nei suoi processi di internazionalizzazione, e che vantano notevole esperienza nella gestione di programmi comunitari quali lAssessorato all'Economia e Sviluppo, Ricerca e Innovazione della Regione del Veneto.
Lo Sportello, istituito presso la Camera di Commercio Italiana per la Romania, fornisce informazioni a tutti gli imprenditori italiani desiderosi di saperne di pi sui fondi strutturali e sulle opportunit di finanziamento che questi offrono.

Per ottenere maggiori informazioni sui bandi gi pubblicati, su quelli di prossima attivazione, sulle condizioni di eleggibilit e per ricevere la newsletter periodica sui fondi strutturali Vi preghiamo di prendere contatto con il referente dello Sportello Europa Romania
c/o Camera di Commercio italiana per la Romania
Tel: +40 (0)21 310.23.15/16/17
Fax: +40 (0)21 310.23.18
E-mail: sportelloeuropa@cameradicommercio.ro
Str. Franceza 13 2 piano
030102 Bucarest Romania
Referente: Matteo Peri

news fondi strutturali
Programma Operativo Crescita Competitivit Economica (POS CCE)
Ufficialmente sbloccato il POS CCE
Il Commissario Europeo per le Politiche Regionali, Johannes Hahn, ha informato il Primo Ministro della Romania, Victor Ponta, circa la decisione di Bruxelles di riprendere regolarmente i pagamenti effettuati allinterno del POS CCE.
La CE ha infatti constatato i sensibili miglioramenti fatti registrare dalla Romania nella rimozione delle inefficienze che affliggevano il sistema ottenuti grazie alladozione di una serie di misure correttive, e ha dato il via libera alla ripresa del flusso finanziario.

Programma Operativo Regionale (POR)
Vrancea, fanalino di coda della regione Sud-Est
La provincia di Vrancea ha finalizzato progetti per un valore pari a 55 milioni di euro attraverso il Programma Operativo Regionale (POR) 2007-2013.
Delle sei provincie che compongono la Regione di Sviluppo Sud-Est Braila, Buzau, Constanta, Galati, Tulcea e Vrancea, quest'ultima si trova all'ultimo posto per quantit di fondi europei assorbiti.
Una statistica messa a punto dall'Agenzia di Sviluppo Regionale (ADR) Sud-Est circa la situazione dei progetti finanziati e implementati attraverso il POR 2007-2013 mette in evidenza come la provincia di Vrancea abbia implementato progetti per un totale di 55 milioni di euro (253 milioni di RON), tre volte meno di Constanta, che si attesta a 730 milioni di RON e che guida questa speciale classifica.
Seguono Braila (430 milioni di RON), Galati (310 milioni di RON), Tulcea (288 milioni di RON) e Buzau (254 milioni di RON).
In totale alla Regione Sud-Est sono stati destinati fondi per un valore pari a 534 milioni di euro.

Programma Operativo Sviluppo delle Risorse Umane (POS DRU)
840 milioni di euro approvati dalla CE
Cristian Ababei, Direttore Generale dell'Autorit di Management (AM) del POSDRU, ha recentemente dichiarato che la somma complessivamente approvata dalla Commissione Europea ha toccato 840.686.564,62 euro, per un grado di assorbimento pari al 24,18%.
I valori sono stati aggiornati al 26 settembre 2013.
Ha inoltre spiegato che al 1 Ottobre 2013 risultavano selezionati 3.029 progetti, dei quali 2.483 contrattati (1.028 strategici e 1.194 grant, 182 di aiuto di stato e 79 di assistenza tecnica).
Il valore totale del finanziamento per i 2.483 progetti in analisi ammonta a 3.437.062.652 euro, di cui 3.141.548.629 euro a fondo perduto.
Il POS DRU pu beneficiare, per l'intero periodo 2007-2013, di circa 4,25 miliardi di euro; il contributo dell'Unione Europea copre 3,47 miliardi di euro.

Programma Nazionale di Sviluppo Rurale (PNDR)
PNDR 2014-2020: diminuiscono fondi e misure
A fine settembre il ministro dell'agricoltura Daniel Constantin e il segretario di stato del MADR, Achim Irimescu, hanno presentato lo stadio di elaborazione del PNDR per il periodo 2014-2020.
Se il valore dei contributi erogati attraverso il primo asse della PAC sovvenzione per superficie e supporto ai giovani agricoltori stato gi fissato, il processo di elaborazione del PNDR ancora in corso. "Stiamo ancora operando a livello ministeriale e delle autorit competenti, in un processo continuo di revisione delle misure che desideriamo adottare" ha dichiarato Daniel Constantin.
Secondo quanto reso noto dal Ministero dellAgricoltura e dello Sviluppo Rurale (MADR) i fondi disponibili per gli agricoltori nel periodo 2014-2020 saranno ridotti e passeranno da 8,12 a 7,8 miliardi di euro.
Un importante elemento di novit rappresentato dalla struttura del futuro PNDR.
Il programma nel periodo 2014-2020 dovrebbe disporre di soltanto 14 misure, contro le 24 attuali. La bozza del programma sar fatta pubblica nella seconda met del mese di ottobre, dopo aver consultato le associazioni del settore.
Il programma sar poi inoltrato alla Commissione Europea nel mese di gennaio, visto che il processo di negoziazione potrebbe durare sino a 6 mesi.

VARIE
Fondi europei per la rete idrica e fognaria di Caracal
Secondo quanto dichiarato dal sindaco di Caracal (provincia di Olt) lintero sistema di gestione delle acque del Comune sar sottoposto a partire dallanno prossimo ad un ampio processo di ammodernamento finanziato attraverso i fondi europei.
Sono gi state stabilite le varie fasi dellintervento e fissati i budget annuali, per un totale di circa 33 milioni di euro.
La rete necessita di investimenti urgenti visto che da 40 anni non stata effettuata alcuna opera di ristrutturazione e che i materiali che compongono le condotte andrebbero sostituiti con cadenza decennale.
Lente responsabile per limplementazione del progetto (Compania de Apa Olt CAO) ha beneficiato negli ultimi quattro anni di oltre 72 milioni di euro, utilizzati per lammodernamento delle reti idriche e fognarie dei comuni di Slatina Potcoava, Scornicesti e Draganesti.

Attesi tre nuovi bandi per il settore pesca
LAutorit di Management (AM) del Programma Operativo Pesca (POP) ha preannunciato il lancio di tre nuovi bandi entro ottobre 2013:

Asse prioritario / Misura

Budget - euro

Tempistica

Asse prioritario 1 Misure di adattamento della flotta alla normativa comunitaria / Misura 1.2 Sospensione temporanea delle attivit di pesca

1.500.000

31.10.2013

Asse prioritario 2 Itticoltura, pesca in acque interne, lavorazione e marketing dei prodotti ottenuti da pesca e itticoltura, Misura 2.1 Itticoltura, azione 4: Misure per lambiente acquatico, Operazione 3: Itticoltura sostenibile nei siti Natura 2000

2.500.000

15.10.2013

Asse prioritario 3 Misure di interesse comune, Misura 3.3: Porti di pesca, luoghi di sbarco e attracco, Azione 1: Investimenti nei porti di pesca esistenti

10.000.000

31.10.2013

SPORTELLO BALCANI

SERBIA: progressi nello screening pre-adesione e rapporti con il Kosovo
Nelle scorse settimane il processo di integrazione serba ha subito un notevole balzo in avanti grazie ai progressi nello screening dei Capitoli 23 e 24. A livello pratico stata analizzata le situazione del paese in merito allo sviluppo dellapparato giudiziario e dei diritti fondamentali (Capitolo 23) e della giustizia, libert e sicurezza (Capitolo 24), verificando la conformazione dei sistemi economici e legali serbi con gli standard europei. Questo processo di particolare importanza soprattutto se considerato alla luce dei rapporti tra Serbia e Kosovo, e delle elezioni municipali che si terranno in Kosovo il prossimo 3 novembre.
A tale riguardo, i primi ministri dei due paesi sono stati convocati dallAlto Rappresentate europeo Catherine Ashton. La Ashton ha infatti cercato di mitigare le tensioni tra le due parti nate in seguito alla decisione del governo kosovaro di vietare lingresso nel Paese ai rappresentanti politici serbi durante il periodo di campagna politica pre-elezioni, scatenando una decisa reazione della controparte serba.
BOSNIA ERZEGOVINA: Taglio da 47 milioni di euro rallenta il processo di pre-adesione
Il Commissario europeo Stefan Fle si recentemente riunito con alcuni leader dei maggiori partiti politici bosniaci per portare avanti le negoziazioni in merito al processo di pre-adesione, cercando di delineare una serie di principi guida necessari ad allineare il Paese con il resto della comunit europea. Tuttavia, dopo 10 giorno di dialogo, i risultati non sono stati quelli sperati ed chiaramente emerso come i leader serbi non siano stati in grado finora di portare a termine gli impegni precedentemente presi. In particolare emerso il fallimento del governo nellallineare la propria costituzione con la Convenzione Europea sui Diritti Umani, rendendo difficile giustificare a livello europeo lerogazione di fondi IPA a favore del Paese.
Il mancato allineamento ha comportato lavvio da parte della Commissione delle procedure per ridurre del 47% i fondi destinati al processo di pre-adesione, con una perdita complessiva di 47 milioni di euro. Ogni ritardo del Paese nellallinearsi agli standard europei comporter ulteriori riduzioni del budget, tuttavia, come ha tenuto a precisare il Commissario Fle, questo processo reversibile, e i fondi verranno ripristinati non appena il governo serbo presenter una soluzione concreta, che porti alla costruzione di un meccanismo di coordinamento efficace adeguando le esigenze politiche del Paese alle richieste provenienti da Bruxelles.
sportellO u.s.a.

Eurosportello Veneto-Stati Uniti nasce per dare assistenza e supporto informativo alle PMI Venete interessate ad investire e/o ad esplorare ed operare nel mercato americano. Con lobiettivo di promuovere e rafforzare la cooperazione transatlantica, lo sportello fornisce informazioni e assistenza anche ad imprese americane interessate a diverse forme di cooperazione transatlantica orientandone il focus e gli obiettivi verso il territorio veneto.
Lo Sportello ha base a New York ed il frutto di un accordo di collaborazione con lunico ufficio della rete europea Enterprise Europe Network (EEN) presente negli Stati Uniti. Lo sportello opera coordinandosi con le istituzioni italiane, con la rete delle camere di Commercio Italiane negli Stati Uniti e con istituzioni e soggetti americani attivi nel sostegno allimprenditoria. La costituzione e il rafforzamento di tale network sono condizione necessaria per stimolare e partecipare attivamente al Programma europeo di cooperazione transatlantica, fornendo in questo modo alle imprese strumenti e opportunit concrete di confronto costruttivo attraverso la presentazione di progetti condivisibili soprattutto nellambito della Ricerca e dellinnovazione.

Eurosportello Veneto - USA
c/o EABO (European American Business Organization)
Tel: +1 347 821 2384 Fax: +1 212 972 3026
E-mail: debacco@eurosportelloveneto.it
Referente: Beatrice De Bacco

eventi
EU-US Workshop Small and Medium-size enterprises Bruxelles 7-8 ottobre 2013
La mancata approvazione della legge finanziaria che avrebbe dovuto attribuire al governo americano il potere di spendere denaro, ha portato alla chiusura da parte del governo stesso di tutte le attivit ritenute non essenziali causando il rinvio del secondo round di negoziati del TTIP (Transatlantic Trade Investment Partnership) dato che i negoziatori americani sono rimasti in patria.
Nonostante lo shutdown governativo sia ancora in corso, i servizi essenziali come le pensioni e gli stipendi ai militari continuano ad essere pagati ma 800 mila lavoratori sono stati messi in congedo temporaneo e non ricevono lo stipendio mentre ad un altro milione il governo ha chiesto di continuare a lavorare senza essere pagato. Al momento laccordo non ancora raggiunto ma molti commentatori sono ottimisti sul fatto che lo stallo stia per terminare. Il Congresso degli Stati Uniti ora diviso tra i due principali partiti: i democratici controllano il Senato mentre i repubblicani controllano la Camera. I repubblicani hanno usato la loro maggioranza per inserire nella legge finanziaria, alla fine di settembre, alcune norme che hanno bloccato o rinviato la riforma sanitaria promossa dal presidente Barack Obama, approvata dal Congresso nel 2010 e giudicata legittima dalla Corte Suprema nel 2012; il blocco della legge ha innescato cos lo shutdown.
Il workshop Small and Medium-size enterprises ha comunque avuto luogo e vi hanno partecipato i massimi livelli delle Direzioni Generali della Commissione europea: Daniel Calleja Crespo (Direttore Generale DG Impresa), Peter Wragg (Capo Unit SMEs acces to market DG Impresa), Signe Ratso (Direttore della DG Trade), Marco Malacarne (Capo Unit Cluster and emerging industries DG Impresa), Marco Curavic (Capo Unit Enterpreneurship and social economy DG Impresa).
Si trattato quindi di unottima occasione per portare sul tavolo di coloro che lavorano a livello europeo per una negoziazione di successo che riduca o elimini le barriere tariffarie e non, che ostacolano il business tra i due lati dellOceano.
In riferimento a ci ringraziamo le aziende che, compilando il questionario TTIP inviato nelle settimane scorse, hanno contribuito a questo processo di trasferimento di dati importante per orientare i lavori dei negoziatori e ricordiamo a chi non lha potuto ancora fare che il vostro contributo e prezioso
Scarica il questionario.
SPORTELLO apre

CONFERENZA ERC A CITT DELLA SCIENZA, 29/10/2013 NAPOLI, 29 NOVEMBRE 2013 CITT DELLA SCIENZA
Il Consiglio Europeo della Ricerca (ERC) finanzia gli scienziati eccellenti e creativi in Europa per promuovere la ricerca fondamentale.
Utilizzando procedure competitive per la selezione ed il finanziamento dei progetti, lERC accompagna i ricercatori nelle scoperte scientifiche di frontiera e sui grandi temi delle sfide globali della Scienza, come i cambiamenti climatici, il trasporto ecologico ed intelligente, la salute pubblica e le societ inclusive. Pi di 200 ricercatori in Italia e 150 Italiani allestero beneficiano di un finanziamento ERC. Alcuni di loro saranno presenti il prossimo 29 ottobre a Citt della Scienza.
Sessione pubblica dalle 9.30 alle 13.00
Il Ministro della Ricerca Scientifica, Maria Chiara Carrozza, e la Presidente dellERC, Helga Nowotny, discuteranno della ricerca deccellenza in Italia e in Europa.
Alcuni ricercatori presenteranno i risultati delle loro ricerche e il pubblico avr lopportunit di incontrarli, porre domande e discutere dei loro studi.
PER PARTECIPARE alla sessione pubblica necessario compilare il form di registrazione al seguente link: http://www.cittadellascienza.it/machform/view.php?id=8228

Sessione di informazione per i ricercatori dalle 14.30 alle 16.00
Nel pomeriggio, una sessione di informazione (in lingua inglese) dedicata alle opportunit di finanziamento ERC sar organizzata per i ricercatori. Lobiettivo della sessione di presentare gli schemi di finanziamento e le procedure di presentazione delle domande. Questultima sessione aperta esclusivamente ai ricercatori che hanno conseguito il dottorato di ricerca e la registrazione obbligatoria (vedi modulo sotto).
PER PARTECIPARE alla sessione di informazione, necessario compilare il form di registrazione entro il 15/10/2013 al seguente link:
http://www.cittadellascienza.it/machform/view.php?id=8962

Il programma completo disponibile qui:
http://erc.europa.eu/sites/default/files/content/pages/pdf/Progetto_programma_ERC_evento.pdf

Beneficiari ERC
I beneficiari ERC sono stati personalmente invitati da ERCEA Grant Management Department.
Per informazioni ulteriori, contattare: ERC-C2-AMENDMENTS@ec.europa.eu
Media
Una conferenza stampa sar organizzata alle 11 in sala Saffo. Gli inviti saranno inviati a met Ottobre.
I giornalisti interessati possono prendere contatto con lUfficio Stampa dellERC: erc-press@ec.europa.eu
Per ulteriori informazioni: http://www.cittadellascienza.it/notizie/giornata-consiglio-europe/

VISUALIZZA TUTTI I BANDI DI RICERCA APERTI.

altre iniziative

EGOINg abroad, a cura di eurocultura
Eurocultura, fondata nel 1993, un'associazione culturale con sede a Vicenza, che gli assegnata il compito di facilitare i propri soci nella realizzazione di attivit di lavoro, stage, volontariato e formazione all'estero. Il suo obiettivo di fornire un quadro completo sia delle opportunit all'estero sia delle difficolt da superare, il che permette ai soci di trovare l'offerta adeguata alle proprie necessit.

Eurocultura
Via del Mercato Nuovo, 44/G
36100 Vicenza
tel. 0444 - 964 770
fax 0444 - 960 129
info@eurocultura.it
www.eurocultura.it
Centro di formazione in Europrogettazione
Venice International University
Isola di San Servolo - Venezia
Dal 1999 viene organizzato (spesso in pi edizioni annuali) il Master in Europrogettazione, aperto a tutti coloro che intendano affrontare gli aspetti legati alla redazione e allo sviluppo di un progetto europeo: dalla ricerca e individuazione delle informazioni al partenariato, dal budget alla definizione di un piano di comunicazione e disseminazione efficace. Il Master ha un taglio pratico e operativo, ed adatto sia a chi si accosta per la prima volta alla progettazione europea, sia a chi ha gi acquisito esperienza e desidera strutturare al meglio le proprie competenze. Largo spazio lasciato all'esercitazione in piccoli gruppi omogenei, in base ai settori di provenienza degli allievi.
Il Master offre inoltre un periodo di assistenza alla redazione di un progetto, che l'interessato svilupper autonomamente con l'assistenza dei nostri tutors, e al termine del quale potr conseguire il Master (non obbligatorio per l'allievo, a cui viene comunque rilasciato un attestato di frequenza).
Dal 2004 al Master in Europrogettazione stata affiancata la Scuola di gestione dei progetti europei, finalizzata ad approfondire tutte le problematiche inerenti alla vita di un progetto approvato: i rapporti con l'Unione Europea, le tecniche e gli strumenti di gestione dei progetti e del partenariato, il monitoraggio e la valutazione, la gestione economico-finanziaria e la rendicontazione. Anche in questo caso linterattivit tra docenti e allievi riveste unimportanza cruciale per l'ottimale riuscita del corso: per questo lasciato ampio spazio a domande ed esercitazioni.
Entrambi i percorsi durano ciascuno una settimana a tempo pieno, durante la quale sono previste iniziative collaterali e servizi aggiuntivi, che variano a seconda delle edizioni: approfondimenti, seminari facoltativi, ecc.
Il Centro offre inoltre seminari specialistici, di progettazione su varie tematiche: ambiente, ricerca, cooperazione territoriale, apprendimento permanente, ecc. solitamente in concomitanza con luscita di bandi particolarmente rilevanti. I seminari hanno normalmente una durata di una o due giornate, e si concentrano su un bando o su un programma specifico di particolare complessit e attualit, oppure su temi di rilevanza trasversale.
Il Centro in grado di concludere convenzioni e accordi con enti e imprese che avessero la necessit di formare un numero rilevante di persone, orientando e terminando la formazione alle loro specifiche esigenze, e realizzando direttamente le attivit didattiche presso le strutture richiedenti.

http://www.europelago.it/dove.asp
euroreporter
La Redazione di Eurosportello Informa, grazie alla collaborazione con Euroreporter, web site per linformazione europea su misura, offre una rubrica di approfondimenti tematici dallEuropa su: evoluzione normativa, giurisprudenza, consultazioni pubbliche, regolamentazione tecnica, progetti transfrontalieri, conferenze e altri eventi, partenariati e accordi di settore, studi e rapporti di organismi pubblici o privati, posizioni delle associazioni di categoria europee o nazionali, azioni politiche e di lobbying, reazioni comunitarie a iniziative nazionali o viceversa, progressi tecnologici, tendenze di mercato.
Per visualizzare lelenco cliccare il seguente link: http://www.euroreporter.eu

contatti

Per non ricevere la newsletter ciccare QUI
Eurosportello informa - Anno XVII N 18 2013
Pubblicazione quindicinale di Eurosportello del Veneto
Via delle Industrie 19/d 30175 Venezia-Marghera Tel.041/0999411 Fax. 041/0999401
www.eurosportelloveneto.it e-mail: europa@eurosportelloveneto.it

Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1376 del 15/12/00
Direttore Responsabile: Gian Angelo Bellati
Comitato di redazione: Roberta Lazzari, Francesco Pareti

Hanno collaborato: Roberto Bassetto, Sara Codognotto, Rossana Colombo, Beatrice De Bacco, Giorgio De Bin, Marco Boscolo, Bernd Faas, Laura Manente, Filippo Mazzariol, Matteo Peri, Daniela Nardello, Brankica Raskov, Lodovica Reale, Samuele Saorin,Dubravka Skopac, Alessandra Vianello, Alessandro Vianello