<
n° 22
15/12/2018
EUROSPORTELLO INFORMA

n 22
15 dicembre 2018


Enterprise Europe Network la pi grande rete a supporto delle PMI a livello mondiale, presente in pi di 60 Paesi e composta da oltre 600 partner locali, raggruppati localmente in consorzi.

La Rete e i suoi membri mettono a sistema la propria esperienza sul business a livello internazionale con le competenze locali per supportare lintroduzione dellinnovazione nel mercato.

La Rete fornisce assistenza personalizzata alle imprese per accelerarne la crescita, sviluppare nuovi partenariati commerciali e tecnologici, favorire laccesso al credito e la partecipazione a programmi di finanziamento europei

EUROSPORTELLO

news - eventi
CONSULTAZIONE EUROPEA PRINCIPI E ORIENTAMENTI DELLA CONDIVISIONE DI DATI TRA IMPRESE
La Commissione Europea invita le PMI a alla Consultazione pubblica sui principi e orientamenti della condivisione di dati tra imprese di contribuire alla discussione per la creazione di uno Mercato Unico digitale.
Le risposte fornite saranno fondamentali per individuare l'impatto delle regole in vigore sulle PMI e valutare in quale misura le regole vigenti siano adatte allo scopo previsto, elaborando cos una risposta politica adeguata e possibili modifiche future ai regolamenti.
Vi invitiamo a compilare il questionario scaricabile dal seguente link: www.eurosportelloveneto.it/public/doc/2018/SME entro il 10 gennaio 2019 ed a inviarlo a Unioncamere del Veneto - Eurosportello (e-mail: unione@ven.camcom).
Per maggiori informazioni si prega di contattare la dott.ssa Stefania De Santi e la dott.ssa Chiara Bianchini (tel. 0410999411).
SCUOLA E RESPONSABILIT SOCIALE D'IMPRESA: ECCO I VINCITORI
IL CSR BUSINESS GAME PROMOSSO DA REGIONE E UNIONCAMERE DEL VENETO
Il 1 dicembre scorso si conclusa la seconda edizione del concorso online CSR Business Game finanziato dalla Convenzione per la realizzazione di attivit in ambito di sostenibilit e Responsabilit Sociale dImpresa (DGR 3015/2013) firmata da Regione e Unioncamere del Veneto.
Il concorso, aperto agli studenti dellultimo triennio di tutti gli istituti secondari superiori del Veneto, ha visto il coinvolgimento di 39 squadre appartenenti a 7 Istituti che si sono sfidate a colpi di Corporate Social Responsibility (CSR).
La graduatoria finale, costruita in base ai punteggi ottenuti dalle squadre con le proprie scelte di gestione aziendale consultabile allindirizzo https://www.thebusinessgame.it/2018/11/09/concorso-online-csr-business-game-2/
Prima classificata, con 255 punti, la squadra Devastanti dellI.S.I.S. G. Luzzatto di Portogruaro (Venezia), guidata dalla prof.ssa Carmen Marzola, seconda classificata, con 250 punti, la squadra CDV dellI.S.I.S.S. Da Collo di Conegliano (Treviso) guidata dalla prof.ssa Sonia Dalto, terza classificata, con 243 punti, la squadra BZM dellI.I.S. De Nicola di Piove di Sacco (Padova), guidata dalla prof.ssa Margherita Fano e dal prof. Mattia Perrone. Alle tre squadre vincitrici sar consegnato un attestato di merito.
Il CSR Business Game una piattaforma web based, ideata dalla societ The Business Game S.r.l e da Anima Impresa, attraverso la quale gruppi di studenti, costituti in squadre, simulano la gestione di una propria azienda applicando i temi della Corporate Social Responsibility (CSR) e sfidando le altre aziende virtuali, formate a loro volta da altri team di studenti.
Per informazioni: Irene Gasperi T. 041 0999 311; e-mail: unione@ven.camcom.it
Questionario di gradimento dei servizi Unioncamere - Eurosportello del Veneto
Per una valutazione dei servizi offerti nel nostro territorio, vi chiediamo di rispondere a un breve questionario che ci permetter di conoscere meglio lutilizzo dei nostri servizi da parte delle imprese e dei soggetti del territorio e il vostro grado di soddisfazione.
Il questionario anonimo ed possibile accedervi cliccando qui.

Vi ringraziamo anticipatamente per la collaborazione!
fornitura di servizi specialistici e di consulenza
Appello alla manifestazione d'interesse - fornitura di servizi specialistici e di consulenza per Unioncamere del Veneto - Eurosportello del Veneto
NORMATIVA COMUNITARIA
TUTELA DELLA SALUTE
RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO Attuazione del terzo programma d'azione dell'Unione in materia di salute nel 2015 {SWD(2018) 489 final} COM(2018) 818 final
UNIONE DOGANALE E LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE MERCI
COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE riguardante gli orientamenti alle autorit nazionali di regolamentazione sulla trasparenza e sulla valutazione delle tariffe per le consegne transfrontaliere di pacchi a norma del regolamento (UE) 2018/644 e del regolamento di esecuzione (UE) 2018/1263 della Commissione COM/2018/838 final - Segue un elenco delle risorse relative ai contenuti del documento
Link al documento 1
Link al documento 2
TELECOMUNICAZIONI, SOCIETA DELLINFORMAZIONE
RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO relativa all'attuazione del regolamento (UE) n. 531/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 giugno 2012, relativo al roaming sulle reti pubbliche di comunicazioni mobili all'interno dell'Unione, come modificato dai regolamenti (UE) 2015/2120 e (UE) 2017/920 COM/2018/822 final
COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI Piano coordinato sull'intelligenza artificiale COM/2018/795 final Segue un elenco delle risorse relative ai contenuti del documento
Link al documento 1
Link al documento 2
gare d'appalto
Visualizza le GARE D'APPALTO per lavori, servizi e forniture.
Per ricevere le gare selezionate in base al vostro settore dattivit, iscrivetevi al servizio gratuito EUROAPPALTI.
ricerca partner
Ricerca le Idee progettuali di partner stranieri interessati a presentare progetti europei con partner italiani.
bandi europei
Apri lelenco completo dei bandi UE aperti, selezionati dalla Gazzetta ufficiale serie C e dai siti delle diverse Direzioni Generali dell Europea.
bandi e fondi struttuali
SLIDE EVENTO ANNUALE POR FESR 2018
Comunichiamo la pagina web contenente le slide presentate all'evento annuale 2018 del POR FESR del 10 dicembre 2018. La pagina raggiungibile al seguente link.
PROGRAMMA DI COOPERAZIONE INTERREG V-A ITALIA - AUSTRIA 2014-2020. PROROGA DELLA SCADENZA DEL TERZO AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE PROGETTUALI AL 16/01/2019 ORE 16.00.
Il termine per la presentazione di proposte progettuali nellambito del terzo avviso del Programma di cooperazione INTERREG V-A Italia Austria per il periodo di programmazione 2014 2020 prorogato dal 30 novembre 2018 ore 16.00 al 16 gennaio 2019 ore 16.00 a causa delle tempeste catastrofiche che si sono verificate in diverse parti dell'area di programma ed in particolare nella provincia di Belluno tra il 27/10/2018 e il 29/10/2018.
Le proposte progettuali di cooperazione transfrontaliera devono riguardare i seguenti assi prioritari:
  • Ricerca e innovazione;
  • Natura e cultura;
  • Istituzioni.
Tutti i documenti sono scaricabili sul sito internet del Programma www.interreg.net e su http://coopterritoriale.regione.veneto.it
Per informazioni:
Provincia Autonoma di Bolzano
Segretariato congiunto del Programma Interreg V-A Italia-Austria 2014-2020
e-mail : gs-sc@provincia.bz.it
Tel :+39 0471 41 3180-85
Regione del Veneto
Direzione Programmazione Unitaria
Unit Organizzativa Cooperazione Territoriale e Macrostrategie Europee
e-mail: massimo.rigoni@regione.veneto.it / katia.bressan@regione.veneto.it
Tel. 041/2793190/1487
eurocooperazioni
Visualizza lelenco delle aziende straniere che cercano cooperazioni internazionali.

sportello bruxelles

NOTIZIE DALLA sede DI BRUXELLES
Mosaicum Europa
E' disponibile il nuovo numero di MosaicoEuropa, newsletter quindicinale focalizzata sui temi europei clicca qui.
Bruxelles Digitale: intesa dei 28 su primo programma specifico Ue
Intesa di principio sul primo programma europeo della storia interamente dedicato al digitale, e che sar contenuto nel prossimo bilancio Ue per il periodo 2021-2023. I ministri dei 28 hanno dato il loro via libera al Consiglio Ue tlc a un approccio generale parziale sul 'Digital Europe Programme', per cui la Commissione Ue ha proposto 9,2 miliardi nel prossimo settennato ma il cui ammontare finale dovr ancora essere negoziato con gli stati membri. Cinque le aree di attivit a cui andranno i fondi Ue: intelligenza artificiale, cybersicurezza, supercomputer, utilizzo delle tecnologie digitali nell'economia e nella societ, e sviluppo delle competenze digitali.
Bruxelles Intesa Ue sistema pedaggio elettronico valido in tutti Paesi
Primo via libera da parte dell'Europarlamento all'intesa sul pedaggio autostradale elettronico europeo raggiunta tra le istituzioni Ue due settimane fa. La commissione trasporti dell'Aula ha infatti approvato all'unanimit, con 33 voti favorevoli, nessun contrario e nessun astenuto, la revisione della direttiva Ue sull'interoperabilit dei sistemi di telepedaggio europeo. Il nuovo Pacchetto europeo sulla mobilit segna una svolta importante, che produrr grandi benefici a cittadini e imprese in quanto, grazie alla semplificazione burocratica e all'interoperabilit tra gli stati membri, si metter in piedi un nuovo servizio di telepedaggio armonizzato a livello europeo, che si stima sar in grado di generare risparmi complessivi pari a 370 milioni di euro l'anno per gli utenti delle autostrade Ue.
Bruxelles - Pi di 33 mila siti prodotti contraffatti chiusi da Europol
Sono 33.654 i siti di vendita online di prodotti contraffatti che sono stati chiusi quest'anno grazie ad un'operazione di Europol. I siti in questione proponevano la vendita di medicine, copie illegali di film, musica, ma anche apparecchi elettronici. L'inchiesta internazionale - che ha coinvolto 26 Paesi, tra cui l'Italia - il frutto di una cooperazione tra il 'National Intellectual Property Rights Coordination Center' americano, Europol e Interpol.
Bruxelles - Pesticidi: Pe chiede procedure trasparenti e responsabili
La procedura di autorizzazione dei pesticidi come il glifosato in Europa deve essere resa piu' trasparente e responsabile. E' la conclusione a cui e' giunta oggi a Bruxelles la Commissione speciale sui pesticidi del Parlamento europeo nata nel febbraio 2018, sulla scia del dibattito sorto dall'autorizzazione all'erbicida glifosato. La relazione e' stata votata a grande maggioranza con 23 voti a favore e 5 astensioni. Nella loro relazione i 30 eurodeputati della Commissione speciale propongono numerose raccomandazioni per migliorare la procedura di approvazione nella Ue. Tra i requisiti considerati essenziali c'e' l'accesso al pubblico degli studi utilizzati nella procedura di valutazione, ma anche piu' innovazione per proporre prodotti sostenibili. Nel testo si sottolinea poi che gli studi sulla cancerogenicit del glifosato dovrebbero essere esaminati da esperti scientifici e andrebbero stabiliti i livelli massimi di residui per i suoli e le acque superficiali.
APPROFONDIMENTI
Shopping online libero: addio a blocchi geografici e reindirizzi automatici
Dal 3 dicembre 2018 le restrizioni geografiche -come il reindirizzo automatico- non esistono pi, grazie alle regole votate dal PE. Fare acquisti online ormai unabitudine per molti europei. Che si tratti di vestiti, prodotti elettronici, arredamento o elettrodomestici, il 57% degli europei ha comprato qualcosa online nel 2017. Per chi frequenta la rete, lo shopping una delle attivit preferite: il 68% degli utenti di internet hanno comprato da negozi online nel 2017.
Lo shopping online unattivit che non conosce frontiere: nel 2017 un terzo dei consumatori ha fatto acquisti in negozi in un altro paese UE. Tuttavia in questo caso esistevano ancora diverse barriere che potevano impedire ai consumatori di comprare ci che desiderano nel negozio e nel paese di loro scelta.
Il 3 dicembre 2018 il regolamento che pone fine ai blocchi geografici per gli acquisti online diventa applicabile. Grazie alle nuove regole i negozi online in tutta lUE devono dare accesso a beni e servizi in vendita a tutti i consumatori UE indipendentemente da dove si trovino nellUnione. Gli eurodeputati hanno votato l'approvazione del regolamento il 6 febbraio 2018
Cos il geo-blocking?
I blocchi geografici, o geo-blocking, sono restrizioni di diverso tipo che i siti di e-commerce applicano in base alla nazionalit, al luogo di residenza o di connessione dellutente.
Ad esempio, una persona in Italia vuole comprare un capo di abbigliamento su un sito francese. Lo mette nel carrello, controlla di aver scelto la taglia e il colore giusti e clicca su Procedi allacquisto. A quel punto sullo schermo appare il messaggio la stiamo reindirizzando sulla pagina italiana del sito e automaticamente appare la versione italiana del sito, in cui larticolo scelto per non disponibile. Questo il re-indirizzo automatico ed uno dei tanti modi in cui si manifestano i blocchi geografici, impedendo ai consumatori di scegliere i negozi online che preferiscono.
Questa discriminazione dei consumatori basata sul luogo pu avere anche altre forme. Alcuni siti di e-commerce non accettano modalit di pagamento (ad esempio carte di credito) di un altro paese europeo, oppure, nei siti in cui esiste la registrazione, lutente non riesce a registrarsi se ha un indirizzo in un altro paese UE.
Uno studio della Commissione europea ha analizzato migliaia di siti internet di e-commerce in tutta lUE e ha scoperto che solo nel 37% dei casi gli utenti di un paese UE sono riusciti a completare gli acquisti su un sito di un altro paese UE. Nel resto dei casi gli utenti si sono trovati di fronte a qualche tipo di restrizione, chiamata appunto geo-blocking o blocco geografico.
Ecco perch il Parlamento europeo ha lavorato per porre fine ai blocchi geografici
Il Parlamento europeo ha lavorato affich questo tipo di discriminazione avesse fine. I cittadini devono poter vivere in un mercato unico veramente integrato, sia che si tratti di negozi reali o di negozi virtuali di e-commerce. La deputata polacca Roza Thun (Partito Popolare europeo), che ha portato avanti il regolamento nei suoi passaggi parlamentari, ha dichiarato: "Dopo il roaming e la portabilit dei contenuti online, sono fiera del fatto che, con la cooperazione della Commissione europea, siamo riusciti a trovare la soluzione al problema del geo-blocking. Questo sar utile a milioni di cittadini"
Le nuove regole si applicano a un larghissimo spettro di prodotti e servizi. Riguardano infatti non solo la vendita di beni materiali come vestiti, accessori, arredamento ed elettrodomestici, ma anche quella di servizi online come lacquisto di spazi per siti internet e servizi di cloud.
Le regole assicurano inoltre che non ci siano blocchi geografici e discriminazione nellacquisto di servizi che lutente utilizzer nel paese del venditore: biglietti per concerti, ingressi a mostre e parchi di divertimento, noleggi di auto.
E per altri beni e servizi?
Il Parlamento europeo si assicurato che la Commissione europea effettuer una valutazione sulla fine dei blocchi geografici entro due anni dallentrata in vigore delle nuove norme. La valutazione considerer anche se introdurre i prodotti ancora esclusi, cio quelli coperti da diritti dautore, come musica e e-books, e i prodotto audiovisivi.
eventi
Il 18 Dicembre 2018: Conference Sustainable Building:Level(s) Bringing Buildings into the Circular Economy European Commission, 1000 Brussels, Belgium
Il 18 Dicembre 2018: EURES ITALY FOR EMPLOYERS DAY 2018 WEBINAR
Il 19 Dicembre 2018: Maximising the impact of Horizon 2020 project results" WEBINAR

sportello apre

NOTIZIE
WORKSHOP: "ADVANCED THERANOSTIC NANOMEDICINE IN ONCOLOGY"
Organizzato da Istituto Italiano di Tecnologia con il supporto dell'ERC e Frontiers in Bioengineering and Biotechnology
Il prossimo 31 gennaio, press l'Auditorium Museo Piaggio di Pontedera, si terr il workshop
"Advanced theranostic nanomedicine in oncology". L'evento organizzato dal dott. Gianni Ciofani, nell'ambito del suo progetto ERC Starting Grant (SLaMM) vinto con l'Istituto Italiano di Tecnologia.
Leggi l'agenda dell' evento (clicca qui)
Per ulteriori informazioni, contatattare Gianni Ciofani, gianni.ciofani@iit.it e Attilio Marino, attilio.marino@iit.it

GOINg abroad, a cura di eurocultura

Eurocultura, fondata nel 1993, un'associazione culturale con sede a Vicenza, che gli assegnata il compito di facilitare i propri soci nella realizzazione di attivit di lavoro, stage, volontariato e formazione all'estero. Il suo obiettivo di fornire un quadro completo sia delle opportunit all'estero sia delle difficolt da superare, il che permette ai soci di trovare l'offerta adeguata alle proprie necessit.

Eurocultura
Via del Mercato Nuovo, 44/G
36100 Vicenza
tel. 0444 - 964 770
fax 0444 - 960 129
info@eurocultura.it
www.eurocultura.it

CONTATTI

Per non ricevere la newsletter ciccare QUI
Eurosportello informa - Anno XXII N 21 2018
Pubblicazione quindicinale di Eurosportello del Veneto
Via delle Industrie 19/d 30175 Venezia-Marghera Tel.041 0999411 Fax. 041 0999401
www.eurosportelloveneto.it e-mail: europa@eurosportelloveneto.it

Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1376 del 15/12/00
Direttore Responsabile: Roberto Crosta
Comitato di redazione: Roberta Lazzari

Hanno collaborato: Roberto Bassetto, Chiara Bianchini, Rossana Colombo,
Stefania De Santi, Laura Manente, Filippo Mazzariol, Ludovica Munari, Luca Pavanato, Samuele Saorin,
Alessandra Vianello,Alessandro Vianello