<
n° 18
15/10/2017
EUROSPORTELLO INFORMA

n 18
15 ottobre 2017


Enterprise Europe Network la pi grande rete a supporto delle PMI a livello mondiale, presente in pi di 60 Paesi e composta da oltre 600 partner locali, raggruppati localmente in consorzi.

La Rete e i suoi membri mettono a sistema la propria esperienza sul business a livello internazionale con le competenze locali per supportare lintroduzione dellinnovazione nel mercato.

La Rete fornisce assistenza personalizzata alle imprese per accelerarne la crescita, sviluppare nuovi partenariati commerciali e tecnologici, favorire laccesso al credito e la partecipazione a programmi di finanziamento europei

EUROSPORTELLO

NEWS - eventi
Ultimi giorni per iscriverti
ORIENTARSI NEI MERCATI DEI PAESI TERZI
MARGHERA VENEZIA, 18 OTTOBRE 2017
E' ancora possibile iscriversi alla 5 giornata del corso di Euroformazione, che verter sul tema ORIENTARSI NEI MERCATI DEI PAESI TERZI Mercoled 18 ottobre 14.30 17.30 c/o Sala Europa - Unioncamere del Veneto La trattazione sar articolata in due parti: la prima sar un racconto del quadro socio-economico locale e internazionale, volto a individuare le traiettorie della crescita e come le imprese possono intercettarle.
La seconda parte si concentrer sullo strumento IER, Intelligent Export Report, la banca dati che consente di accompagnare le imprese in tutti i passaggi dell'attivit export, dalla valutazione dell'esportabilit del prodotto all'individuazione dei mercati che offrono maggiori opportunit, fino all'individuazione dei potenziali distributori.
Il Corso di Euroformazione, giunto alla sua ottava edizione, organizzato da Unioncamere del Veneto, in collaborazione con la Regione del Veneto - Direzione Industria e Artigianato e Europe Direct Venezia. Il corso strutturato in dieci giornate frequentabili singolarmente, ciascuna delle quali relativa alle principali politiche dellUnione Europea: dalla programmazione 2014-2020, al Fondo di Europeo di Sviluppo Regionale della Regione Veneto, alleuroprogettazione.
Il corso accreditato presso gli ordini dei Consulenti del Lavoro, degli Avvocati e dei Commercialisti della Provincia di Venezia, ai fini dellacquisizione di crediti formativi. E previsto comunque, qualora richiesto, il rilascio di un attestato di partecipazione.
Ciascun giornata si terr presso la sala Europa di Unioncamere del Veneto, via delle Industrie 19/C.
Il programma completo e i moduli per liscrizione sono disponibili cliccando qui
Per ulteriori informazioni potete contattare il numero 041 0999411 (Rif. Roberta Marciante) o scrivere a unione@ven.camcom.it
TRAINING DAY ERASMUS+ ASSE ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE VET
VENERD, 20 OTTOBRE 2017 H9.00-13.30
Co.Ge.S - Societ Cooperativa Sociale (viale S. Marco 172, Mestre-Venezia)
Lattivit di informazione e formazione Erasmus+ promossa dallAgenzia Locale Eurodesk Europe Direct del Comune di Venezia, in collaborazione con l Agenzia Nazionale Erasmus+ VET, INAPP Public Policy Innovation.
Il Training Day rivolto a rappresentanti di Istituti Scolastici, enti/organizzazioni che vogliono migliorare la qualit della loro progettazione e/o approcciarsi alla progettazione sviluppando idee qualitativamente valide.
La partecipazione allevento gratuita, previa registrazione alla pagina web:
www.eurodesk.it/infoday-erasmus-2017/venezia
Per maggiori informazioni news online: http://www.comune.venezia.it/it/content/training-day-erasmus-plus-asse-istruzione-e-formazione-professionale-vet

Programma
09:00 > 09.30 Registrazione, Benvenuto e Saluti degli enti organizzatori
09.30 > 10.15 Erasmus+ VET Introduzione (caratteristica generale delle Azioni, finalit, priorit, tipologia,
Paesi eleggibili, ecc.) a cura dellAgenzia Nazionale Erasmus+ VET, INAPP
10.15 > 13:30 Inizio attivit dei laboratori di progettazione nellAmbito VET (i partecipanti verranno indirizzati su due sale distinte sulla base del laboratorio scelto)
13:30 Chiusura del laboratorio
Per maggiori infoRMAZIONI:
Comune di Venezia
Europe Direct-Eurodesk
tel. 041 2748082
e-mail: infoeuropa@comune.venezia.it
INCONTRO "AGENDA DIGITALE DEL VENETO 2020: I NUOVI FINANZIAMENTI PER LO SVILUPPO DEL VENETO"
TREVISO, 20 OTTOBRE 2017
Agenda digitale del Veneto 2020: I nuovi finanziamenti per lo sviluppo del Veneto 20 ottobre, 9:30 - 13:00, Auditorium Museo Santa Caterina, Treviso
Lincontro organizzato allinterno del Digitalmeet con lobiettivo di condividere i prossimi progetti dellAgenda Digitale della Regione Veneto.
Due sessioni in cui si presenteranno le azioni finanziate dal POR/FESR 2014-2020 per accrescere la cultura digitale dei cittadini, delle aziende e degli operatori della Pubblica Amministrazione attraverso lo sviluppo di luoghi di incontro e di collaborazione.
Per informazioni:
http://www.adveneto2020.it/evento/agenda-digitale-del-veneto-2020-i-nuovi-finanziamenti-per-lo-sviluppo-del-veneto/
INCONTRI FORMATIVI SU SUAP E IDENTIT DIGITALE
DIECI APPUNTAMENTI ITINERANTI GRATUITI AD OTTOBRE
Venezia, 5 ottobre 2017 | Con DGR n. 1281/2017 la Regione del Veneto ha affidato a Unioncamere del Veneto la realizzazione, tra laltro, di incontri formativi sui servizi digitali alle imprese.
Unioncamere, con la collaborazione delle Camere di Commercio, ha messo a punto un programma di seminari per le imprese, i professionisti, gli enti locali e le associazioni di categoria sullo Sportello Unico per le Attivit Produttive (SUAP) e sullIdentit Digitale che si svolger nel mese di ottobre.
Gli incontri relativi al SUAP affronteranno con taglio, sia giuridico che operativo, i decreti legislativi 126/2016, 127/2016 e 222/2016; gli argomenti sono stati suddivisi tra le varie sedi.
Gli incontri sullIdentit Digitale forniranno indicazioni in merito al kit dellidentit digitale (SPID, CNS, cassetto digitale).
La partecipazione sar gratuita. Gli eventi del SUAP saranno trasmessi anche via streaming.
Per prendere visione del programma ed iscriversi clicca qui.
CORSO DI EUROFORMAZIONE 2017
Siamo lieti di comunicarvi che il 10 ottobre 2017 avr inizio l'ottava edizione del Corso di Euroformazione, organizzato da Unioncamere del Veneto, con il contributo della Regione del Veneto - Direzione Industria e Artigianato e in collaborazione con Europe Direct Venezia. Il corso sar strutturato in dieci giornate frequentabili singolarmente, ciascuna delle quali relativa alle principali politiche dell'Unione Europea: dalla programmazione 2014-2020, al Fondo di Europeo di Sviluppo Regionale della Regione Veneto, all'europrogettazione.
atteso l'accreditamento del corso da parte degli ordini dei Consulenti del Lavoro, degli Avvocati e dei Commercialisti della provincia di Venezia, ai fini dell'acquisizione di crediti formativi. previsto comunque, qualora richiesto, il rilascio di un attestato di partecipazione.
Ciascun giornata si terr presso la sala Europa di Unioncamere del Veneto, via delle Industrie 19/C. Il programma completo contenente i link per l'iscrizione online disponibile cliccando qui.
Per ulteriori informazioni potete contattare il numero 041 0999411 (Rif. Roberta Marciante) o scrivere a europa@eurosportelloveneto.it.
ON-LINE LA NUOVA GUIDA AI FINANZIAMENTI 2017
E con piacere che annunciamo che disponibile on-line la nuova Guida ai finanziamenti 2017, realizzata da Eurosportello Veneto ed Unioncamere del Veneto in collaborazione con i 3 sportelli Europe Direct del Veneto (Europe Direct Veneto, Europe Direct Venezia Veneto e Europe Direct Verona Filodiretto con lEuropa). La Guida ai finanziamenti europei 2017, rinnovata rispetto agli anni precedenti, uno strumento di facile utilizzo, ideato per orientare e informare i cittadini sulla programmazione 2014-2020, che adesso in piena fase attuativa. La Guida ai finanziamenti europei 2017 suddivisa in sezioni tematiche quali: ricerca, sviluppo tecnologico e competitivit, ambiente, agricoltura e pesca, cambiamento sociale e innovazione, sicurezza interna e immigrazione, istruzione e cultura, salute e sicurezza, fiscalit e dogane, infrastrutture e trasporti, formazione, cooperazione internazionale, strumenti finanziari e cooperazione territoriale europea. Allinterno di tali sezioni sono elencati i principali programmi europei attinenti, in modo da rendere la ricerca di finanziamenti quanto pi semplice ed immediata.
La guida completamente gratuita, ed scaricabile dal sito di Eurosportello del Veneto.
SMART CITY WORLD CONGRESS 2017 BROKERAGE EVENT
BARCELLONA, 14-16 NOVEMBRE 2017
Unioncamere del Veneto in qualit del progetto PPACT, coordinato dagli spagnoli ACCIO e con lobiettivo di favorire la partecipazione delle aziende alle gare di appalti internazionali, invita le aziende venete a partecipare allevento di brokerage che si terr presso lo Smart City Exhibition World Congress, il prossimo 14-16 Novembre 2017.
La partecipazione gratuita e soggetta a registrazione entro il 30 ottobre p.v. accedendo direttamente al sito dellevento https://www.b2match.eu/smartcity2017/participants?c=254048
Per maggiori informazioni potete contattare la dott.ssa Stefania De Santi o il dott. Luca Pavanato europa@eurosportelloveneto.it tel. 0410999411
15ESIMA EDIZIONE DEL MASTER IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE
PERIODO DI SVOLGIMENTO: NOVEMBRE 2017 > OTTOBRE 2018
Presentazione
Il Master si propone la formazione di esperti in diritto del lavoro, con competenze di carattere giuridico, profili qualificatori e formativi legati ai temi del welfare e della previdenza sociale nonch all amministrazione e gestione del rapporto di lavoro.
Queste figure professionali sapranno muoversi agevolmente nell'ambito di un sistema in continua evoluzione, proponendosi come interpreti dei temi e dei problemi del lavoro in chiave multidisciplinare e di comparazione nel contesto del diritto nazionale, europeo e internazionale.
Alla luce di questi obiettivi formativi e' stato attivato un importante accordo di collaborazione con il Master in diritto sociale de lUFR de Droit et de sciences politiques dellUniversit Paris Ouest Nanterre La Dfense per lorganizzazione di seminari internazionali e programmi di ricerca congiunti.
Ulteriori informazioni
Questionario di gradimento dei servizi Unioncamere - Eurosportello del Veneto
Per una valutazione dei servizi offerti nel nostro territorio, vi chiediamo di rispondere a un breve questionario che ci permetter di conoscere meglio lutilizzo dei nostri servizi da parte delle imprese e dei soggetti del territorio e il vostro grado di soddisfazione.
Il questionario anonimo ed possibile accedervi cliccando qui.

Vi ringraziamo anticipatamente per la collaborazione!
fornitura di servizi specialistici e di consulenza
Appello alla manifestazione d'interesse - fornitura di servizi specialistici e di consulenza per Unioncamere del Veneto - Eurosportello del Veneto
NORMATIVA COMUNITARIA
QUESTIONI GENERALI, ISTITUZIONALI E FINANZIARIE
RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO sulla valutazione della norma europea sulla fatturazione elettronica ai sensi della direttiva 2014/55/UE COM(2017) 590 final
TUTELA DELLA SALUTE
RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI Valutazione intermedia del terzo programma in materia di salute 2014 - 2020 a norma del regolamento (UE) n. 282/2014 sulla istituzione del terzo programma d'azione dell'Unione in materia di salute (2014 - 2020) {SWD(2017) 331 final} {SWD(2017) 333 final} COM(2017) 586 final
AGRICOLTURA
RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO sui piani d'azione nazionali degli Stati membri e sui progressi realizzati nell'attuazione della direttiva 2009/128/CE concernente l'utilizzo sostenibile dei pesticidi COM(2017) 587 final
gare d'appalto
Visualizza le GARE D'APPALTO per lavori, servizi e forniture.
Per ricevere le gare selezionate in base al vostro settore dattivit, iscrivetevi al servizio gratuito EUROAPPALTI.
ricerca partner
Ricerca le Idee progettuali di partner stranieri interessati a presentare progetti europei con partner italiani.
bandi europei
Apri lelenco completo dei bandi UE aperti, selezionati dalla Gazzetta ufficiale serie C e dai siti delle diverse Direzioni Generali dell Europea.
bandi e fondi strutturali
MATERIALE EVENTI 12 E 18 SETTEMBRE
Si informa che stato pubblicato, nelle pagine degli eventi del 12 e 18 settembre, il materiale presentato durante le giornate informative sui bandi POR FESR:
12 settembre, Treviso
Azione 1.1.4 - Bando per il sostegno a progetti di ricerca e sviluppo sviluppati da reti innovative regionali e distretti industriali
Azione 3.4.1 - Bando per il sostegno a progetti di promozione dell'export sviluppati da reti innovative regionali e distretti industriali
18 settembre, a Vicenza
Azione 1.1.1 - Bando per il sostegno a progetti di ricerca che prevedono limpiego di ricercatori
Azione 1.4.1 - Bando per lerogazione di contributi alle start-up innovative
INCREMENTO DOTAZIONE FINANZIARIA DEL BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER INVESTIMENTI INNOVATIVI NEL SETTORE RICETTIVO TURISTICO
Si informa che con DGR n. 1541 del 25 settembre 2017 stata incrementata la dotazione finanziaria del bando Azione 3.3.4 Sub-azione C "Bando per l'erogazione di contributi alle imprese per investimenti innovativi nel settore ricettivo turistico" dagli iniziali 12.000.000 a oltre 19.000.000, cos da soddisfare il finanziamento di tutte le domande ammissibili poste in graduatoria.
Collegamento al BUR:
https://bur.regione.veneto.it/BurvServices/Pubblica/DettaglioDgr.aspx?id=354299
Pagina del bando (chiuso il 11/5/2017)
https://bandi.regione.veneto.it/Public/Dettaglio?idAtto=1037
APERTO IL TERZO BANDO DI PROGRAMMA!
60 MILIONI DI EURO DI FONDO FESR PER PROGETTI INNOVATIVI DI COOPERAZIONE TRANSNAZIONALE
E stato presentato a Berlino durante la conferenza di Programma per i 20 anni della cooperazione transnazionale il terzo bando Interreg CENTRAL EUROPE che metter a disposizione circa 60 milioni di euro di Fondo FESR per il finanziamento di idee progettuali innovative nellarea Central Europe.
Tra il 21 settembre 2017 ed il 25 gennaio 2018 sar possibile candidare unidea progetto nelle quattro Priorit tematiche del Programma: Innovazione, Riduzione della CO2, Risorse naturali e culturali e Trasporti. Per questo bando il Comitato di Sorveglianza ha deciso di prevedere dei focus tematici pertanto tra i 10 Obiettivi Specifici che dettagliano le 4 Priorit tematiche, 5 saranno aperti totalmente, 4 avranno un focus ed uno non verr aperto.
I progetti dovranno essere candidati esclusivamente attraverso la piattaforma eMS
Tutte le informazioni e la documentazione sono disponibili nel sito di Programma.
RAPPORTO DI MONITORAGGIO OT2 E OT11 2016
ll Comitato di Pilotaggio OT11 e OT2 (Agenda Digitale) ha pubblicato il rapporto "Monitoraggio sullattuazione degli Obiettivi Tematici 11 e 2 nei POR e nei PON". Il rapporto presenta i risultati di un'analisi approfondita condotta sia su dati quantitativi relativi allavanzamento fisico e finanziario degli interventi avviati a dicembre 2016, sia su dati qualitativi con focus sullo stato della programmazione attuativa, sugli attori coinvolti, sulle criticit riscontrate e sul livello di integrazione tra OT11 e OT2.
Il rapporto scaricabile dal sito del CDP http://www.ot11ot2.it/monitoraggio
eurocooperazioni
Visualizza lelenco delle aziende straniere che cercano cooperazioni internazionali

sportello bruxelles

NOTIZIE DALLA SEDE DI BRUXELLES
Bruxelles - Clima: Ecofin, avanti piano su impegni finanziari Parigi
Avanti con cautela sugli impegni finanziari dell'accordo sul clima di Parigi. I ministri dell'economia dell'Ue riuniti in Consiglio in Lussemburgo hanno approvato le conclusioni sul finanziamento per le azioni sul clima che saranno tra gli argomenti di discussione della prossima Conferenza di Bonn (6-17 novembre), ma senza indicare impegni precisi. La parte pi importante del documento riguarda la promessa fatta a Parigi dalle economie pi forti del pianeta di costituire un fondo da 100 miliardi di dollari entro il 2020 per aiutare i paesi in via di sviluppo nelle loro strategie di adattamento e mitigazione ai cambiamenti climatici. L'Ue e i 28 si sono impegnati ad aumentare i loro contributi nei prossimi anni, ma sottolineano che anche gli altri Paesi sviluppati e il settore privato devono fare la loro parte. "I ministri delle finanze hanno ribadito il loro impegno a rispettare le loro promesse in materia di clima - l'analisi di Maeve McLynn del Climate Action Network - ma l'Ue continua a non sostenere adeguatamente l'adattamento climatico nei paesi in via di sviluppo. Questione che, dopo un anno di eventi catastrofici, sta diventando sempre pi urgente".
Bruxelles - Ambiente: nasce sito Ue su buone pratiche elettrodomestici
Le buone pratiche nei diversi paesi europei sul recupero dei componenti e la riparazione degli elettrodomestici, l'evoluzione della tecnologia per evitare sprechi alimentari, le soluzioni per risparmiare energia e acqua in lavatrici e lavastoviglie: sono solo alcuni dei contenuti di cui si riempir la piattaforma internet 'Circular Society' (www.circularsociety.eu), lanciata dal Ceced, l'organizzazione europea dei produttori di elettrodomestici.
Bruxelles - Ue rilancia Unione bancaria, anche con bond sovrani
La Commissione Ue vuole che l'Unione bancaria sia completata entro il 2018, e per questo rilancia il cammino degli ultimi tasselli. Proponendo di usare il salva-Stati Esm come 'paracadute finale o 'backstop' per il fondo salva-banche, annunciando presto una proposta sui 'Safe assets' europei, simili agli Eurobond, e modificando quella sullo schema comune di assicurazione sui depositi (EDIS), rinviando la messa in comune dei rischi come voleva la Germania.
Bruxelles Cina: ok formale ad accordo Ue su dazi antidumping
Via libera formale da parte dei 28 all'accordo raggiunto la scorsa settimana tra Parlamento, Consiglio e Commissione Ue sul nuovo meccanismo che fa scattare i dazi antidumping che si applicher anche nel caso della Cina.
Gli ambasciatori degli stati membri hanno confermato l'intesa politica in base a cui viene eliminato il vecchio sistema basato sulle 'liste' di Paesi a economia di mercato e non per uno neutrale, basato sull'individuazione di "serie distorsioni di mercato" nelle diverse economie e settori economici, su cui la Commissione chiamata a stendere rapporti. Non c' l'introduzione di ulteriori oneri della prova per le imprese europee, che continueranno a dover introdurre i loro ricorsi alla Commissione ma potranno usare i suoi rapporti come appoggio. Servir ora il via libera definitivo di Consiglio e Parlamento Ue, un passo puramente procedurale atteso nelle prossime settimane. Le nuove regole entreranno immediatamente in vigore il giorno dopo la loro pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale Ue.
Bruxelles - Agricoltura: Martina, da paesi Ue ok a semplificazione Pac
"Molto soddisfatto" per le misure "per i giovani agricoltori", per il "taglio di burocrazia che arriva con le nuove regole e ai miglioramenti apportati alla gestione del rischio". Cos il ministro delle politiche agricole Maurizio Martina a margine del Consiglio agricoltura in corso in Lussemburgo annuncia lo sblocco del tormentato iter della parte agricola del regolamento 'Omnibus', che semplifica l'applicazione di alcune norme della riforma della Pac del 2013.
Le modifiche razionalizzano la gestione amministrativa della parte degli aiuti diretti vincolata al rispetto di pratiche agricole 'verdi', rendono pi facile agli agricoltori l'accesso a strumenti di gestione del rischio come fondi mutualistici e assicurazioni e rafforzano la posizione delle organizzazioni dei produttori nella contrattazione con le altre parti della filiera. Se confermato dal prossimo negoziato tra le istituzioni Ue del 12 ottobre e dal comitato permanente agricoltura (16 ottobre), l'accordo dei Paesi dovrebbe garantire l'adozione delle nuove regole a partire dal nuovo anno.
La bozza di regolamento 'Omnibus' presentato dalla Commissione Ue alla fine del 2016 era stata ampiamente modificata dall'Europarlamento, con un rapporto firmato dall'italiano Paolo De Castro e dal tedesco Albert Dess, e il contributo del francese Michel Dantin. Dopo le iniziali riserve, i paesi Ue hanno trovato l'accordo su diversi emendamenti suggeriti dall'Europarlamento, tra cui il rafforzamento del ruolo delle organizzazioni dei produttori (contratti scritti obbligatori) per tutti i settori, analogamente a quanto gi previsto nel pacchetto latte, e una maggiore flessibilit per identificare la figura dell'agricoltore in attivit, necessaria a individuare i beneficiari degli aiuti Pac.
APPROFONDIMENTI
Lo sviluppo di una politica di R&I pi incisiva un investimento per il futuro
L'Europa ha bisogno di regioni forti, che abbiano il vigore e la visione necessari per sostenere gli ecosistemi di ricerca e innovazione e siano in grado di esercitare un impatto reale sul mondo globalizzato. quanto ha dichiarato il commissario Carlos Moedas, intervenendo oggi alla sessione plenaria del Comitato europeo delle regioni (CdR) e facendo propria la richiesta delle citt e regioni europee di disporre di politiche in materia di ricerca e innovazione (R&I) pi multidisciplinari, inclusive, aperte e collaborative.
Il Comitato europeo delle regioni ha adottato oggi la sua posizione ufficiale sulla valutazione intermedia del programma Orizzonte 2020 mediante il parere elaborato da Christophe Clergeau (FR/PSE), consigliere regionale dei Paesi della Loira. I membri del Comitato hanno accolto con favore la relazione recentemente presentata dal Gruppo ad alto livello sull'ottimizzazione dell'impatto dei programmi di R&I dell'UE, in cui non solo stato evidenziato l'effetto moltiplicatore che i finanziamenti per la R&I hanno sulla crescita e l'occupazione, ma stato anche sottolineato il ruolo delle citt e delle regioni quali laboratori di cambiamento per la sperimentazione di nuove idee e concetti.
Carlos Moedas , commissario europeo per la Ricerca, la scienza e l'innovazione, ha affermato che "la nostra intenzione migliorare i metodi per combinare le differenti fonti di finanziamento dell'UE in vista della creazione di infrastrutture regionali per la ricerca e l'innovazione, allo scopo di aiutare le regioni a specializzarsi in ci che sanno fare meglio e a diventare leader a livello europeo e mondiale. Tanti sono i passi avanti compiuti in questo campo. Le regioni hanno messo a punto pi di 120 strategie di specializzazione intelligente, fissando delle priorit per la ricerca e l'innovazione che potranno contare su un finanziamento di oltre 40 miliardi di euro messi a disposizione dal Fondo europeo di sviluppo regionale per il periodo 2014-2020. Tuttavia, i metodi per combinare Orizzonte 2020 e i fondi di coesione sono ancora complessi e vanno semplificati. I leader locali e regionali hanno la possibilit di tastare il polso ai cittadini in ciascuna delle loro regioni: abbiamo bisogno delle loro competenze ed esperienze concrete per elaborare i prossimi programmi".
Sottolineando il successo sinora conseguito da Orizzonte 2020 nel concentrare gli sforzi sul conseguimento di risultati tangibili, il Presidente del CdR Markku Markkula ha dichiarato che "gli ecosistemi regionali per la ricerca e l'innovazione costituiscono il presupposto per inventare e costruire un futuro migliore per i cittadini europei. Per forgiare l'Europa che vogliamo, dobbiamo affrontare le sfide che interessano la societ a tutti i livelli: europeo, nazionale, regionale e locale. per questo motivo che il CdR lieto di farsi promotore dell'immagine delle citt e delle regioni come poli innovativi di cambiamento in cui possibile sperimentare nuove idee e concetti. Siamo per anche impegnati a compiere un ulteriore passo avanti, assicurando che i progetti innovativi possano essere estesi a tutta l'Europa".
Il parere del Comitato europeo delle regioni, adottato mercoled all'unanimit dall'Assemblea, sottoscrive in larga misura le conclusioni principali della relazione del Gruppo ad alto livello, tra cui l'idea che i fondi strutturali possono contribuire a creare un'Europa pi competitiva a livello mondiale attraverso un rafforzamento delle capacit di R&I in tutte le regioni, specialmente in quelle in ritardo di sviluppo. Nel parere, tuttavia, il CdR esprime la propria contrariet allo storno di fondi della politica di coesione per destinarli a misure rientranti nel programma quadro. Il Comitato chiede invece misure che rafforzino i sistemi di R&I, tenendo conto del contesto di ogni paese e regione, allo scopo di raggiungere l'obiettivo, fissato dalla strategia Europa 2020, di destinare il 3 % del PIL alla R&I pubblica e privata.
"La ricerca e l'innovazione devono avere un forte radicamento in tutte le citt e regioni e, pertanto, occorre assegnare alla R&I una priorit maggiore in tutte le politiche dell'UE, compresa la politica di coesione. essenziale migliorare le sinergie tra le differenti politiche e coinvolgere le regioni e le citt nella definizione congiunta dei programmi di R&I, tenendo meglio conto degli ecosistemi d'innovazione regionali. anche importante riconoscere tutte le forme di eccellenza, comprese l'innovazione non tecnologica e l'innovazione sociale, che possono fornire una risposta alle esigenze della societ e migliorare la qualit della vita dei cittadini", ha affermato il relatore Christophe Clergeau.
Nel parere del CdR figurano altre importanti proposte, tra cui:
  • intensificazione dello sforzo di bilancio complessivo dell'UE nel settore della R&I e aumento considerevole della dotazione finanziaria per il programma quadro, almeno per mantenere l'attuale dinamica di crescita del programma, che secondo la relazione del Gruppo ad alto livello porterebbe a un bilancio settennale di almeno 120 miliardi di euro ai prezzi correnti;
  • promozione dell'eccellenza nelle citt e nelle regioni attraverso strategie di specializzazione intelligente e un migliore coordinamento degli investimenti regionali ed europei nei progetti strutturali connessi alla specializzazione intelligente;
  • alleggerimento del quadro regolamentare per le attivit pilota e semplificazione delle norme per gli appalti pubblici innovativi;
  • pi sostegno alle industrie emergenti e alle reti di eccellenza interregionali, nonch rafforzamento dei poli e degli ecosistemi regionali d'innovazione attraverso una nuova azione di "collegamento territoriale" per riconoscere e finanziare le reti di eccellenza regionali, sul modello dell'iniziativa Vanguard;
  • cinque principi operativi per l'UE, gli Stati membri e gli enti locali e regionali nella costruzione delle sinergie, ossia, coerenza, compatibilit, complementarit, costruzione congiunta e principio degli ecosistemi;
  • istituzione del Consiglio europeo per l'innovazione con la partecipazione degli enti locali e regionali.
ALCUNI DEI PROSSIMI EVENTI IN PROGRAMMA
Il 23 Ottobre 2017: Energy Info Days 2017 European Commission, Charlemagne building, Brussels (Belgium);
Il 24 Ottobre 2017: Horizon 2020 Energy - Brokerage Event - Calls for Work Programme 2018-2020
SQUARE Brussels Meeting Centre, Brussels (Belgium);
Il 26 Ottobre 2017: Annual Conference on European Patent Law 2017Management Centre (Rue de lAqueduc), Brussels (Belgium).

sportello CROAZIA

Lo Sportello Croazia nasce per dare supporto alle PMI italiane nella ricerca di informazioni riguardo i fondi strutturali erogati dalle autorit croate dopo l'entrata della Repubblica di Croazia nell'Unione Europea, per il periodo 2014 - 2020. L'obiettivo principale quello di favorire lo sviluppo degli scambi commerciali fra la Regione Istriana e Litoraneo Montana e la Regione Veneto, nonch la collaborazione fra gli investitori delle Regioni sopracitate, fornendo informazioni ed assistenza ai processi di internazionalizzazione ed esportazione con particolare riferimento alle politiche comunitarie.

Lo Sportello, fornisce informazioni a tutti gli imprenditori italiani desiderosi di saperne di pi sui fondi strutturali e sulle opportunit di finanziamento che questi offrono.

Referente: Luca Pavanato
Tel. segreteria 0032 25510490
E-mail: europa10@eurosportelloveneto.it; europa@eurosportelloveneto.it
Unioncamere Veneto Delegazione di Bruxelles
Avenue des Arts 19/D
Bruxelles 1000-B

SEMINARIO SUI PROSSIMI BANDI EU IN CROAZIA
RIJEKA - CROAZIA, 27 OTTOBRE 2017
L'associazione Jadranski Ekonomski Savez Alleanza Economica Adriatica, in collaborazione con Sensum consulting, vi invita al seminario sui prossimi bandi EU in uscita in Croazia. Il seminario avr luogo
venerd 27 ottobre ore 15 presso Sensum d.o.o, Vukovarska 10a/II, 51000 Rijeka, Croazia.
Vi preghiamo di prendere visione del programma.

sportello apre

NOTIZIE
ONLINE LA PUBBLICAZIONE APRE: "UNA PANORAMICA SULLA PARTECIPAZIONE ITALIANA A HORIZON 2020"
APRE ha concluso lo studio sulla partecipazione italiana ai primi anni di Horizon 2020.
Tale esercizio, avviato dintesa con il MIUR e con il coinvolgimento e supporto dei Rappresentanti nei Comitati di programma H2020 delle varie configurazioni, vuole essere un contributo per tutti gli attori coinvolti in H2020: mondo scientifico, protagonisti dellinnovazione e soggetti istituzionali. Lobiettivo dellanalisi contribuire alla definizione di uno scenario nazionale che faciliti una comune riflessione sul programma, evidenziando luci ed ombre della partecipazione italiana e costruendo una comune base per ragionare su visioni, strutture e strumenti del futuro FP9.
Ci auguriamo che questo sforzo possa risultarvi utile nellacquisire elementi fattuali che contribuiscono ad inquadrare la partecipazione Italiana in Horizon 2020.
Il documento direttamente scaricabile dal sito APRE: http://www.apre.it/apredati/
CORSO DI FORMAZIONE
AUMENTA LE TUE POSSIBILIT DI SUCCESSO IN HORIZON2020
A ottobre 2017 verranno pubblicati i bandi Horizon2020 che copriranno gli anni 2018-2020 con un budget a disposizione di parecchi miliardi di euro.
Per non trovarsi impreparati davanti a queste nuove possibilit, APRE offre una serie di corsi di formazione specialistici e avanzati su tutti gli aspetti di progettazione e gestione in ambito Horizon2020.
Non perdiamo questa possibilit di ottenere finanziamenti a fondo perduto rivolti a rafforzare la ricerca e linnovazione di prodotti, processi e servizi, destinati ai centri di ricerca, universit, imprese.
CORSO ATTUALMENTE IN CALENDARIO
IL PROGRAMMA HORIZON2020 - COME STRUTTURARE LA PROPOSTA
ROMA, 20 -21 NOVEMBRE 2017
Perch partecipare a questo corso?
Per essere vincenti in Europea non basta scrivere una buona proposta, occorre scrivere una proposta eccellente dove si prendano in considerazione tutti i tre criteri di valutazione partendo dalleccellenza scientifica senza trascurare le ricadute e limpatto del progetto come pure unaccurata gestione del management.
Lobiettivo di questo modulo formativo che si svolger su due giorni quello approfondire gli elementi chiave e puntare ad una proposta di qualit.
Lattenzione sar maggiormente rivolta alle modalit di scrittura di un progetto con esercitazioni e simulazioni per permettere ai partecipanti di lavorare direttamente sui temi individuati.
Il programma e condizioni di partecipazione on line: http://www.apre.it/corsi-di-formazione/
SCADENZA REACH 31 MAGGIO 2018: PREPARARSI SUBITO UNA PRIORIT SOPRATTUTTO PER LE PMI
Tutte le sostanze chimiche prodotte o importate nello Spazio economico europeo, in una fascia compresa tra 1 e 100 tonnellate l'anno, devono essere registrate entro il 31 maggio 2018 presso l'Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA). Si tratta dell'ultimo termine di registrazione stabilito dal regolamento CE n. 1907/2006 (cd. REACH) per le sostanze chimiche gi esistenti.
Un obbligo per le imprese che consentir per di raccogliere enormi quantit di dati sulle sostanze fabbricate o usate in Europa, migliorando, in ultima analisi, la salute dell'uomo e dell'ambiente.
La scadenza del 2018 coinvolger decine di migliaia di imprese di tutte le dimensioni che, se inadempienti, non potranno pi immettere legalmente sul mercato le sostanze chimiche prodotte o importate. Registrare le sostanze un processo che richiede tempo. E importante che sin dora le imprese comincino a valutare il proprio portafoglio, analizzare i volumi di vendita e produzione delle sostanze, verificare lesistenza di obblighi ai sensi del REACH e, nel caso, pianificare la gestione delle loro registrazioni per l'ultimo termine fissato. Un'identificazione corretta delle sostanze in questa fase essenziale. L'ECHA, gli Stati membri e le associazioni di settore sono a disposizione dei potenziali dichiaranti per offrire assistenza mirata.
Il Ministero dello Sviluppo Economico mette a disposizione delle imprese lHelpdesk REACH, che fornisce gratuitamente informazioni e assistenza diretta, mediante la risposta a quesiti specifici che possono essere inviati accedendo al servizio contatta Helpdesk. In alternativa, le imprese possono rivolgersi alle associazioni di settore o avvalersi del supporto dellECHA, consultando il sito dedicato REACH 2018, e formulando eventuali ulteriori quesiti direttamente all'Helpdesk ECHA (per aspetti legati all'utilizzo di IUCLID e REACH-IT).
L'ECHA ha in programma una serie di webinar con l'obiettivo di fornire una panoramica generale sulle sostanze che devono essere registrate, sulle informazioni necessarie e sugli elementi che incidono sui costi della registrazione.
Brochure
Link utili:
http://www.minambiente.it/reach2018
http://www.reach.gov.it/informazione-limpresa

GOINg abroad, a cura di eurocultura

Eurocultura, fondata nel 1993, un'associazione culturale con sede a Vicenza, che gli assegnata il compito di facilitare i propri soci nella realizzazione di attivit di lavoro, stage, volontariato e formazione all'estero. Il suo obiettivo di fornire un quadro completo sia delle opportunit all'estero sia delle difficolt da superare, il che permette ai soci di trovare l'offerta adeguata alle proprie necessit.

Eurocultura
Via del Mercato Nuovo, 44/G
36100 Vicenza
tel. 0444 - 964 770
fax 0444 - 960 129
info@eurocultura.it
www.eurocultura.it

EUROREPORTER

La Redazione di Eurosportello Informa, grazie alla collaborazione con Euroreporter, web site per l'informazione europea su misura, offre una rubrica di approfondimenti tematici dall'Europa su: evoluzione normativa, giurisprudenza, consultazioni pubbliche, regolamentazione tecnica, progetti transfrontalieri, conferenze e altri eventi, partenariati e accordi di settore, studi e rapporti di organismi pubblici o privati, posizioni delle associazioni di categoria europee o nazionali, azioni politiche e di lobbying, reazioni comunitarie a iniziative nazionali o viceversa, progressi tecnologici, tendenze di mercato.
Per visualizzare l'elenco cliccare il seguente link: http://www.euroreporter.eu

CONTATTI

Per non ricevere la newsletter ciccare QUI
Eurosportello informa - Anno XXI N 18 2017
Pubblicazione quindicinale di Eurosportello del Veneto
Via delle Industrie 19/d 30175 Venezia-Marghera Tel.041 0999411 Fax. 041 0999401
www.eurosportelloveneto.it e-mail: europa@eurosportelloveneto.it

Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1376 del 15/12/00
Direttore Responsabile: Gian Angelo Bellati
Comitato di redazione: Roberta Lazzari

Hanno collaborato: Roberto Bassetto, Chiara Bianchini, Rossana Colombo,
Stefania De Santi, Mirta Diminic,Laura Manente, Filippo Mazzariol, Luca Pavanato, Samuele Saorin,Alessandra Vianello,Alessandro Vianello