<
n° 4
28/2/2018
EUROSPORTELLO INFORMA

n 4
28 febbraio 2018


Enterprise Europe Network la pi grande rete a supporto delle PMI a livello mondiale, presente in pi di 60 Paesi e composta da oltre 600 partner locali, raggruppati localmente in consorzi.

La Rete e i suoi membri mettono a sistema la propria esperienza sul business a livello internazionale con le competenze locali per supportare lintroduzione dellinnovazione nel mercato.

La Rete fornisce assistenza personalizzata alle imprese per accelerarne la crescita, sviluppare nuovi partenariati commerciali e tecnologici, favorire laccesso al credito e la partecipazione a programmi di finanziamento europei

EUROSPORTELLO

news - eventi
CONFERENZA FINALE DEL PROGETTO BIOSTEP: IL COINVOLGIMENTO DEL PUBBLICO LA CHIAVE PER PORTARE AVANTI LA BIOECONOMIA
COINVOLGIMENTO DELLE PARTI INTERESSATE E DEL PUBBLICO NELLA BIOECONOMIA: BUONE PRASSI, INSEGNAMENTI E RACCOMANDAZIONI PER IL FUTURO
Il 22 febbraio 2018, circa 80 esperti di bioeconomia provenienti dal mondo industriale ed accademico, dal settore delle politiche pubbliche, dai cluster regionali tematici, nonch da organizzazioni non governative e della societ civile, si sono incontrate alla Commissione europea per la conferenza finale di BioSTEP.
Lo scopo dellevento era discutere i risultati e le raccomandazioni del progetto finanziato dallUE, nonch delineare un ulteriore sviluppo della bioeconomia in Europa.
Waldemar Ktt (DG Ricerca & Innovazione della Commissione europea) ha dato inizio alla conferenza presentando la roadmap on the update of 2012 Bioeconomy Strategy.
Questo piano dazione si basa sul riesame della Bioeconomy Strategy e si prefigge come obiettivo quello di intensificare le azioni che permettono alla bioeconomia di assicurarsi un equilibrio a lungo termine di vantaggi dal punto di vista sociale, economico e ambientale.
Ktt ha poi annunciato che la Strategia Bioeconomica aggiornata previsto entri in vigore entro la fine del 2018.
Il presidente dellEU Bioeconomy Stakeholders Panel Joanna Dupont-Inglis di EuropaBio, ha presentato al pubblico di BioSTEP i punti principali dellEuropean Bioeconomy Stakeholders Manifesto, sottolineando il fatto che formazione e dialogo sono essenziali per raggiungere non solo gli stakeholders della bioeconomia ma anche la societ nel suo insieme.
Christine Bunthof, membro dellEU Bioeconomy Stakeholder Panel, ha infine aggiunto che per la crescita della bioeconomia siano necessarie nuove idee, processi e modelli commerciali.
Nella sessione successiva stata la volta del consorzio BioSTEP. Il team ha presentato quanto appreso in tre parti: Educazione e informazione, Dialogo con gli stakeholders e Co-produzione di conoscenza.
emerso quanto le sessioni pratiche siano un buon modo per raggiungere i cittadini ed interagire con loro mentre le questioni di cultura partecipativa locale devono essere prese in considerazione nelle fasi di sviluppo e di applicazione degli strumenti di partecipazione.
Una delle principali sfide il coinvolgimento delle OSC/ONG che hanno tempo e risorse limitate, motivo per cui gli sforzi di mobilitazione mirata sono indispensabili.
La pubblicazione di BioSTEP Engaging stakeholders and citizens in the bioeconomy: Lessons learned from BioSTEP and recommendations for future research fornisce una panoramica complessiva di tutto ci che emerso dalle attivit del progetto.
Basandosi su quanto appreso, il team di BioSTEP ha poi esposto cinque raccomandazioni per il futuro della ricerca (per una spiegazione pi dettagliata si veda BioSTEP Research Recommendations):
  1. Integrare le priorit della societ civile nel programma di ricerca sulla bioeconomia
  2. Sviluppare e testare modelli di co-creazione nella bioeconomia
  3. Comunicare argomenti complessi di bioeconomia al grande pubblico
  4. Analizzare la transizione regionale verso la bioeconomia
  5. Assicurare una ricerca responsabile e una innovazione inclusiva nella bioeconomia

Dopo unanimata discussione, stato chiesto ai partecipanti di votare quali delle cinque raccomandazioni ritenessero essere le pi importanti. La numero 3 risultata essere la vincitrice, seguita dalle numero 4 e 5.
Nelle sue considerazioni conclusive, Joanna Dupont-Inglis ha evidenziato che i risultati della conferenza verranno esposti davanti allo Stakeholder Panel. Georgios Kastrinos della Commissione europea ha enfatizzato come questi risultati siano arrivati nel momento pi propizio nel processo di sviluppo strategico della bioeconomia.
Atti della conferenza (EN)

BIOSTEP: RISULTATI E RACCOMANDAZIONI
Pubblicazione: Research Recommendations
Strumenti nuovi e innovativi di coinvolgimento degli stakeholders sono necessari nel campo della bioeconomia. Questo documento presenta cinque raccomandazioni per il futuro della ricerca, basate su quanto emerso durante il progetto. - BioSTEP Research Recommendations

Pubblicazione: policy paper
Basandosi sui risultati emersi da una serie di incontri fra stakeholders, BioSTEP ha pubblicato questo policy paper per informare quanto sta emergendo dalla revisione della Bioeconomy Strategy. Esso include cinque raccomandazioni fondamentali per aumentare il coinvolgimento degli stakeholders in una bioeconomia circolare. - BioSTEP Policy Paper

Pubblicazione: Linee guida per i professionisti
BioSTEP ha pubblicato un documento guida per incentivare la progettazione e liniziativa di strategie nellambito della bioeconomia, sia a livello nazionale che regionale. Le linee guida sono basate sui risultati di sei casi studio e sulle ricerche finora svolte. - BioSTEP Guidelines for Practitioners
LALBERO DELLA CONOSCENZA DI BIOSTEP
Lalbero della conoscenza di BioSTEP presenta una panoramica dei risultati del progetto.
Il tronco pone le basi per ulteriori ricerche allinterno di BioSTEP e pone domande come: Cos la bioeconomia? Quali sono i suoi vantaggi e i suoi benefici? Perch necessario il coinvolgimento di diversi gruppi di cittadini e stakeholders per lo sviluppo di strategie per la bioeconomia?
La chioma comincia con unanalisi dellimpegno pubblico nellimplementazione di strategie per la bioeconomia a livello regionale e nazionale e presenta i risultati di una consultazione delle parti interessate. Verso la chioma dellalbero troviamo le conclusioni tratte dalle numerose attivit di coinvolgimento svolte quali linee guida per i professionisti, un policy paper e un report su quanto emerso, cos come raccomandazioni per la ricerca futura in questo ambito.
Guarda il nostro Tree of Knowledge (EN)
LAB INN: VENETO IN AZIONE CAPITALE UMANO E INNOVAZIONE! 7- 9 MARZO VICENZA INVITO 8 MARZO
La Regione del Veneto lieta di invitarvi al LABoratorio dINNovazione, evento di lancio del progetto Veneto in Azione: Capitale Umano e Innovazione.
Nel corso dellEvento potrai fornire il tuo contributo insieme ad altre categorie professionali per co-progettare lofferta formativa innovativa di cui potrai fruire gratuitamente: prendi parte al cambiamento!
Almeno 10 i gruppi di lavoro che affronteranno tematiche quali Digital skills, Capacit di fare rete e sistema, Capacit di innovare e di esprimere la creativit, Internazionalizzazione, Change Management, la gestione dei finanziamenti comunitari, i metodi di valutazione di impatto sociale degli interventi e molto altro.
Consulta il Programma della giornata!
Nella mattinata , in Sala Palladio, potrai assistere alla Conferenza spettacolo di Stefano Pesce - Attore e Formatore per Officine Veneto, dal titolo Il cambiamento nelle organizzazioni attraverso lempowerment dellindividuo
oltre alla tavola rotonda di esperti che introdurranno i temi affrontati dai partecipanti nella sessione di gruppo pomeridiana.
BANDO PER START UP DEL SETTORE TESSILE
PROGETTO TCBL TEXTILE TEXTILE & CLOTHING BUSINESS LABS
Siamo lieti di invitarvi a partecipare al bando dedicato alle start up innovative del settore tessile, indetto dai Partner del Progetto europeo TCBL Textile & Clothing Business Labs (https://tcbl.eu/; https://tcbl.eu/content/startups), di cui Unioncamere del Vento partner.
Il progetto intende testare ed ottimizzare nuovi modelli di business per rilanciare lindustria tessile e dellabbigliamento.
TCBL mira a creare un ecosistema trasformativo - supportato da una piattaforma - che includa unarea dedicata alla conoscenza ed ai saperi, unarea dedicata ai servizi per il business e la concreta sperimentazione di nuovi modelli di business attraverso laboratori viventi .
Attraverso tali strumenti il progetto intende inoltre lanciare delle Open Calls per finanziare soluzioni innovative e supportare lavvio di nuove aziende nel mercato.
Se avete unidea interessante legata al design, produzione e distribuzione del settore tessile, non esitate a proporla.
Possono partecipare giovani ricercatori, dottorandi, industriali e artigiani.
Il bando in inglese, la valutazione non verr fatta sulla lingua, verr valutata la proposta.
La scadenza del bando il 9 aprile 2018
Clicca qui per scaricare il bando.
Questionario di gradimento dei servizi Unioncamere - Eurosportello del Veneto
Per una valutazione dei servizi offerti nel nostro territorio, vi chiediamo di rispondere a un breve questionario che ci permetter di conoscere meglio lutilizzo dei nostri servizi da parte delle imprese e dei soggetti del territorio e il vostro grado di soddisfazione.
Il questionario anonimo ed possibile accedervi cliccando qui.

Vi ringraziamo anticipatamente per la collaborazione!
fornitura di servizi specialistici e di consulenza
Appello alla manifestazione d'interesse - fornitura di servizi specialistici e di consulenza per Unioncamere del Veneto - Eurosportello del Veneto
NORMATIVA COMUNITARIA
QUESTIONI GENERALI, ISTITUZIONALI E FINANZIARIE
RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI sulla valutazione intermedia del meccanismo per collegare l'Europa (MCE){SWD(2018)44 final} COM(2018) 66 final
pesca
RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO concernente la delega di poteri di cui all'articolo 11, paragrafo 2, all'articolo 15, paragrafi 2, 3, 6 e 7, e all'articolo 45, paragrafo 4, del regolamento (UE) n. 1380/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 dicembre 2013, relativo alla politica comune delle pesca COM(2018) 79 final
gare d'appalto
Visualizza le GARE D'APPALTO per lavori, servizi e forniture.
Per ricevere le gare selezionate in base al vostro settore dattivit, iscrivetevi al servizio gratuito EUROAPPALTI.
ricerca partner
Ricerca le Idee progettuali di partner stranieri interessati a presentare progetti europei con partner italiani.
bandi europei
Apri lelenco completo dei bandi UE aperti, selezionati dalla Gazzetta ufficiale serie C e dai siti delle diverse Direzioni Generali dell Europea.
bandi e fondi strutturali
KICK OFF MEETING 13.03.2018 PROGETTO BEAT INTERREG V ITALIA CROAZIA 2014 2020
Il 13 marzo 2018 presso la sede di Unioncamere del Veneto avr luogo il kick off meeting del progetto BEAT approvato al primo bando standard plus del programma Interreg V Italia Croazia 2014 - 2020. Il bando mirava alla capitalizzazione di progetti finanziati dal programma IPA ADRIATICO 2007 2013, nel progetto BEAT stato capitalizzato il progetto BLUE TECH, di cui Unioncamere del Veneto era il coordinatore. Il progetto BLUE TECH ha realizzato di tre linee di intervento: a. elaborazione dello studio di fattibilit per lo sviluppo di un cluster macro regionale nellarea Adriatico ionica nel settore delle green technologies & new materials della Blue Growth. Lo studio ha approfondito da una parte gli aspetti della governance industriale, e in particolare delle politiche a supporto del cluster; b. sviluppo di una piattaforma web di networking e promozione del cluster tecnologico della strategia Blue Growth, capitalizzando le piattaforme dei progetti Cluster Club e Smart Inno, per favorire la conoscenza sullo sviluppo del Cluster macro-regionale Adriatico sulle tecnologie e materiali per la Blue Growth attraverso un database documentale aggiornato, un database degli stakeholders; 3. attivit di promozione della Strategia EUSAIR e dei risultati del progetto e networking fra gli stakeholders coinvolti nel progetto. La CCIAA Delta Lagunare stata coinvolta come partner di secondo livello tramite convenzione.
Lobiettivo generale del progetto BEAT di rafforzare linnovazione e la cooperazione fra le imprese e centri di ricerca operanti nellarea di programma Italia - Croazia. In particolare stimolare lo sviluppo della creazione di un cluster transfrontaliero nelle tecnologie della Blue Growth, in particolare delle imprese appartenenti al settore della nautica e di migliorare la propria competenza nellinnovazione ed organizzazione dei processi manageriali interni allimpresa.
eurocooperazioni
Visualizza lelenco delle aziende straniere che cercano cooperazioni internazionali

sportello bruxelles

NOTIZIE DALLA sede DI BRUXELLES
Bruxelles Studio Ue, Dop e Igp traino per esportazione alimenti
I prodotti a indicazione geografica (Dop e Igp) fanno da 'traino' alle esportazioni di prodotti agroalimentari dello stesso tipo, anche senza marchio di qualit, con un impatto benefico sui paesi che li esportano sia a livello Ue che fuori dall'Ue. Sono le conclusioni di un rapporto di ricerca dal titolo 'Gli effetti sul commercio della politica Ue sulle indicazioni geografiche'. I dati dimostrano che "in tutti i settori in cui esporta indicazioni geografiche, l'Ue esporta di pi, mentre le importazioni sono mediamente inferiori".
Bruxelles - Ue vuole nuove regole per acqua potabile pi sana per tutti
Acqua potabile pi sana e disponibile, con cittadini pi consapevoli sul come usarla per risparmiare su bollette e bottiglie di plastica: questi gli obiettivi della proposta di revisione della direttiva sulle acqua potabili presentata oggi dalla Commissione europea.
Secondo Bruxelles, con nuovi standard si potrebbe ridurre del 17% l'uso di acqua in bottiglie di plastica con un risparmio stimato, per i consumatori europei, in 600 milioni l'anno.
Bruxelles propone di aggiornare gli standard di qualit dell'acqua potabile a livello Ue con 18 nuovi parametri che consentiranno di rilevare anche l'eventuale presenza di microplastiche. Per la Commissione inoltre necessario garantire meglio la fornitura di questo bene primario a tutti i cittadini - mettendoli al riparo da interruzioni e disservizi - e dare informazioni pi dettagliate.
L'applicazione dei nuovi standard render le acque potabili pi sicure, riducendo i rischi potenziali per la salute dei cittadini europei all'1% dall'attuale 4%. I Paesi membri saranno inoltre obbligati a migliorare l'accesso all'acqua di tutti i cittadini, in particolare gruppi vulnerabili e marginalizzati.
Infine i consumatori potranno avere accesso a informazioni online pi dettagliate sulle acque potabili delle aree in cui vivono, con indicazioni sulla disponibilit di servizi idrici.
Le informazioni saranno sia sulla qualit, con l'indicazione delle percentuali di nutrienti come calcio e magnesio, che sulla quantit, con la bolletta che dovr presentare prezzo al litro e al metro cubo, volumi consumati e tendenza annuale dei consumi dei destinatari. Questo aumento delle informazioni disponibili dovrebbe, secondo la Commissione europea, portare a ridurre i consumi di acqua in bottiglie di plastica del 17%, con un risparmio stimato di 600 milioni l'anno per le famiglie Ue. Le nuove regole, in base alle stime di Bruxelles, impatteranno soprattutto su amministrazioni nazionali e operatori, con un incremento nei costi compreso tra 1,6 e 2,2 miliardi l'anno a livello Ue. Per i consumatori gli aumenti dovrebbero essere molto contenuti, tra lo 0,75% e lo 0,76%, cio lo 0,02-0,03% in pi dell'incremento previsto con lo status quo.
Bruxelles - Ok Ue a 4,7mld sostegno pubblico per biocarburanti avanzati
Ok della Commissione europea al regime di sostegno italiano per la produzione e la distribuzione di biocarburanti avanzati, tra cui il biometano avanzato. "La misura contribuir al raggiungimento degli obiettivi dell'Ue in materia di energia e cambiamenti climatici, limitando al contempo le distorsioni della concorrenza", scrive Bruxelles. Margrethe Vestager, commissaria responsabile della concorrenza, lo considera "un altro passo verso un maggiore uso delle energie rinnovabili in Europa e per contribuire alla transizione dell'Italia verso combustibili pi rispettosi dell'ambiente. Il regime incoragger la produzione e il consumo di biocarburanti avanzati in Italia, limitando al contempo distorsioni della concorrenza". Il regime italiano sostiene la produzione e la distribuzione di biocarburanti avanzati e di biometano avanzato, noti anche come biocarburanti di seconda e terza generazione, che saranno usati nel settore dei trasporti. Il regime dispone di un bilancio indicativo di 4,7 miliardi di euro e sar operativo dal 2018 al 2022.
Bruxelles Ambiente:Corte Ue, ok valutazioni ex post su impatto opere
Nel caso in cui la valutazione d'impatto ambientale (Via) di un'opera non sia stata fatta prima della sua costruzione, come previsto dalle norme Ue, se ne pu prevedere una "postuma", purch questa non rappresenti un modo per eludere gli obblighi europei. Lo ha stabilito la Corte di giustizia Ue, chiamata a pronunciarsi dal TAR delle Marche su una vicenda che riguarda l'ampliamento di un impianto a biogas di propriet di un'azienda agricola del comune di Castelbellino (Ancona). Nel 2012, il nuovo impianto era stato autorizzato dalla Regione Marche senza realizzare una Via, in quanto aveva un potenziale termico inferiore a 1 MW. Dopo diverse vicissitudini giudiziarie, il Comune si rivolto per la seconda volta al Tar sostenendo l'impossibilit, sulla base del diritto dell'Unione, di effettuare verifiche "postume". Il Tribunale amministrativo ha quindi sollevato la questione in via pregiudiziale davanti alla Corte Ue, che con la sentenza odierna ha ricordato l'obiettivo primario delle Via: evitare fin dall'inizio inquinamenti e altre perturbazioni dell'ambiente. Tuttavia, sebbene il diritto Ue non preveda conseguenze per chi omette di effettuarla, gli Stati hanno l'obbligo di adottare tutte le misure necessarie per porvi rimedio, compreso un esame "postumo" sulla necessit o meno di una Via. Questo possibile purch la regolarizzazione non sia un modo per eludere gli obblighi comunitari e tenga in considerazione anche il concreto impatto ambientale eventualmente gi verificatosi per effetto della costruzione.
APPROFONDIMENTI
Il Patto dei sindaci: le citt in prima linea contro i cambiamenti climatici
Il Patto dei sindaci per il clima e lenergia, uniniziativa europea che unisce pi di 7.700 citt e paesi nellobiettivo comune di ridurre le emissione di gas serra e reagire al cambiamento climatico, festeggia i suoi primi dieci anni.
Grazie a dei piani di azione locali, migliaia di amministrazioni comunali stanno contribuendo a raggiungere lobiettivo UE di ridurre le emissione di CO2 di almeno il 20% entro il 2020 e del 40% entro il 2030 (rispetto ai valori del 1990).
Ora questi rappresentanti locali si incontrano a Bruxelles al Parlamento europeo per discutere di come migliorare lefficienza energetica degli edifici, dei trasporti e dellilluminazione, di come usare al meglio le energie rinnovabili e di come adattarsi con successo ai cambiamenti climatici.
I sindaci e le sindache troveranno diverse personalit europee ad accoglierli: il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, il Presidente del Comitato delle regioni Karl-Heinz Lambertz, il vice-Presidente della Commissione europea Maro efčovič, il Commissario per il clima e lenergia Miguel Arias Caete e il Commissario per la ricerca, la scienza e linnovazione Carlos Moedas.
Pi del 70% degli europei vive in zone urbane. Alle zone urbane dobbiamo circa l80% dellenergia usata nellUE e l80% delle emissioni di anidride carbonica (CO2). Le citt sono causa ma anche le prime vittime dei cambiamenti climatici, quando si trovano ad affrontare ondate di calore, inondazioni o precipitazioni di intensit estrema.
Gli sforzi dellEuropa per tagliare le emissioni di gas serra
Ci sono attualmente tre progetti di legge in discussione per il raggiungimento degli impegni presi dallUE con gli accordi di Parigi sul clima. Uno la revisione del sistema di scambio di quote di emissione dell'UE, che si occupa delle emissioni dellindustria. Il secondo il regolamento sulla condivisione degli sforzi (il cosiddetto effort sharing). Il terzo la LULUFC, il regolamento sulluso del suolo, cambiamenti di uso del suolo e silvicoltura.
ALCUNI DEI PROSSIMI EVENTI IN PROGRAMMA
- Il 05 e 06 Marzo 2018: European Civil Protection Forum 2018 - Civil Protection in a Changing Risk Landscape Charlemagne (Rue de la Loi 170) and Berlaymont (Rue de la Loi 200) Buildings, Brussels (Belgium)
- Il 07 Marzo 2018: State of the Energy Union 2017 - Social Fairness and Civil Society Participation in Europe's Energy Transition EESC, Rue Van Maerlant 2, Brussels (Belgium)
- Il 08 Marzo 2018: Changing the rules of international trade, a necessary condition for facing the challenges of agriculture, food and planet European Committee of the Regions, Room JDE 51 (5th floor), Brussels (Belgium)

sportello CROAZIA

Lo Sportello Croazia nasce per dare supporto alle PMI italiane nella ricerca di informazioni riguardo i fondi strutturali erogati dalle autorit croate dopo l'entrata della Repubblica di Croazia nell'Unione Europea, per il periodo 2014 - 2020. L'obiettivo principale quello di favorire lo sviluppo degli scambi commerciali fra la Regione Istriana e Litoraneo Montana e la Regione Veneto, nonch la collaborazione fra gli investitori delle Regioni sopracitate, fornendo informazioni ed assistenza ai processi di internazionalizzazione ed esportazione con particolare riferimento alle politiche comunitarie.

Lo Sportello, fornisce informazioni a tutti gli imprenditori italiani desiderosi di saperne di pi sui fondi strutturali e sulle opportunit di finanziamento che questi offrono.

Referente: Luca Pavanato
Tel. segreteria 0032 25510490
E-mail: europa10@eurosportelloveneto.it; europa@eurosportelloveneto.it
Unioncamere Veneto Delegazione di Bruxelles
Avenue des Arts 19/D
Bruxelles 1000-B

sportello apre

NOTIZIE
ETNA2020 BROKERAGE EVENT ED INCO WORKSHOP
REED MESSE WIEN, DAL 17 APRILE 2018 AL 19 APRILE 2018
Organizzato da: ETNA2020
Dal 16 al 19 Aprile 2018, Vienna ospiter il TRA 2018 (https://www.traconference.eu/). Levento tratter tutti i diversi volti del mondo Trasporti: Road, Rail, Waterborne, Aviation, Cross-modal, ecc. includendo una vasta gamma di attivit legate al mondo dellinnovazione e della ricerca.
Nell'ambito del TRA2018, ETNA2020 (https://www.transport-ncps.net/) in collaborazione con Enterprise Europe Network, organizza un Brokerage Event (17-18-19 Aprile) ed un Workshop sulla Cooperazione Internazionale (18 Aprile) dove sar discusso ed approfondito il tema del twinning in Horizon 2020.
Durante il Brokerage Event, enti ed aziende alla ricerca di partner per le call 2019 del Work Programme Trasporti avranno lopportunit di presentare le loro idee progettuali attraverso due distinte modalit:
1. Attraverso una breve presentazione di circa 3 minuti, utilizzando template appositamente pensati per il suddetto scopo;
2. Partecipando ad incontri bilaterali di massimo 20 minuti
Attenzione: la registrazione al TRA 2018 prerequisito fondamentale per la partecipazione al Brokerage Event ETNA2020.
La registrazione al BE di ETNA2020 aperta fino al 9 marzo.
Per maggiori informazioni e per la registrazione al Brokerage Event: https://2020transportcall2018-2.b2match.io/
ULTIME NEWS DAL SETTORE BIOECONOMY SOCIETAL CHALLENGE 2, HORIZON 2020 - FEBBRAIO 2018
APRE lieta di condividere con i propri utenti alcune notizie di interesse della Societal Challenge 2 Food security, sustainable agriculture and forestry, maritime and maritime inland water research and bio-economy Horizon 2020.
IN EVIDENZA: PRIMA INITIATIVE BANDI & INFODAY
PRIMA initiative: aperto il bando 2018
Il primo bando annuale 2018 per liniziativa PRIMA, The Partnership for Research and Innovation in the Mediterranean Area, stato pubblicato lo scorso 6 febbraio.
L'Annual Work Plan 2018, che interessa la section 1 e section 2 del Programma, prevede una sottomissione in doppio step e mette a bando circa 60 mln di contributo tra Commisisone e singoli stati membri.
  • Section 1 tre topic tematici nelle aree Management of water, Farming systems e Agro-food value chain per azioni RIA e IA. La section 1 gestita e finanziata dalla Fondazione PRIMA con regole di partecipazione mutuate, con piccoli cambiamenti, da Horizon 2020. Scadenza first stage: 17 Aprile 2018.
  • Section 2 nove topic tematici finanziati come azioni RIA nelle tre aree di riferimento delliniziativa. Il bando gestito e valutato dalla Fondazione PRIMA e finanziato dagli stati partecipanti a livello nazionale. Le regole di eleggibilit e il contributo finanziario variano per ciascuno stato. Italia contribuisce con 7 mln di contributo al bando 2018. Scadenza first stage: 27 Marzo 2018.
Per maggiori informazioni e per scaricare il bando: PRIMA website.

PRIMA initiative infoday Roma, 2 marzo 2018
Il Ministero dellIstruzione, dellUniversit e della Ricerca organizza per venerd 2 marzo (Sede di Viale Trastevere 76/A, ore 10:30) un Info Day sui bandi PRIMA 2018 con lobiettivo di presentare le regole di partecipazione ai bandi SECTION 1 e SECTION 2 lanciati lo scorso 6 febbraio 2018 sulle 3 tematiche di PRIMA (Management of water, Farming systems ed Agro-food value chain).
Maggiori informazioni ed il link per la registrazione dellevento saranno pubblicati a breve sul sito web del MIUR (www.miur.gov.it).
OPPORTUNITA'
EIT Business Ideas Competition: opportunit per startupper del settore food
LEuropean Institute of Innovation and Technology (EIT) Food, insieme allEIT RawMaterials e EIT Health, ha lanciato la Business Ideas Competition (BIC 2018) al fine di aiutare nuove startup a sviluppare la loro idea e capacit imprenditoriali. Gli startupper selezionati avranno la possibilit di partecipare ad un Business Planning Bootcamp di 2 giorni durante il quale sviluppare meglio lidea e il business model: i finalisti parteciperanno ad un pitch e il vincitore della tematica food ricever 10.000 (7.000 e 5.000 sono invece i premi per il secondo e il terzo classificato).
Le candidature vanno inviate entro e non oltre il 31 marzo p.v. Per maggiori informazioni e registrarsi possibile visitare il sito dedicato al premio.

EIP-AGRI: entro febbraio la call per partecipare a 3 nuovi focus group
LEIP-AGRI ha pubblicato la notizia dellavvio dei lavori di 3 nuovi Focus Group nei seguenti ambiti: New feed for livestock; Protecting perennial crop production from frost damage; Reducing food loss on the farm. Il bando per la raccolta delle candidature per partecipare ai 3 nuovi Focus Group come esperti verr aperto entro febbraio. I Focus Group rappresentano degli interessanti spazi di discussione per individuare soluzioni innovative, opportunit o scambiare esperienze in una delle aree di interesse del settore agricolo. Dai lavori dei Focus Group emergeranno dunque nuove priorit di ricerca, suggerimenti per i Gruppi Operativi dellEIP-AGRI, possibili soluzioni a problemi e bisogni individuati. Per approfondire i compiti dei Focus Group: https://ec.europa.eu/eip/agriculture/en/focus-groups.

INNO-4-AGRIFOOD: strumenti e corsi gratuiti per pmi e consulenti
INNO-4-AGRIFOOD, un progetto finanziato da Horizon2020 di cui APRE fa parte, ha sviluppato servizi e corsi completamente gratuiti, rivolti sia ad imprese che a consulenti del settore agrifood, in grado di aiutare le PMI a crescere, sviluppare il proprio potenziale innovativo e reperire informazioni aggiornate (eventi, finanziamenti, risultati scientifici, ecc). In particolare, il progetto ha sviluppato tre servizi per le imprese e un motore di ricerca specifico per il settore agrifood. Inoltre, sono disponibili dei corsi online (15 moduli formativi in 6 aree tematiche) in cui si affrontano i nuovi trend del settore agricolo, le questioni relative alla propriet intellettuale, linnovation management e molto altro ancora: a tal proposito, il 2 marzo alle ore 10.00, si svolger in live streaming un webinar interattivo sullInnovation Management tenuto da Improve Academy; la partecipazione gratuita ed possibile registrarsi a questo link, dopo aver creato un account sul sito di INNO-4-AGRIFOOD.
Per maggiori informazioni possibile contattare lo staff di APRE coinvolto: Matteo Sabini (sabini@apre.it) o Karolina Jurkiewicz (jurkiewicz@apre.it)
EVENTI
Free From - Functional Food Expo Stoccolma, 16-17 maggio
Si svolger a Stoccolma il 16-17 maggio Free From Functional Food Expo, la fiera europea pi importante dedicata agli alimenti funzionali e per intolleranti. In concomitanza si svolger un brokerage event, di cui APRE co-organizzatore, che offre ottime opportunit di business (grazie allelevato numero di buyers presenti) e di cooperazione tecnologica (saranno infatti presenti cluster tecnologici provenienti da Corea del Sud, Portogallo, Irlanda e Finlandia). La partecipazione, alla feria e al brokerage, gratuita e le imprese provenienti dalla Regione Lazio che decideranno di partecipare allevento potranno scegliere APRE come Support Office, cos da avere unassistenza personalizzata e gratuita su come sfruttare al massimo le opportunit fornite da questo evento.
Per maggiori informazioni sul brokerage event o per iscriversi possibile consultare il sito dellevento o contattare APRE (Matteo Sabini: sabini@apre.it).

Altri eventi e documenti dinteresse in ambito SC2
Si riportano alcuni eventi di interesse nellambito della Sfida Sociale 2 di Horizon 2020
  • Ocean International 2018 (13-15 marzo, Londra): la conferenza internazionale pi importante dedicata alle scienze e tecnologie marine che, con oltre 8.000 esperti provenienti da 79 Paesi, offre workshop e opportunit di business per gli operatori del settore. Maggiori info sul sito della conferenza.
  • 26 European Biomass Conference & Exhibition (14-17 maggio, Copenhagen): la conferenza EUBCE il forum di discussione pi importante nellambito delle biomasse, al quale parteciperanno ricercatori, ingegneri, tecnologi, policy makers, istituzioni finanziarie e organizzazioni che si occupano degli standard. Maggiori info: http://www.eubce.com/
  • Agri Biostimulants 2018 (13-14 giugno, Milano): levento, incentrato sullindustria dei biostimolanti, servir per illustrare gli ultimi risultati dal mondo della ricerca, discutere dei problemi regolatori e delle opportunit commerciali nel settore. Maggiori info: https://agribiostimulants.com/
Si segnala, inoltre, una interessante guida, pubblicata dallEu-Japan Centre for Industrial Cooperation, relativa alle potenzialit e degli ostacoli per le PMI del settore agrifood nellaccesso al mercato giapponese, in vista anche dei futuri accordi che verranno siglati tra lUE e il Giappone. Il documento disponibile al seguente link: https://www.eu-japan.eu/publications/japanese-agrifood-market
SCADENZA REACH 31 MAGGIO 2018: PREPARARSI SUBITO UNA PRIORIT SOPRATTUTTO PER LE PMI
Tutte le sostanze chimiche prodotte o importate nello Spazio economico europeo, in una fascia compresa tra 1 e 100 tonnellate l'anno, devono essere registrate entro il 31 maggio 2018 presso l'Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA). Si tratta dell'ultimo termine di registrazione stabilito dal regolamento CE n. 1907/2006 (cd. REACH) per le sostanze chimiche gi esistenti.
Un obbligo per le imprese che consentir per di raccogliere enormi quantit di dati sulle sostanze fabbricate o usate in Europa, migliorando, in ultima analisi, la salute dell'uomo e dell'ambiente.
La scadenza del 2018 coinvolger decine di migliaia di imprese di tutte le dimensioni che, se inadempienti, non potranno pi immettere legalmente sul mercato le sostanze chimiche prodotte o importate. Registrare le sostanze un processo che richiede tempo. E importante che sin dora le imprese comincino a valutare il proprio portafoglio, analizzare i volumi di vendita e produzione delle sostanze, verificare lesistenza di obblighi ai sensi del REACH e, nel caso, pianificare la gestione delle loro registrazioni per l'ultimo termine fissato. Un'identificazione corretta delle sostanze in questa fase essenziale. L'ECHA, gli Stati membri e le associazioni di settore sono a disposizione dei potenziali dichiaranti per offrire assistenza mirata.
Il Ministero dello Sviluppo Economico mette a disposizione delle imprese lHelpdesk REACH, che fornisce gratuitamente informazioni e assistenza diretta, mediante la risposta a quesiti specifici che possono essere inviati accedendo al servizio contatta Helpdesk. In alternativa, le imprese possono rivolgersi alle associazioni di settore o avvalersi del supporto dellECHA, consultando il sito dedicato REACH 2018, e formulando eventuali ulteriori quesiti direttamente all'Helpdesk ECHA (per aspetti legati all'utilizzo di IUCLID e REACH-IT).
L'ECHA ha in programma una serie di webinar con l'obiettivo di fornire una panoramica generale sulle sostanze che devono essere registrate, sulle informazioni necessarie e sugli elementi che incidono sui costi della registrazione.
Brochure
Link utili:
http://www.minambiente.it/reach2018
http://www.reach.gov.it/informazione-limpresa

GOINg abroad, a cura di eurocultura

Eurocultura, fondata nel 1993, un'associazione culturale con sede a Vicenza, che gli assegnata il compito di facilitare i propri soci nella realizzazione di attivit di lavoro, stage, volontariato e formazione all'estero. Il suo obiettivo di fornire un quadro completo sia delle opportunit all'estero sia delle difficolt da superare, il che permette ai soci di trovare l'offerta adeguata alle proprie necessit.

Eurocultura
Via del Mercato Nuovo, 44/G
36100 Vicenza
tel. 0444 - 964 770
fax 0444 - 960 129
info@eurocultura.it
www.eurocultura.it

EUROREPORTER

La Redazione di Eurosportello Informa, grazie alla collaborazione con Euroreporter, web site per l'informazione europea su misura, offre una rubrica di approfondimenti tematici dall'Europa su: evoluzione normativa, giurisprudenza, consultazioni pubbliche, regolamentazione tecnica, progetti transfrontalieri, conferenze e altri eventi, partenariati e accordi di settore, studi e rapporti di organismi pubblici o privati, posizioni delle associazioni di categoria europee o nazionali, azioni politiche e di lobbying, reazioni comunitarie a iniziative nazionali o viceversa, progressi tecnologici, tendenze di mercato.
Per visualizzare l'elenco cliccare il seguente link: http://www.euroreporter.eu

CONTATTI

Per non ricevere la newsletter ciccare QUI
Eurosportello informa - Anno XXII N 4 2018
Pubblicazione quindicinale di Eurosportello del Veneto
Via delle Industrie 19/d 30175 Venezia-Marghera Tel.041 0999411 Fax. 041 0999401
www.eurosportelloveneto.it e-mail: europa@eurosportelloveneto.it

Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1376 del 15/12/00
Direttore Responsabile: Gian Angelo Bellati
Comitato di redazione: Roberta Lazzari

Hanno collaborato: Roberto Bassetto, Chiara Bianchini, Rossana Colombo,
Stefania De Santi, Laura Manente, Filippo Mazzariol, Luca Pavanato, Samuele Saorin,
Alessandra Vianello,Alessandro Vianello