<
n° 11
15/6/2018
EUROSPORTELLO INFORMA

n 11
15 giugno 2018


Enterprise Europe Network la pi grande rete a supporto delle PMI a livello mondiale, presente in pi di 60 Paesi e composta da oltre 600 partner locali, raggruppati localmente in consorzi.

La Rete e i suoi membri mettono a sistema la propria esperienza sul business a livello internazionale con le competenze locali per supportare lintroduzione dellinnovazione nel mercato.

La Rete fornisce assistenza personalizzata alle imprese per accelerarne la crescita, sviluppare nuovi partenariati commerciali e tecnologici, favorire laccesso al credito e la partecipazione a programmi di finanziamento europei

EUROSPORTELLO

news - eventi
CONCORSO CSR BUSINESS GAME: DECRETATE LE TRE SQUADRE VINCITRICI!
Il 1 giugno scorso si concluso il concorso online CSR Business Game finanziato dalla Convenzione per la realizzazione di attivit in ambito di sostenibilit e Responsabilit Sociale dImpresa (DGR 3015/2013) firmata da Regione e Unioncamere del Veneto.
Il concorso, aperto agli studenti delle classi terze e quarte di tutti gli istituti secondari superiori del Veneto, ha visto il coinvolgimento di 44 squadre appartenenti a 7 Istituti che si sono sfidate a colpi di Corporate Social Responsibility (CSR).
La graduatoria finale, costruita in base ai punteggi ottenuti dalle squadre con le proprie scelte di gestione aziendale consultabile allindirizzo http://www.thebusinessgame.it/2018/05/22/concorso-online-csr-business-game/
Prima classificata, con 258 punti, la squadra MASOEMMA del Liceo Statale Angela Veronese di Montebelluna (TV), seguita dal prof. Walter Bellucco, seconda classificata, con 245 punti, la squadra VERDONE dellI.P.S.A.R. Luigi Carnacina di Bardolino (VR), seguita dalla prof.ssa Paola Beconcini, terza classificata, con 241 punti, la squadra Hibiscus dellI.I.S.S. Marco Fanno di Conegliano (TV), seguita dalla prof.ssa Sonia Dalto. A tutti gli studenti che fanno parte delle tre squadre vincitrici sar consegnato un attestato di merito.
Il CSR Business Game una piattaforma web based, ideata dalla societ The Business Game S.r.l e da Anima Impresa, attraverso la quale gruppi di studenti, costituti in squadre, simulano la gestione di una propria azienda applicando i temi della Corporate Social Responsibility (CSR) e sfidando le altre aziende virtuali, formate a loro volta da altri team di studenti.
Il concorso CSR Business Game si svolto questanno in via sperimentale ma sar riproposto allinizio del prossimo anno scolastico a tutti gli studenti dellultimo triennio delle scuole superiori del Veneto.
Per informazioni: Irene Gasperi T. 041 0999 311; e-mail: unione@ven.camcom.it
TERRA MADRE SALONE DEL GUSTO 2018 EVENTO DI INCONTRI BILATERALI
TORINO, 20-22 SETTEMBRE 2018
Unioncamere del Veneto-Eurosportello in collaborazione con la Camera di Commercio di Torino, Slow Food e la rete Enterprise Europe Network (600 uffici presenti in 66 Paesi del mondo) invitano le aziende della Regione del Veneto a partecipare allevento di incontri bilaterali in occasione della fiera Terra Madre Salone del Gusto che si terr a Torino dal 20 al 22 settembre p.v..
Terra Madre Salone del Gusto (www.salonedelgusto.com) il pi grande salone biennale internazionale dedicato al cibo.
La 12 edizione organizzata, in collaborazione con la Regione Piemonte e la citt di Torino, si terr a settembre dal 20 al 24 a Torino.
Ledizione del 2016 ha registrato 900 espositori da 100 paesi.

Settori coinvolti
  • Packaging Ecologico
  • Produzione sostenibile
  • Bio-economia
  • Salute: bio-controllo, processi organici, igiene alimentare, alimenti funzionali
  • Catena del valore digitale
  • Fattoria verticale
  • Smart food logistico
Liniziativa
Si articoler in 3 giornate di lavoro:
  • 20 settembre 2018: B2B rivolto alle domande e offerte di nuove tecnologie
  • 21-22 settembre 2018: B2B commerciale solo per espositori Slow Food
Obiettivo
Levento offre lopportunit di entrare in contatto diretto con numerose aziende che operano nei settori sopra elencati provenienti da diversi Paesi europei e rappresenta quindi una proficua occasione per incentivare lo sviluppo di relazioni commerciali e di cooperazione internazionale.

Lingua di lavoro
Inglese

Luogo
Lingotto Fiere Exhibition Centre
Via Nizza, 280
10126 Torino

Servizi
Liscrizione allevento d diritto a:
  • agenda personalizzata di incontri bilaterali ed aggiornamento della stessa durante levento
  • visibilit sul portale https://gusto2018.b2match.io/
  • materiale informativo
  • assistenza prima, durante e dopo levento da parte del personale Enterprise Europe Network
Costi dellevento
Liscrizione allevento gratuita.
Qualora interessati, Vi chiediamo gentilmente di iscriverVi online al sito https://gusto2018.b2match.io/ con la propria username e password entro il 16 settembre p.v. e scegliendo come support office Unioncamere Veneto-Eurosportello.
La password permette alle aziende di gestire autonomamente il proprio profilo di cooperazione, la descrizione del prodotto, il settore di attivit e la scelta dei partner da incontrare.
Gi da ora sino al 16 settembre p.v., i partecipanti potranno prenotare online gli incontri bilaterali e scegliere di confermare o annullare le richieste di incontro. Le aziende riceveranno via mail le agende provvisorie prima dellinizio dellevento.
Per assistenza ed informazioni contattare: Rossana Colombo tel. 041 0999415 - e-mail: rossana.colombo@eurosportelloveneto.it; Roberto Bassetto - tel. 041 0999419 e-mail: roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it.
MEET IN ITALY FOR LIFE SCIENCES 2018 5 EDIZIONE - EVENTO DI INCONTRI BILATERALI
BOLOGNA, 10-11 OTTOBRE 2018
Unioncamere del Veneto-Eurosportello in collaborazione con Aster-Societ Consortile per linnovazione e il trasferimento tecnologico dellEmilia Romagna, il Distretto Toscano di Scienze della Vita e la rete Enterprise Europe Network (600 uffici presenti in 66 Paesi del mondo) invitano le aziende della Regione del Veneto a partecipare allevento di incontri bilaterali in occasione della quarta edizione di MEET IN ITALY FOR LIFE SCIENCES che si terr a Bologna il 10 e il 11 ottobre p.v..
Meet in Italy for Life Sciences un progetto internazionale rivolto alle industrie delle Scienze della Vita, al mondo della ricerca, allecosistema delle startup ed a investitori, interessati a nuove opportunit in tema di collaborazione tecnologica e scientifica. L ultima edizione ha registrato 350 partecipanti provenienti da 31 Paesi del mondo, 2000 B2B meetings (30% tra partner di diversi Paesi) con 90.000 profili visionati.

Settori coinvolti:
  • Biotecnologie
  • Dispositivi medici
  • Farmaceutica
  • Nutraceutica
  • ICT per la salute
  • Servizi e attivit correlate

Liniziativa
Si articoler in 3 giornate di lavoro:

  • 10 ottobre 2018: B2B/brokerage event dalle ore 11:00 alle ore 18:30 e pitch dellIHVF Italian Healthcare Venture Forum 2018
  • 11 ottobre 2018: B2B/brokerage event dalle ore 09:30 alle ore 18:30 pitch dellIHVF Italian Healthcare Venture Forum 2018
  • 12 ottobre 2018: conferenza finale dellevento Digital Transformation in medicine: average id dead! http://meetinitalylifesciences.eu
Obiettivo
Offrire visibilit ed opportunit di business e networking, creare specifici forum di discussione e dialogo tra stakeholders pubblici e privati, anche a livello internazionale.

Lingua di lavoro

Inglese

Luogo
Opificio Golinelli
Via Paolo Nanni Costa, 14
Bologna

Servizi
Liscrizione allevento d diritto a:
  • agenda personalizzata di incontri bilaterali ed aggiornamento della stessa durante levento
  • visibilit sul portale https://mit4ls2018.b2match.io/
  • materiale informativo
  • assistenza prima, durante e dopo levento da parte del personale Enterprise Europe Network

Costi dellevento
Liscrizione allevento gratuita.

Qualora interessati, Vi chiediamo gentilmente di iscriverVi online al sito https://mit4ls2018.b2match.io/ con la propria username e password entro il 1 ottobre p.v. e scegliendo come support office Unioncamere Veneto-Eurosportello.
La password permette alle aziende di gestire autonomamente il proprio profilo di cooperazione, la descrizione del prodotto, il settore di attivit e la scelta dei partner da incontrare.
Dal 17 settembre al 3 ottobre p.v., i partecipanti potranno prenotare online gli incontri bilaterali e scegliere di confermare o annullare le richieste di incontro. Dopo tale data, le aziende riceveranno via mail le agende provvisorie.
Per assistenza ed informazioni contattare: Rossana Colombo tel. 041 0999415 - e-mail: rossana.colombo@eurosportelloveneto.it; Roberto Bassetto - tel. 041 0999419 e-mail: roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it.

Questionario di gradimento dei servizi Unioncamere - Eurosportello del Veneto
Per una valutazione dei servizi offerti nel nostro territorio, vi chiediamo di rispondere a un breve questionario che ci permetter di conoscere meglio lutilizzo dei nostri servizi da parte delle imprese e dei soggetti del territorio e il vostro grado di soddisfazione.
Il questionario anonimo ed possibile accedervi cliccando qui.

Vi ringraziamo anticipatamente per la collaborazione!
fornitura di servizi specialistici e di consulenza
Appello alla manifestazione d'interesse - fornitura di servizi specialistici e di consulenza per Unioncamere del Veneto - Eurosportello del Veneto
NORMATIVA COMUNITARIA
UNIONE DOGANALE E LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE MERCI
RELAZIONE DELLA COMMISSIONE Regolamento (CE) n. 2173/2005, del 20 dicembre 2005, relativo allistituzione di un sistema di licenze FLEGT per le importazioni di legname nella Comunit europea Relazione annuale di sintesi per il 2016 COM(2018) 448 final
AMBIENTE
RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI PRIME PROSPETTIVE IN MATERIA DI ARIA PULITA COM(2018) 446 final
PESCA
Raccomandazione di DECISIONE DEL CONSIGLIO che autorizza la Commissione ad avviare negoziati a nome dellUnione europea per aderire alla Convenzione per la conservazione e la gestione delle risorse alieutiche dalto mare nellOceano Pacifico settentrionale COM/2018/376 final Segue un elenco delle risorse relative ai contenuti del documento:
Link al documento 1
Link al documento 2
DIRITTO DELLE IMPRESE E PMI
RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO COSME Programma per la competitivit delle imprese e delle PMI 2014 2020 Relazione di controllo 2015 {SWD(2018) 299final} - {SWD(2018) 300 final} COM(2018) 388 final
gare d'appalto
Visualizza le GARE D'APPALTO per lavori, servizi e forniture.
Per ricevere le gare selezionate in base al vostro settore dattivit, iscrivetevi al servizio gratuito EUROAPPALTI.
ricerca partner
Ricerca le Idee progettuali di partner stranieri interessati a presentare progetti europei con partner italiani.
bandi europei
Apri lelenco completo dei bandi UE aperti, selezionati dalla Gazzetta ufficiale serie C e dai siti delle diverse Direzioni Generali dell Europea.
bandi e fondi strutturali
INTERREG EUROPE APERTURA IV BANDO
SCADENZA 22 GIUGNO 2018
E corso il quarto bando del Programma Interreg Europe con scadenza il 22 giugno prossimo alle ore 12:00.
Ulteriori informazioni.
PROGRAMMA PER LA COOPERAZIONE TRANSNAZIONALE ADRIATICO-IONICO 2014-2020. APERTURA SECONDO BANDO 26 MARZO- 26 GIUGNO 2018
Facendo seguito allannuncio dellapertura del secondo bando per progetti standard del Programma ADRION, si forniscono alcune informazioni circa i principali aspetti del bando:
  • Periodo di apertura: dal 26 marzo al 26 giugno 2018 ore 15.00;
  • Caricamento delle proposte sul sistema e-MS disponibile sul sito www.interregadrion.eu;
  • Aperto solo sugli Obiettivi Specifici 2.1 (che riguarda la promozione della valorizzazione sostenibile e la conservazione del patrimonio culturale e naturale come leve di sviluppo nellarea adriatico-ionica) e 2.2 (che riguarda il rafforzamento a livello transnazionale delle capacit di contrastare la vulnerabilit ambientale, la frammentazione e la salvaguardia degli ecosistemi) dellAsse prioritario 2 Regione sostenibile;
  • Targhettizzato su specifici topic e sub-topic indicati nel bando;
  • Budget complessivo fondi UE: 34.354.026,50 ;
  • Budget massimo fondi UE per progetto: 2.500.000,00 ;
  • Percentuale massima di cofinanziamento con fondi UE: 85%;
  • Partecipazione obbligatoria di almeno 6 partner provenienti da almeno 6 differenti Stati dellarea di Programma (4 Stati FESR e 2 Stati IPA) con un massimo di 16 partner;
  • La partnership pu comprendere al massimo due partner provenienti dallo stesso Stato.
Ogni Informazione sul bando e la documentazione per la presentazione dei progetti disponibile sul sito del Programma http://www.adrioninterreg.eu/index.php/projects/second-call-for-proposals-priority-axis-2/.
Ulteriori informazioni possono essere richieste al Segretariato Congiunto e al Punto di Contatto Nazionale di ADRION: http://www.adrioninterreg.eu/index.php/contacts/.
Levento di presentazione del bando si svolto a Tirana l11 aprile scorso.
eurocooperazioni
Visualizza lelenco delle aziende straniere che cercano cooperazioni internazionali.

sportello bruxelles

NOTIZIE DALLA sede DI BRUXELLES
Bruxelles Ricerca e innovazione, Ue propone maxiprogramma da 100mld
Il programma Ue per ricerca e innovazione pi ambizioso di sempre, con un maxibudget da 100 miliardi di euro per il 2021-2027. E' il nuovo Horizon Europe, il successore dell'attuale Horizon 2020, presentato dalla Commissione Ue per il prossimo bilancio pluriennale. L'attuale programma di 77 miliardi per 28 Paesi, che senza la Gran Bretagna scendono a 67, quindi i 100 miliardi per il prossimo arco temporale costituiscono "il maggiore aumento di sempre" degli investimenti per la ricerca, ha sottolineato il commissario Ue responsabile Carlos Moedas. Questi verranno assegnati sulla base di tre "pilastri di azione", ossia 'Scienza aperta' da 25,8 miliardi, Sfide globali e competitivit industriale' da 52,7 miliardi, e 'Innovazione aperta' da 13,5 miliardi. La proposta della Commissione Ue dovr essere discussa nell'ambito dei negoziati con i 28 e il Parlamento europeo sul bilancio Ue per il 2012-2027. In dettaglio, il primo pilastro dedicato alla 'Scienza aperta', sosterr con 25,8 miliardi infrastrutture di ricerca, poi progetti di ricerca di frontiera anche tramite il Consiglio europeo della ricerca (16,6 miliardi), e le borse per ricercatori delle Azioni Marie Curie (6,8 miliardi). Il secondo, 'Sfide globali e competitivit industriale', con ben 52,7 miliardi, si occuper di temi sociali e industriali - dai trasporti puliti alla lotta alla plastica negli oceani sino a quella contro il cancro -, insieme al Joint Research Centre Ue di Ispra (2,2 miliardi). Infine il terzo, 'Innovazione aperta', con 13,5 miliardi, si concentrer su soluzioni innovative e trasferibili sul mercato insieme al COnsiglio europeo per l'innovazione (10 miliardi) e all'Istituto europeo per l'innovazione e la tecnologia (3 miliardi). Di questi 100 miliardi complessivi, 3,5 verranno per dal nuovo 'Piano Juncker' per gli investimenti, il Fondo InvestEU, e 2,4 miliardi dal programma Euratom. Tra le novit introdotte rispetto all'attuale Horizon 2020, vi la creazione di un Consiglio europeo dell'innovazione (Eci) che sar referente unico per portare dal laboratorio al mercato le tecnologie ad alto potenziale pi promettenti, individuando e finanziando le innovazioni ad alto rischio in rapida evoluzione che hanno forti potenzialit di creare nuovi mercati. Due i suoi strumenti di finanziamento principali, uno per le fasi iniziali e l'altro per lo sviluppo e la diffusione sul mercato, integrando l'Istituto europeo di innovazione e tecnologia (Eit).
Bruxelles - Ue propone nuovo piano investimenti garantito da bilancio
Mobilitare 650 miliardi di euro di investimenti tra il 2021 e il 2027, pubblici e privati, grazie a 38 miliardi di euro di garanzie presi dal prossimo bilancio Ue: l'obiettivo del nuovo programma della Commissione Ue, InvestEU, che porta il modello del cosiddetto Piano Juncker nella miriade di programmi di finanziamento offerti dall'Ue.
InvestEu, prima di tutto, semplificher la vita degli investitori che guardano alla Ue per cercare le possibilit di sostegno ai loro progetti. Accorper quindi 14 programmi di finanziamento attualmente disponibili, dallo European Fund for Strategic Investments al Cosme, dal Private Finance for Energy Efficiency Instrument al Innovfin SME guarantee.
il Fondo sosterr quattro settori di intervento: infrastrutture sostenibili; ricerca, innovazione e digitalizzazione; piccole e medie imprese; investimenti sociali e competenze. La Banca europea per gli investimenti (Bei) continuer a essere il partner finanziario principale della Commissione nel quadro di InvestEU.
Bruxelles Italia leader Ue gestione sostenibile acque in agricoltura
Italia, Francia e Germania sono i paesi pi virtuosi in Europa per l'agricoltura sostenibile. E' quanto emerge dall'Indice della sostenibilit alimentare, sviluppato dal Centro per l'alimentazione e nutrizione Barilla e dall'Economist Intelligence Unit (Eiu), e presentato stamattina a Bruxelles nell'ambito del Forum Barilla. Secondo l'analisi presentata dall'Eiu, l'Italia si segnala per una buona gestione delle risorse idriche per l'agricoltura, la Germania leader negli investimenti per ricerca e sviluppo nell'agroalimentare e la Francia la pi impegnata nell'agricoltura urbana.
Nonostante le buone pratiche in questi paesi, prosegue l'Eiu, l'agricoltura europea produce il 10% delle emissioni totali di gas serra a livello Ue, che sale al 20-35% se si considera il settore agroalimentare. Il 12% dei terreni agricoli Ue, inoltre, a rischio erosione per attivit agricole intensive. L'Indice della sostenibilit alimentare analizza la sostenibilit dei sistemi alimentari di 34 paesi che rappresentano l'87% del Pil globale e 2/3 della popolazione mondiale.
Bruxelles Antibiotici, accordo Ue su limiti a uso in allevamenti
Nuovi limiti Ue all'uso dei medicinali negli allevamenti per frenare i fenomeni di antibiotico-resistenza. E' il risultato dell'accordo raggiunto nella notte tra le istituzioni europee. Le nuove misure limiteranno l'uso profilattico di antimicrobici (cio come misura preventiva, in assenza di segni clinici di infezione) solo quando pienamente giustificato da un veterinario, prevedono reciprocit delle norme dell'Ue sull'uso degli antibiotici per i prodotti alimentari importati e incentivi per incoraggiare la ricerca su nuovi principi attivi.
APPROFONDIMENTO
Guida alla politica anti-dumping: gli strumenti dellUE per combattere la concorrenza sleale
Quali sono le misure adottate dallUE contro le importazioni oggetto di dumping? Quanto vengono utilizzate e come migliorata la politica anti-dumping dellUE?
La legislazione anti dumping rientra negli strumenti di difesa commerciale a disposizione dellUE per contrastare le pratiche commerciali sleali. Questa guida spiega la politica anti-dumping, elemento chiave nella protezione dei posti di lavoro e delle imprese in Europa.
Perch lUE applica le misure anti-dumping?
LUE crede nel libero commercio che crea occupazione e benessere. Il comportamento sleale di alcuni paesi pu alterare le dinamiche del libero mercato attraverso la sovrapproduzione o lintroduzione di prodotti sovvenzionati che vengono poi venduti a prezzi inferiori rispetto a quelli di mercato.
A queste condizioni le altre aziende non riescono ad essere competitive e si trovano in seria difficolt, vedendosi costrette a chiudere e licenziare i dipendenti. Se vuole proteggere le aziende e i lavoratori, lUE deve ricorrere a misure di contrasto ai sussidi o anti-dumping.
In che modo lUE pu contrastare i prodotti oggetto di dumping o sovvenzionati?
LUE pu imporre delle sanzioni a paesi non appartenenti allUE qualora questi siano responsabili di pratiche commerciali sleali allinterno del mercato europeo, sempre tuttavia nel rispetto delle norme dellOrganizzazione mondiale del commercio (OMC) di cui membro. La sanzione assume la forma di dazi o tariffe nei confronti dei prodotti oggetto di dumping.
Qual il ruolo dellOMC?
LOrganizzazione mondiale del commercio unorganizzazione internazionale composta da 164 membri che disciplina il commercio a livello globale. LOMC definisce il quadro di riferimento per la negoziazione degli accordi commerciali ed dotata di regole proprie per la risoluzione delle controversie. I paesi europei vengono generalmente rappresentati allOMC dalla Commissione europea.
Quando si tratta di gestire le pratiche di concorrenza sleale, i membri dellOMC hanno concordato di seguire le procedure stabilite dallorganizzazione in modo da semplificare la risoluzione delle controversie. Tra queste regole vi anche una procedura che indica come comportarsi in caso altri paesi introducano nel proprio mercato dei prodotti oggetto di dumping a prezzi tenuti artificialmente bassi.
Come funziona la procedura pe rimporre i dazi anti-dumping?
Perch lUE possa avviare uninchiesta necessario che i produttori europei presentino un ricorso. Ai sensi delle norme dellOrganizzazione mondiale del commercio, lUE deve dimostrare lesistenza di un danno nei confronti delle industrie europee causato dallintroduzione nel mercato di prodotti oggetto di dumping o sovvenzionati.
Come si calcolano i dazi anti-dumping?
Calcolare i dazi anti-dumping molto complicato. Bisogna considerare diversi fattori, tra cui la differenza tra il prezzo desportazione e il prezzo del prodotto nel paese di provenienza.
Quante volte lUE utilizza le misure anti-dumping?
LUnione europea si avvale degli strumenti di difesa commerciale meno di altre giurisdizioni, infatti i prodotti nel mercato UE oggetto di dumping o sovvenzionate rappresentano solamente lo 0,21% delle importazioni. Nonostante ci, proteggersi da questi prodotti si dimostrato vitale per una serie di industrie europee.
Qual il paese che pratica maggiormente una concorrenza sleale?
La Cina il principale obiettivo dei dazi anti-dumping europei. Nellottobre del 2016 sono stati imposti dazi su pi di 50 prodotti provenienti dalla Cina, soprattutto alluminio, biciclette, cemento, sostanze chimiche, ceramiche, vetro, carta, pannelli solari e acciaio.
In che modo lUE sta migliorando le regole?
A novembre del 2017 gli eurodeputati hanno adottato delle regole pi severe per contrastare la concorrenza sleale, tra cui: considerare limpatto del dumping sociale e ambientale al momento di elaborare misure anti-dumping e monitorare le situazioni nei vari paesi esportatori. Questultimo compito affidato alla Commissione europea che stila delle relazioni a riguardo, utilizzabili dalle imprese europee in caso vogliano presentare ricorso.
I membri del Parlamento europeo hanno approvato a maggio 2018 delle norme supplementari per permettere allUE di imporre delle tariffe pi alte sulle importazioni oggetto di dumping o di sovvenzioni.
Queste regole consentiranno di accorciare i tempi delle inchieste anti-dumping, istituire uno sportello per le piccole e medie imprese per gestire i ricorsi e le procedure dinchiesta e coinvolgere i sindacati nelle indagini e nella valutazione degli eventuali dazi. Le nuove norme prevedono anche che tutti i prodotti in arrivo sul mercato UE vengano severamente controllati e registrati dal momento in cui viene notificata unindagine, per evitare stoccaggi eseguiti per aggirare le norme.
Le regole verranno estese alle zone economiche esclusive, cio le zone marittime su cui uno stato esercita diritti duso, utilizzate principalmente per la produzione di energia.
Entrambe le proposte entreranno in vigore dopo lapprovazione anche da parte del Consiglio e la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale dellUE.
  • All products arriving in the EU will be strictly monitored from the moment an investigation is notified until its start and registered, to avoid stockpiling
ALCUNI DEI PROSSIMI EVENTI IN PROGRAMMA
18 Giugno 2018: High-level governance meeting of the Digitising European Industry Forum: focus on Artificial Intelligence EU Commission, Bruxelles, Belgium
21 Giugno 2018: CIRCULAR ECONOMY: LINKING THE EU AND GLOBAL AGENDA EURACTIV Network Office - Boulevard Charlemagne 1, 1041 Brussels, Belgium
22 Giugno 2018: "#EUBlockathon2018" EU Commission, Bruxelles, Belgium
26 Giugno 2018: BEEWEEK 2018 EU Commission, Bruxelles, Belgium

sportello CROAZIA

Lo Sportello Croazia nasce per dare supporto alle PMI italiane nella ricerca di informazioni riguardo i fondi strutturali erogati dalle autorit croate dopo l'entrata della Repubblica di Croazia nell'Unione Europea, per il periodo 2014 - 2020. L'obiettivo principale quello di favorire lo sviluppo degli scambi commerciali fra la Regione Istriana e Litoraneo Montana e la Regione Veneto, nonch la collaborazione fra gli investitori delle Regioni sopracitate, fornendo informazioni ed assistenza ai processi di internazionalizzazione ed esportazione con particolare riferimento alle politiche comunitarie.

Lo Sportello, fornisce informazioni a tutti gli imprenditori italiani desiderosi di saperne di pi sui fondi strutturali e sulle opportunit di finanziamento che questi offrono.

Referente: Luca Pavanato
Tel. segreteria 0032 25510490
E-mail: europa10@eurosportelloveneto.it; europa@eurosportelloveneto.it
Unioncamere Veneto Delegazione di Bruxelles
Avenue des Arts 19/D
Bruxelles 1000-B

sportello apre

NOTIZIE
IL POSITION PAPER DI APRE SUL FUTURO EUROPEAN INNOVATION COUNCIL
Pubblicato The EIC in Horizon Europe, il documento prodotto dalla rete dei Soci APRE dedicato al futuro European Innovation Council.
Il documento stato pubblicato su Obiettivo FP9, liniziativa lanciata da APRE nei mesi scorsi per condividere notizie, informazioni e documentazione relative al processo di costruzione di Horizon Europe, il nono Programma Quadro per la ricerca e linnovazione Ue 2021-2027.
Lo European Innovation Council, secondo la proposta della Commissione di imminente pubblicazione, costituir una delle principali novit del futuro Programma Quadro e avr lobiettivo di facilitare lemergere e lo scaling up delle aziende europee pi innovative.
Per questo motivo nel 2017 stato deciso di lanciare un gruppo di lavoro specifico in cui i Soci APRE hanno avuto modo di scambiare le proprie esperienze e opinioni e sviluppare una posizione rappresentativa di una significativa parte del mondo della ricerca e dellinnovazione italiano.
Per maggiori informazioni:
eic@apre.it
eic.apre
PROTOCOLLO D'INTESA MIUR - APRE
Consolidata la collaborazione tra i due enti.
E' stato siglato il Protocollo d'intesa MIUR - APRE per la regolamentazione dell'attivit dei National Contact Point italiani di H2020. Con tale Protocollo si formalizza e consolida una collaborazione gi esistente tra il Ministero dell'Istruzione, Universit e Ricerca e l'Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea, che ha gi visto nella prima parte di Horizon la realizzazione di tante iniziative, eventi, servizi a favore dei partecipanti italiani dellUniversit, della Ricerca e dellIndustria.
Link
HORIZON EUROPE: LA PROPOSTA DELLA COMMISSIONE
La Commissione Europea ha pubblicato la propria proposta per Horizon Europe, il Programma Quadro europeo di ricerca e innovazione 2021-2027
Horizon Europe il pi ambizioso programma di ricerca e innovazione di sempre consolider i risultati e il successo di Horizon 2020 e consentir allUE di restare in prima linea nel settore della ricerca e dellinnovazione a livello mondiale, scrive la Commissione.
Leggi l'articolo qui: link
Per ulteriori informazioni clicca qui .

GOINg abroad, a cura di eurocultura

Eurocultura, fondata nel 1993, un'associazione culturale con sede a Vicenza, che gli assegnata il compito di facilitare i propri soci nella realizzazione di attivit di lavoro, stage, volontariato e formazione all'estero. Il suo obiettivo di fornire un quadro completo sia delle opportunit all'estero sia delle difficolt da superare, il che permette ai soci di trovare l'offerta adeguata alle proprie necessit.

Eurocultura
Via del Mercato Nuovo, 44/G
36100 Vicenza
tel. 0444 - 964 770
fax 0444 - 960 129
info@eurocultura.it
www.eurocultura.it

EUROREPORTER

La Redazione di Eurosportello Informa, grazie alla collaborazione con Euroreporter, web site per l'informazione europea su misura, offre una rubrica di approfondimenti tematici dall'Europa su: evoluzione normativa, giurisprudenza, consultazioni pubbliche, regolamentazione tecnica, progetti transfrontalieri, conferenze e altri eventi, partenariati e accordi di settore, studi e rapporti di organismi pubblici o privati, posizioni delle associazioni di categoria europee o nazionali, azioni politiche e di lobbying, reazioni comunitarie a iniziative nazionali o viceversa, progressi tecnologici, tendenze di mercato.
Per visualizzare l'elenco cliccare il seguente link: http://www.euroreporter.eu

CONTATTI

Per non ricevere la newsletter ciccare QUI
Eurosportello informa - Anno XXII N 11 2018
Pubblicazione quindicinale di Eurosportello del Veneto
Via delle Industrie 19/d 30175 Venezia-Marghera Tel.041 0999411 Fax. 041 0999401
www.eurosportelloveneto.it e-mail: europa@eurosportelloveneto.it

Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1376 del 15/12/00
Direttore Responsabile: Gian Angelo Bellati (In prorogatio)
Comitato di redazione: Roberta Lazzari

Hanno collaborato: Roberto Bassetto, Chiara Bianchini, Rossana Colombo,
Stefania De Santi, Laura Manente, Filippo Mazzariol, Ludovica Munari, Luca Pavanato, Samuele Saorin,
Alessandra Vianello,Alessandro Vianello